Spagna, decostruire le coste dopo i folli anni della cementificazione

La spiaggia di Barcellona spazzata dai venti a 100km/h della Tempesta Gloria. La costa mediterranea della Spagna è stat pesantemente colpita dal passaggio della Tempesta Gloria /la Tormenta Gloria) che ha lasciato 3 morti e decine di milioni di euro di danni. Avere costruito troppo vicino al mare ha messo in pericolo le abitazioni e le strade.IL delta del fiume Ebro, la via d'acqua più lunga e importante di Spagna. La tempesta Gloria ha distrutto le coltura del delta, zona di grande agricoltura.

Il passaggio della “Tempesta Gloria” con la sua forza distruttiva, mai vista prima,  a base di vénti a 120 km/h, bombe d’acqua e onde altissime sulla costa meridionale della Spagna, ha invitato gli spagnoli a una riflessione: bisogna assolutamente rivedere i piani edilizi dei litorali, che, in parole più semplici, significa: basta costruire a due metri dalla battigia. Gloria ha ucciso 13 spagnoli e devastato spiagge, abitazioni, ristoranti, hotel e qualsiasi costruzione legale o illegale che si trovava sulla costa. I danni superano i 100 milioni di euro. Il parere del Collegio dei Geologi di Spagna(ICOG) è severo: ora è […]

  

Tre milioni di immigrati per la Spagna

Secondo José Luis Escrivá Belmonte, il 59enne ministro per la Sicurezza sociale, inclusione e migranti, la Spagna deve attrarre “milioni e milionid’immigrati”, lavoratori stranieri che sarebbero “necessari nei prossimi tre decenni per rispondere alla domanda del mercato del lavoro“. Per Escrivá, in carica dallo scorso 13 gennaio, solo così si eviterà la “giapponesizzazione” dell’economia e della società spagnola ma, il ministro, afferma che “dovremo spiegarlo alla società”. Escrivá è un economista indipendente indicato dal Psoe, uno dei partiti della coalizione di sinistra al governo insieme a Podemos, ai Socialisti Catalani (PSC) e alla sinistra radicale di Izquierda Unida (IU). Secondo l’economista-ministro, la Spagna non può permettersi l’accettazione passiva […]

  

Il Marocco si prende un pezzo di mare delle Canarie

La situazione diplomatica è tesa tra la Spagna e il Marocco dopo che il Paese di Mohammed VI, tramite una decisione del Parlamento, ha approvato, lo scorso mercoledì, un ampliamento dei confini marittimi con l’estensione dell’area di acque territoriali al sud delle isole Canarie.  Dietro questa decisione, c’è ovviamente, un tornaconto personale per i marocchini: i fondali di quella zona marina sono ricchi di giacimenti di tellurio e altre terre preziose e minerali, un’area in prossimità del monte sottomarino Tropic. Il tellurio è indispensabile per la fabbricazione di pannelli solari. E per il Governo della Comunità autonoma delle Canarie, estendere […]

  

Spagna, una Costituzione più femminile

Carta

Con il ritorno di un Governo composto da Socialisti, Podemos e partiti di Sinistra, in Spagna, rinasce il Ministero per l’Uguaglianza e le Pari Opportunità, fiore all’occhiello dell’esecutivo ai tempi del premier José Luis Rodriguez Zapatero. A questo giro, il dicastero responsabile di valutare le pari opportunità tra i sessi ed eventuali discriminazioni, è guidato da Irene Montero, la più giovane ministra, moglie del leader di Podemos e vicepremier Pablo Iglesias. Fin dall’approvazione delle leggi paritarie, da un lato è stata attuata una tutela più decisa per le donne maltrattate in un Paese che per decenni ha avuto il triste titolo […]

  

Le sardine di Barcellona, unite ma senza un’idea originale

Il movimento non ancora diventato partito politico delle “Sardine” che,  dallo scorso autunno sta riempiendo alcune piazze del Nord e Centro Italia, soprattutto quelle di Roma, Bologna, Parma e Modena, creatosi come risposta al populismo di destra della Lega di Matteo Salvini, dopo una fugace apparizione a dicembre a Madrid, presso la statua dell’orso a Plaza del Sol, domenica 19 gennaio si è riunito a Barcellona. Le  “6000 sardine Barcellona” si sono incontrate, dopo un tam-tam su Facebook e Twitter, a Plaça del Rei, a un passo dalla Rambla, come una sezione distaccata delle sardine italiane.  Secondo gli organizzatori erano in cinquecento domenica […]

  

