Ultime settimane per Riccardo Malipiero, nipote e allievo dell’omonimo Gian Francesco, esponente della generazione dell’80 – ovvero quelli che fecero la prima rivoluzione musicale all’italiana del secolo XX – e tra i primi sostenitori nel Belpaese della dodecafonia di marca schoenberghiana. Proprio così: ultimi giorni per dare un’occhiata all’esposizione a lui dedicata presso il Museo del Novecento di Milano.


Tra le iniziative in cantiere degne di nota per il centenario della sua nascita, la “Giornata di Studio” del 30 settembre, una sequela di  interventi sul personaggio (nel Museo, dalle 10.30 del mattino): titolo Riccardo Malipiero nello sguardo degli altri; tra i relatori i critici Quirino Principe e Luigi Pestalozza e il compositore Giacomo Manzoni. Sono stati invitati a partecipare anche Gillo Dorfles, Paolo Franci e Fulvio Papi. A chiusura recital con brani scritti dal compositore milanese scomparso circa undici anni fa della pianista Maria Grazia Bellocchio.
In allegato: musiche di Riccardo Malipiero