L’altro giorno sotto gli occhi è finito un interessante articolo del pianista  Roberto Proseda che parla dei “concerti deserti”  (chttp://www.cremonamusica.com/2017/08/12/concerti-deserti-unopportunita-per-creare-nuovo-pubblico/) che si possono vedere, considerare anche come un’opportunità per creare, cercare un  nuovo pubblico. Naturalmente dipende dai punti di visita, come la storia del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Proseda nello scritto racconta la sua esperienza al festival finlandese di Kuhmo, dove una serie di scelte ha fatto sì che il medesimo diventasse un punto di riferimento assai frequentato. Lo stesso autore ammette che di rassegne così ne esistono anche in Italia. Proprio così, ma non sono certamente abbastanza. […]