Almodovar si mangia Favino

Pedro Almodovar, (al centro) 70 anni con Asier Gómez Etxeandía, (a sx) e Antonio Banderas (a dx), protagonisti della sua ultima pellicola "por y Gloria" in lizza per lìOscar nella categoria Migliore Pellicole Straniera

L’Academy di Los Angeles sceglie di candidare “Dolor y Gloria”, il film spagnolo scritto e diretto da Pedro Almodovar e lo ammette nella doppia cinquina di film stranieri da cui, il prossimo 9 febbraio, sarà premiata la miglior pellicola non di lingua inglese. “Il traditore” di Marco Bellocchio, pellicola sulla vita del pentito di mafia più illustre al mondo, Tommaso Buscetta, non ce la ha fatta, scartato dai giurati che non hanno apprezzato la straordinaria interpretazione di Pierfrancesco Favino. Spagna 1-Italia 0, anche il nostro Paese ha vinto molti più Oscar dei cugini iberici, tra registi, attori, attrici e pellicole […]

  

Da Madrid a Barcellona si viaggerà soltanto in treno

Ada Colau, sindaco di Barcellona al suo secondo mandato Suggerisce di eliminare la tratta di volo Barcellona-Madrid per i treni ad Alta velocità in modo da non inquinare.Uno dei super treni veloci dell'AVE, l'alta velocità spagnola che opera da oltre vent'anni. La linea Madrid-Barcellona è la più utilizzata: 600 km in 2h33m.

Ada Colau, sindaca di Barcellona, al suo secondo mandato lancia la sfida: da Barcellona a Madrid e viceversa, si andrà soltanto in treno. Basta con i voli di linea e quelli low-cost che inquinano. La tratta di 600 km tra le due città più visitate di Spagna da oltre vent’anni è coperta dal servizio dell’Alta velocità della Renfe, l’azienda statale delle ferrovie spagnole. È stata la prima linea veloce inaugurata ed è la più frequentata con una media di 2,3 milioni di passeggeri all’anno. Tuttavia le tariffe sono ancora molto alte: in media un biglietto in prima classe andata e ritorno […]

  

È nato e ha giurato il Governo di Pedro Sánchez

gov

La Spagna ha finalmente il suo nuovo Governo: i 22 ministri di Pedro Sánchez hanno giurato davanti alla Carta Costituzionale e in presenza di re Felipe VI. Sono 11 donne e 11 uomini, secondo l’apparente eguaglianza spagnola. Ci sono ben quattro vice premier che sono anche ministri, tra cui Pablo Iglesias, fondatore di Podemos che è a capo del dicastero dei Diritti Sociali. Per sua moglie Irene Montero, psicologa, ministra più giovane a 31 anni, il ministero dell’Uguaglianza. A capo dell’Economia, una donna, a capo del ministero per la Transizione Ecologica un’altra donna. E a capo del ministero del Lavoro, […]

  

Addio a Italo Moretti che ci raccontò il Sudamerica

Italo Moretti classe 1933, scomparso a 86 anni lo scorso 9 gennaio. Fu tra i primi a raccontare dal Cile il golpe di Pinochet per la Rai.

Prendo un momento per ricordare il collega Italo Moretti, scomparso pochi giorni fa, inviato per la Rai nel Cile del golpe di Pinochet e nella Madrid del post Franchismo. Fu anche direttore del Tg3. È morto a 86 anni, lo scorso 9 gennaio Italo Moretti, giornalista televisivo che per molti ani si è occupato di questioni iberiche e ispaniche per la Rai. Ha viaggio per molti anni per tutto il Sudamerica: nel settembre del 1973 fu tra i primi giornalisti ad arrivare a Santiago per raccontare il colpo di stato di Pinochet che era in atto. Divenne uno dei massimi esperti […]

  

La Allende racconta il dramma della Guerra Civil con gli occhi di un medico soldato repubblicano

La copertina del nuovo romanzo di Isabel Allende "Lungo petalo di mare" ambientato durante la Guerra Civile di Spagna.

“Non sarebbe mai riuscito a spiegarsi per quale motivo decise di introdurre tre dita della mano destra nella spaventosa ferita, di avvolgere l’organo e di comprimerlo varie volte, in modo ritmico, con calma e naturalezza […]. E allora sentì che il cuore tornava a palpitare tra le sue dita, all’inizio con un tremito quasi impercettibile e poco dopo con forza e regolarità”. Sono le prime righe del nuovo romanzo di Isabel Allende, “Lungo petalo di mare” (Feltrinelli). Prende vita così il libro, con un miracolo compiuto da un medico, che strappa a morte certa una vita.  Víctor Dalmau è un […]

  

Il blog di Roberto Pellegrino © 2020