CoranoAbbiamo purtroppo appreso che in Bangladesh 8 lupi solitari hanno brutalmente sgozzato 20 infedeli amici degli Usa (9 dei quali italiani) perché non conoscevano il Corano. Con tutta probabilità, questi terribili assassini non erano dei veri e propri fanatici di Allah ma trattasi ancora una volta di terrorismo interno (come a Orlando): il loro era puro e semplice odio contro i ristoratori perché in in passato erano stati visti spesso in quei locali e del tutto evidentemente reprimevano da tempo dentro di loro la voglia di essere anch’essi dei ristoratori.

Come che sia, un modo intelligente per estirpare il problema alla radice ci sarebbe. Corsi di Corano gratuiti per tutti. Pensateci, sarebbe la soluzione migliore per evitare inutili bagni di sangue da ambo le parti. Una sorta di assicurazione sulla vita grazie alla quale potremmo viaggiare senza rischi e che al contempo ci permetterebbe di risparmiare la vita a tutti coloro che, in fondo, hanno solo un problema irrisolto con loro stessi. D’altra parte la visione del mondo di questi terroristi non è troppo lontana dalla nostra. Anche nel nostro ordinamento l’ignoranza della legge non è ammessa. Ignorantia legis neminem excusat, recita una celebre espressione latina. L’unica differenza è che le loro pene sono un po’ più severe delle nostre. E allora forza, chiediamo ai nostri politici di darci la possibilità di studiare gratuitamente il testo sacro dei musulmani. Aiutati che Dio ti aiuta si dice, no? Inoltre, la pace e l’ordine mondiale ce ne saranno eternamente grati.

P.s. Guai a chi dovesse accostare l’Islam a questi episodi. Farebbe il gioco dei terroristi che vogliono la guerra totale. Perché se un giorno l’Islam moderato dovesse schierarsi a fianco dei tagliagole, lo farebbe per colpa nostra. Volete paragonare per caso la decapitazione all’esprimere un’opinione? Suvvia. E’ molto più condivisibile la prima.

P.p.s. Lo so, non si dovrebbero scrivere post ironici e provocatori su tragedie come queste. Ma ritengo che la realtà abbia ormai da tempo superato la fantasia, in peggio. E questo è il modo più efficace che riesco a trovare per esprimere profonda amarezza e frustrazione.

Per restare aggiornato sui post di questo blog visita e metti il like alla pagina Facebook L’antistato, blog di Nicolò Petrali

Tag: , , ,