Le quote della Scemenza

Oggi il parlamento ha votato in modo bipartisan (tutti d’accordo) l’introduzione delle quote rosa nei cda delle società quotate. Al cuoco sembra davvero una scemenza. E’ come se mi obbligassero ad assumere almeno un quinto di donne nella mia cucina. Oppure se una legge mi imponesse di moderare e pubblicare almeno un quinto di post di donne. Ma il merito? Chissene frega del genere. Potrebbe anche darsi che in un cda si ritrovino solo donne, poichè tutte particolarmente qualificate per quel mestiere. O viceversa. L’introduzione delle quote è una roba da pazzi. Forse questo è il buon motivo per il […]

  

Da grande vorrei essere Orfeo

Cari commensali il cuoco da grande (per la verità un po’ grandino lo è già) vorrebbe diventare come Mario Orfeo. E voi vi chiederete chi è Mario Orfeo. Mario Orfeo è il mio mito e secondariamente il direttore del Messaggero. Io adoro Mario Orfeo. Mario Orfeo, diciamocelo oltre ad essere arguto, intelligiente, svelto, sveglio e giovanissimo è anche bello. é libero e sincero. Ed è stato il mio Bìisignani (senza offesa): l’unica volta che mi ha chiamato al telefono (via segretaria, del genere, attenda che le passo il direttore) io non stavo più nella pelle e quasi neanche più in […]

  

Bipiemme mi querela. Evviva

BPM: VALUTA INIZIATIVE GIUDIZIARIE CONTRO ARTICOLI DI STAMPA MANDATO A LEGALI BANCA PER TUTELARE INTERESSI (ANSA) – MILANO, 20 GIU – «La Banca Popolare di Milano, a seguito della decisione del Cda del 14 giugno scorso e acquisite le valutazioni dei propri legali, ha dato mandato» agli avvocati stessi «di intraprendere le opportune iniziative giudiziarie a tutela dei propri interessi in relazione all’articolo apparso l’11 giugno scorso su Il Giornale, a firma di Nicola Porro». È quanto comunica in una nota l’istituto guidato da Massimo Ponzellini. La banca di Piazza Meda, si legge nella nota, «sta altresì procedendo ad analoghe […]

  

Un disastro Popolare

È inutile girarci intorno. Se la Banca Popola­re di Milano fosse un’azienda normale oggi avrebbe due stra­de: portare i libri in tri­bunale o vendersi al migliore offerente a prezzi di saldo. Il mantra dell’Italia senza fallimenti bancari verrebbe clamorosa­mente smentito. Eppure nella nostra strana economia a metà strada tra il libe­ris­mo anglosassone e il socialismo conti­nentale, non assisteremo a nessuna del­le due evenienze. Per la decima banca italiana ci sarà una terza via. Bipiemme come tutte le banche popo­l­ari ha una catena di comando particola­re: una testa un voto. Insomma indipen­dentemente dal numero di azioni che uno possiede, in assemblea […]

  

C’è sinistra e sinistra

Fassino, neosindaco di Torino, ha subito detto che non tollererà ulteriori ritardi per i buchi in Val di Susa. Non ha intenzione di consegnare il futuro di questo paese agli scalmanati della No Tav e no tutto. Fassino disse anche, durante i momenti caldi della trattativa di Marchionne a Mirafiori, che i lavoratori avrebbero dovuto votare sì al referendum della Fiat. Quando vedo Vendola al Duomo e De Magistris con la sua raccolta differenziata ed il no al termovalorizzatore, penso proprio che un un Fassino vale centomila Vendola-DeMagistris.

  

il Blog di Nicola Porro © 2017