Per il secondo anno consecutivo il violoncellista Giovanni Sollima, il 51enne palermitano che ha suonato con le più importanti orchestre, arrangerà i brani e
dirigerà l’orchestra che li eseguirà nel corso del concertone finale della “Notte della Taranta” che si svolgerà sabato prossimo, 23 agosto, nella piazza degli Agostiniani a Melpignano, nella Grecìa, la terra che fu scelta dagli antichi Greci, dove ci sono paesi che si chiamano Calimera e dove ancora si parla il griko, un dialetto con inflessioni antiche.

Ma Sollima non è solo il maestro “concertatore”: ha infatti composto, dopo la prima esperienza salentina, nel 2013, il brano “Antidotum tarantulae XXI”, che ha proposto nel gennaio scorso a Chicago (Usa), eseguendolo con l’altro violoncellista Yo-YO Ma e la Chicago Symphony Orchestra diretta dal maestro Riccardo Muti.

In un’intervista che rilasciò per l’occasione ad un quotidiano italiano, Sollima sottolineò che il titolo non era soltanto «una citazione, ma un omaggio, un richiamo al mondo del tarantismo» che era entrato “improvvisamente e in modo dirompente quando la stesura del brano era a metà strada”.
In allegato: musiche di Sollima