E il buon maestro

Ricevo la lettera di un maestro elementare, un signore che lavora (con uno stipendio certo non da banchiere) per formare i nostri figli. Si frima Antonio Germino. é una bella pietanza per i nostri commensali habitue (vero giulio da siena?). Altro che la maestrina Spinelli. “Caro Porro, sono un maestro elementare con idee liberali, sono stato un fautore della Riforma Moratti e quindi della Gelmini, lei dirà cosa centra, centra,centra. Quello che succede ad Anno Zero, succede quotidianamente, negli uffici, nelle scuole perchè in questi ultimi 30 anni, abituati a non sentire più la parola No, ognuno è diventato un […]

  

La maestrina

oggi sul Giornale: Caro direttore Non mi sono fatto vivo sulla questione che mi ha toccato in prima persona, la settimana scorsa, nella trasmissione anno Zero. Come sai ho avuto uno scambio di battute piuttosto forte con Marco Travaglio. Mi sono permesso di dire: “sarà capitato anche a te di frequentare persone che non si sarebbe dovuto frequentare” . Niente di più: c’è la prova televisiva, si direbbe a Controcampo. Ne è scaturito un finimondo. Io sono diventato un “fascistoide”, un “poveraccio” e “un liberale del cavolo”. Passi per quello che è avvenuto in trasmissione. Gli animi in diretta si […]

  

Minacce e nota di servizio

Bene siamo arrivati alle minacce fisiche. Ue cari commensali non pensate che qua si voglia fare la vittima. Il mondo è pieno di cretini e chiunque sia suo malgrado un po’ visibile può essere oggetto di attenzioni. é la vita. Ho ricevuto decine di mail a questo blog di minacce: gli insulti forse fanno parte del gioco. Ma le minacce no, e dunque non le pubblico e non le pubblicherò. Non perdete tempo. Sentite, è uno dei pochi che pubblico perchè in fondo non è così minaccioso. Ha persino trovato il tempo di inventarsi un bel nick name vaffanculo a […]

  

La seconda aspirina

Ritenevo che i fan di Travaglio fossero peggio del loro modello. Mi sbagliavo: non tutti. Oltre a centinaia di insulti, ci sono infatti molti lettori affezionati di Travaglio che sono persone ragionevoli. Semplicemente sono stufi marci di un paese che non cambia nei suoi vizi diffusi. Molti dei miei critici infatti dicono una cosa semplice: quello che emerge dalle carte dell’inchiesta è una schifezza. Lo credo anche io con loro. Se avessero avuto la pazienza di togliersi i paraocchi lo avrebbero visto e sentito anche in trasmissione. A differenza loro ritengo però che da questa inchiesta, per il momento, manchi […]

  

L’aspirina

Molti mi hanno scritto della serata di ieri ad Anno Zero e ho pubblicato in altri post. La serata è stata lunga ma tutti si sono soffermati sul mio dibattito acceso con Travaglio. Non sono pentito. Non ho esagerato. Ho semplicemente detto un’ovvietà e cioè che chiunque può incorrere in frequentazioni dubbie, anche i campioni del moralismo. Qualcuno dice che la cosa è più grave per Bertolaso perchè trattatasi di pubblico ufficiale. Quel qualcuno si dimentica che i medesimi moralisti, nella medesima puntata, se la sono presa per certe frequentazione mafiose che hanno sfiorato inconsapevoli imprenditori, che pubblici ufficiali non […]

  

Il panino di Zaia

Il ministro dell’agricoltura ha ottenuto da McDonald l’inserimento di una panino McItaly all’interno del menù della famosa catena di polpette americane. Il cuoco, che di gusti se ne intende, non si scandalizza. Se è il modo per agganciare un po’ di business per le aziende agroalimentari italiane, perchè no? Petrini, quello dello Slow food e del fast cash, dalle colonne della Repubblica si dice scandalizzato. E come lui molti politicamente corretti. Cosa c’entra la cipolla di Tropea, con il Big Mac, si chiedono costoro? E ancora: non si possono confondere le prelibatezze italiane con il satana dell’omologazione. Hanno torto marcio, […]

  

il Blog di Nicola Porro © 2017