Brera Musica / Recital in Pinacoteca coi “ragazzi” di Villa Simonetta

Quattro passi tra il «Cristo» del Mantegna, passando davanti alla «Pietà» del Bellini o il «Bacio» di Hayez. E nel contempo sentire bella musica ammirando le altre opere della pinacoteca, in buona compagnia o da soli, se si preferisce guardare in silenzio e meditare. Se questo per certi versi non è il paradiso poco ci manca. Provare per credere. L’occasione più vicina per questo «esperimento» individuale o sociale, per deliziare sensi vista e udito è giovedì 16 marzo a Brera, dove a partire dalle ore 18 fino alle dieci passate si potranno ascoltare gli allievi della Civica Scuola di Musica […]

  

In video / “Lost in Budapest”, al piano e nel cartoon c’è Chines

Da “Fantasia” in poi: quante grandi musiche sono state adoperate o composte per accompagnare o convivere alla pari con i disegni animati, che non di rado sono una forma non soltanto creata o adatta per l’infanzia, spesso capace di esprimere storie meravigliose e significative; che lo diventano ancora di più, con la musiche scelte per farle risaltare. E’ sicuramente il caso di “Lost in Budapest”, un racconto breve in video ispirato alla “Suite di Danze” del compositore del Novecento Belà Bartòk, opera in versione per pianoforte. Alla tastiera c’è il pianista Alberto Chines: un interprete di ottimo livello che per […]

  

Colonne sonore / Musica per film da sfogliare, in attesa di Frozen

A proposito di musica d’uso: a volte prima di andare a un concerto per musica da film (ma più in generale ai concerti) –con tanto di proiezione in diretta con l’accompagnamento “live” – è il caso dello spettacolo Frozen al Dal Verme di Milano dal 3 in poi – varrebbe la pensa documentarsi un attimo, non solo sullo show, in genere accompagnato da un buon programma di sala, ma anche sul genere. Dicevamo musica d’uso – che solo d’uso non è, visto che la colonna sonora al cinema è ormai considerata un espressione del nostro tempo. Sull’argomento, la musica per […]

  

Improvvisazioni / La chitarra di Muthspiel colpisce ancora

“Rising Grace”, il nuovo album del chitarrista austriaco Wolfgang Muthspiel. Inciso per Ecm, per diversi critici è uno dei migliori lavori jazz dell’anno che sta per finire. Per metterlo a punto l’autore ha chiamato lo stesso trio di “Driftwood” (Larry Grenadier al contrabbasso e Brian Blade alla batteria) che per l’occasione si è trasformato in un quintetto con l’aggiunta di Brad Mehldau al piano e Ambrose Akinmusire alla tromba. “Rising Gracè, il titolo, ha diversi significati: uno di questi riprende in qualche modo il titolo di un pezzo che amo molto, ’Falling Gracè, ma se lì le linee sonore sono […]

  

Ricerca / La musica emoziona? E’ una questione di Dna

Quante grandi voci del pop e del rock e talenti spenti in questo anno che sta per finire. Annus horribilis, si dice. Star del calibro di David Bowie, Keith Emerson, Prince e, ultimo della lista, George Michael, ci hanno detto addio. In alcuni casi personaggi guardati con interesse anche dal mondo della musica “colta”. Personaggi che a volte hanno mescolato il lorolinguaggio con altri, e viceversa. Creando risultati interessanti. I loro esiti e quelli di altri artisti del suono sono sempre più materia prima pergli studiosi: la scienza, per esempio, spiega perché la musica ha un effetto su umore ed […]

  

Cicli da camera / Se Ludwig va a braccetto con Igor

Dopo l’esecuzione in prima assoluta, lo scorso ottobre, del Concerto per violino e pianoforte n. 3 di Mario Castelnuovo-Tedesco, la nona e penultima tappa del viaggio del duo Luciani e Motterle per laVerdi entro le Sonate per pianoforte e violino di Beethoven torna su una traccia più convenzionale, ma non per questo meno interessante e coinvolgente, con una prima parte dedicata a Stravinskij, per poi lasciare spazio al Genio di Bonn. Appuntamento domenica 20 Novembre (ore 11.30), al M.A.C. in piazza Tito Lucrezio Caro 1 a Milano; in locandina: Igor Stravinskij, Duo concertant per violino e pianoforte; Scherzo, da L’Oiseau […]

  

