Alla Fiera di Cagliari è di scena la prima edizione del festival «Lost in Sound», un viaggio energico e coinvolgente attraverso le sonorità dell’elettronica. L’appuntamento è per le ore 21 (31 maggio). Due ore dopo al Padiglione E si accendono impianti audio e le più sofisticate tecnologie e luci e i mille metri quadrati della struttura fieristica si trasformano per una notte nella più grande pista da ballo di tutta la Sardegna per far ballare giovani che arrivano da nord a Sud di tutta l’isola e perfino dal resto dello Stivale.


Fino all’alba si alternano alle consolle una serie di ospiti, alcuni mai arrivati nell’isola: il duo di Stoccarda dei “Tiefschwarz”, ovvero i fratelli Alexander e Sebastian Basti. Ancora l’artista di Francoforte Gregor Tresher, noto per le sue grandi performance di dance elettronica nei locali più ’in’ di Berlino, Tokyo, Sydney, Los Angeles e altri ancora.


C’è grande attesa tra i cultori del genere anche per l’esordio in terra sarda del newyorchese Ambivalent, all’anagrafe Kevin McHugh, Dj notissimo in tutto il mondo e nella Grande Mela anche come conduttore di un programma radiofonico “The Nerd Tank”. Chiude questo poker di ’dj big’ il fiorentino Luca Agnelli, Dj e produttore eclettico con il suo mix di minimal-electro e house in perenne evoluzione, già noto nei locali più «in» della Costa Smeralda e altre discoteche sarde. A completare la line up, cinque tra i più gettonati artisti della scena sarda, apprezzati anche a livello internazionale: C-Sky (Enrico Saba), Alessio Mereu, Emanuele Marascia, Matteo Spidicati e Alessio Frino.
In allegato: musica elettronica