Pillole amare / L’insostenibile leggerezza di certe “rivoluzioni”

“È notizia di questi giorni che a partire al 1 novembre prossimo molti dei nostri migliori musicisti non potranno più insegnare nei Conservatori di Musica. Tra le tante vittime illustri, anche grandi nomi del jazz, come Emanuele Cisi, Maria Pia De Vito, Roberto Gatto, Dado Moroni, Danilo Rea e alcuni dei nostri migliori musicisti classici, tra cui Giuseppe Andaloro, Maurizio Baglini, Gemma Bertagnolli, Roberto Cominati, Filippo Gamba, Eva Mei. Centinaia di studenti che avevano scelto di iscriversi in un Conservatorio per seguire i corsi di quei determinati docenti saranno ora costretti a cambiare insegnante, o a lasciare il Conservatorio e studiare altrove” (da Immagina)  Non mi […]

  

Musica del Nord / In tv Fagerlund: “nipotino” di Sibelius

E’ bello sapere che c’è qualcuno, a cui interessa far conoscere a chi già non lo ha ascoltato Jean Sibelius.” Ah, già sì…” dirà qualcuno tra gli avveduti: quel signore finlandese che scritto “Finlandia” (di solido oltre qui non si va), “ah già sì…” uno dei grandi delle cosiddette “scuole nazionali” del secolo Novecento; la risposta ortodossa di personaggi e di un modo di comporre che pur volendo innovare non tagliava i ponti col passato e che cercava di valorizzare con una sguardo diverso i patrimoni cultural-popolari dei rispettivi paesi. E meno male che c’è Sibelius  (chi volesse goderne venerdì […]

  

Premiazioni / Sciarrino, una vita per la musica

Salvatore Sciarrino sabato 25 ottobre, al Teatro La Fenice (Venezia), ha ricevuto il premio «Una vita nella musica», fondato da Bruno Tosi e giunto quest’anno alla 27/a edizione. Organizzato dalla Fondazione Teatro La Fenice, in collaborazione con l’Associazione culturale Artur Rubinstein e coordinato da un comitato scientifico formato da Mario Messinis (presidente), Oreste Bossini, Massimo Contiero, Andrea Estero, Giampaolo Minardi, Giorgio Pestelli e Francesca Valente, il riconoscimento veneziano – che dal 1979 ha premiato alcune delle personalità più illustri della scena musicale internazionale -dall’anno scorso è associato al Premio speciale Una vita nella musica – Giovani, destinato a giovani artisti e […]

  

Ristampe / Storia della musica, meno male che c’è Grout

Meno male che qualcuno ha inventato le ristampe. Ne è arrivata in libreria una fresca fresca, si tratta di “Storia della musica in Occidente” di Donald Jay Grout, ovvero uno dei massimi musicologi del secolo Novecento. Il saggio in questione, uscito per la prima volta negli anni Sessanta, è rimasta a lungo insuperata, e forse lo è ancora. Una delle cose che si notano, sfogliandola, è che gli esempi musicali, per quanti sono si sprecano. Per esempi musicali si intende, pagine di partiture riprodotte con schemi, evidenziature e box diciamo “specialistici” attraverso i quali si spiega la musica anche tecnicamente […]

  

In palcoscenico / Se Re Artù “suona” contemporaneo

Teatro barocco e teatro contemporaneo: “È attrazione fatale, si tratta di due epoche sghembe, in bilico, senza un centro, in cui viviamo come una meraviglia, sentendoci al centro del mondo con gli alias, le icone, le apparizioni e rappresentazioni, ma basta manchi la corrente per un momento, e tutto precipita all’improvviso”. Parole all’Ansa di Luca Scarlini, drammaturgo di questa riduzione del “King Arthur” di Purcell su testo di John Dryden, proposta dai Motus con regia di Daniela Nicolò e Enrico Casagrande, che arriva per RomaEuropa sabato 18 ottobre e domenica. all’Argentina. “Siamo sempre alla rottura nel cielo chiuso di Edipo, di cui […]

  

Biennale Venezia / Se la musica contemporanea è sulla notizia

Un’opera ispirata a un fatto tragico di cronaca, autore un compositore albanese che con la sua musica ha voluto raccontare, testimoniare quel che accade sempre più spesso. Così si è conclusa domenica 12 ottobre alle Corderie dell’Arsenale il 58/o Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale, con il debutto in prima esecuzione assoluta di “Kater i Rades”. “Il naufragiò è un’opera da camera commissionata dalla Biennale di Venezia al compositore albanese Admir Shkurtaj e realizzata in coproduzione con Teatro Koreja di Lecce, diretto da Salvatore Tramacere, che firma la regia”. Il soggetto è l’affondamento nel Canale d’Otranto della motovedetta Kater i […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018