Minimalismo / I primi 80 anni di Steve Reich

L’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma festeggia gli 80 anni del compositore americano padre del minimalismo, Steve Reich, con l’esecuzione di “Drumming” martedì prossimo nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza, da parte dell’Ensemble Ars Ludi. Si tratta di una performance in prima assoluta, un multivisual concert realizzato con l’ausilio delle più attuali tecniche di videografica. Questa rilettura di ‘Drumming’ darà infatti un grande risalto alla percezione interattiva del pubblico, che è stata ricercata dagli artisti minimalisti sin dagli esordi. La parte riguardante le immagini vedrà una totale riambientazione dello spazio scenico, grazie a un progetto di videomapping che ridisegnerà e animerà […]

  

Inediti / Quando Castelnuovo-Tedesco scrisse per Heifetz

“L’ottava e terzultima tappa del viaggio del duo Luciani e Motterle per laVerdi entro le Sonate per pianoforte e violino di Beethoven è l’occasione per una straordinaria e storica prima esecuzione mondiale, quella del Concerto per violino e pianoforte n.3 di Mario Castelnuovo-Tedesco, scritto su commissione del celeberrimo violinista Jascha Heifetz. Qualche volta una storia precede e suscita la musica. È il caso del Terzo Concerto per violino e pianoforte di Mario Castelnuovo-Tedesco, che narra del suo esodo dall’Italia, nel 1939, in conseguenza delle leggi razziali”, così viene presentato il nuovo appuntamento Luciani-Motterle al Mac di Milano: “Il Concerto fu […]

  

Notte elettronica / La poetica di Parmégiani e Fabris all'”Inner Spaces”

Continua con un programma degno di nota la rassegna di musica elettronica targata San Fedele a Milano. Per intenderci la manifestazione la cui direzione artistica è affidata all’esperto padre Antonio Pileggi: “Inner Spaces #2”. Oggi, 17 ottobre, in cartellone un compositore-star del genere: si tratta del francese Bernard Parmégiani (1927-2013). Nella sala dell’ente, dove viene anche custodito e impiegato uno dei pochi acusmonium sator al mondo (super diffusore sonoro, ndr), viene eseguito il seguente programma: immer/sound  (1999), Espèces d’espace (2002) e Reveries (2007). Ma ad aprire la serata sarà il giovane e ottimo compositore Francesco Fabris con la sua opera […]

  

Milano Musica / “Intonare la luce”, ritorna il tempo di Grisey

Torna “Milano Musica” che compie un quarto di secolo, bella notizia. Domenica primo concerto alla Scala di Milano. La musica, in grande stile, del “nostro tempo” resiste, tiene duro, riesce ad avere sorgenti, evolve e si propone, nonostante le sempiterne accuse di essere “nicchia”, “poco comunicativa”, certe volte “inascoltabile”. La star questa volta è il mitico francese Gèrard Grisey e il “suo” spettralismo (ovviamente in cartellone ci sono molti altri nomi). Ciò detto è bene che si spendano due paroline per definire lui e, per i comuni mortali, su che cosa è il cosiddetto, “spettralismo”. Così, magari per parlare anche […]

  

Contemporanea / Biennale musica 2016 al via, l’incontro con Sciarrino e Murakami (per cominciare)

Biennale Musica (contemporanea), si riparte. E’ la sessantesima volta. Chi non l’ha mai frequentata, almeno una volta nella vita lo deve fare. Sia che ascolti musica pop, rock, classica, moderna, antica, quant’altro. Il motivo è molto semplice. Chi si pone davanti alla musica con passione e non solo per farsi intrattenere, dovrebbe cercare di andare avanti. Non fermarsi al “mi piace” e “non mi piace”. Cercare di scoprire nuovi sentieri, linguaggi, sensi, per capire e guardare il mondo magari con occhi diversi. La musica apre, cambia. E così l’avvenura non finisce mai. E’ vero che la Biennale della Serenissima non […]

  

Festival / Sound of wander, una finestra sui compositori meno conosciuti in Italia

Compositori contemporanei meno conosciuti in Italia. Si è presa a cuore la loro causa un festival milanese che, grazie alla collaborazione Aspmc-Mdi ensemble, anche quest’anno presenta un cartellone degno di nota. Si tratta di “Sound of wander 2016”, otto appuntamenti, dal 6 ottobre al 20 dicembre nel capoluogo (info: http://www.aspmc.eu/?lang=it_IT). Alcune osservazioni. Intanto che spiace sempre vedere un festival-chicca lanciato nel bel mezzo di una certa quantità di manifestazioni consolidate e dedicate alla contemporanea o, più in generale alla musica (da MiTo a Milano e Torino a “Milano Musica”, passando per la Biennale Musica di Venezia) col rischio che i […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2017