Elezioni.4 Chi vince, chi perde

Primo Bilancino di un parlamento ingovernabile. Parliamo dunque di dettagli. Vabbè il cav fa il miracolo e vince. Più per demerito di Bersani, che merito suo. Rispetto alle ultime elezioni perde infatti un botto di voti. Ma resiste. Insomma lo mettiamo nella colonnina dei vincenti. E se riesce a prendere il Piemonte (se la gioca con il pd per poche migliaia di voti) è il parito di maggioranza relativa al Senato. Bersani dona il sangue ai grillini, ma in una misura decisamente superiore alle attese. Il suo destino politico a questo punto è segnato. Grillo stravince. é ovvio. E riesce […]

  

Elezioni.3 La Camera è in Bilico

Secondo le prime proiezioni sulla Camera è ancora tutto in bilico. Tra cdx e csx ballano 0,5-1 punto percentuale, a favore di quest’ultima. Insomma siamo nell’intorno dell’errore statistico. I grillini, come si capiva dal Senato, fanno l’exploit. Ma grazie alla legge elettorale chi prende un voto in più degli altri si pappa il premio di maggioranza. Ci troviamo dunque con la Cemera bassa in cui un partito si porterà a casa 340 deputati, pari al 55 per cento dei seggi, con un 30 per cento (scarso) di consensi elettorali. Vale, per la sinistra, lo stesso discorso del Senato, è del […]

  

Elezioni.2 Dove è finita la sinistra

Se le proiezioni del Senato dovessero essere confermate ci sarebbe un pareggio tra la coalizione di cdx e quella di csx. Con il partito dei grillini, che non si è coalizzato con nessuno, che balla tra primo, secondo e terzo singolo partito a seconda delle regioni. In termini percentuali le rpime due coalizioni si spartiscono il 30 per cento dei voti a testa. I Grillini il 24 per cento. Sembra scomparsa l’estrema sinistra: Ingroia fa flop e anche il dato di Vendola (che è coalizzato con Bersani) sembrerebbe dalle prime proiezioni molto basso. Tutti ingredienti che fanno pensare come gra […]

  

Elezioni.1 Un parlamento bloccato

Come volevasi dimostrare. Ogni previsione sembra confezionata per essere smentita. Le prime proiezioni sul Senato danno un vantaggio al cdx di Berlusconi. Veneto, Lombardia, Sicilia e Campania, secondo le prime proiezioni de la7 danno in vantaggio il Cav. I grillini in grande ascesa e addirittura secondi in Sicilia, prima del Pd. Se così fosse e se il premio di maggioranza della Camera venisse assegnato al Pd (come dicevano i primi Istant poll) il parlamento non avrebbe una sola maggioranza. Un bel pasticcio. La Borsa, come spesso avviene, sembra non capire nulla della realtà politica italiana e soprattutto del suo sistema […]

  

Elezioni.0 Un paese normale

Sarebbe molto bello se fosse vero il pirmo istant poll di Sky. Il csx avrebbe una maggioranza chiara e netta nelle due camere. Il cdx sarebbe l’opposizione. Ingroia e il suo partito di comunisti e magistrati sotto lo sbarramento. La lista dei centristi in grande difficoltà. E il voto di protesta dei grillini molto ben rappresentato. In un paese normale non è un male che un partito che è stato all’opposizione si candidi a governare e ci riesca, come sembra avvenire a Bersani, senza alcun aiutino. Temo purtroppo che con il passare delle ore le cose si complicheranno, rendendo lo […]

  

Il software dell’Inps e la voce delle Imprese

Pubblico un comunicato stampa dell’associazione confindustriale che rappresenta i produttori di software getionale e fiscale. Perchè il cuoco lo fa? Questa comunicazione spiega a che livello siamo arrivati. Si intuisce che l’Inps con una sua circolare sta incasinando la vita di queste imprese. Che chiedono, pregano di rivederla. Ma soprattutto si capisce perchè non avremo mai non dico una Silicon Valley, ma un modesto distrettino tecnologico in questo paese. Se anche gli uomini stampa di confindustria sono costretti a spiegarsi come nel comunicato che leggete, vuol dire che siamo finiti. Un’impresa in Italia, oltre a subire vessazioni di tutti i […]

  

Il bilancio rosso di Stato

Oggi la banca d’Italia ha pubblicato il suo bollettino statistico sui nostri debitucci. Ha certificato ciò che già sapevamo: nel 2012 il debito pubblico è cresciuto di 81,5 miliardi. Attenzione i numeri che cuciniamo in questa zuppa non sono mai percentuali. Altrimenti mettendo in rapporto il debito al Pil, potremmo sempre pensare che il peggioramento della situazione sia solo un effetto ottico derivante dalle decrescita del Pil e non già dalla crescita del debito. Un po’ incasinato, ma spero sia chiaro il senso. Andiamo a vedere i numeretti. Come detto il debito è salito a 1988,4 miliardi di euro a […]

  

Orsi, Tori e Magistrati.

E se avessero ragione le imprese? Per anni abbiamo subito una cultura anti industriale (leggetevi piuttosto la lirica di Angelo Mellone «Acciaio Mare» sull’Ilva) per la quale impresa e profitto erano due bestie da combattere. Oggi il pregiudizio si è fatto più sofisticato. C’è un generale compiacimento per le indagini giudiziarie che bloccano le nostre aziende. Una brutta eco risuona più o meno così: «Ben gli sta». Il presidente di Finmeccanica è stato arrestato per una tangente (tutta da dimostrare) su un appalto riguardante degli elicotteri. «Stecca» che, anche per l’accusa, non sarebbe però finita nelle tasche del boss di […]

  

Equitalia vale un centesimo

Ieri l’Agenzia delle entrate, Equitalia Sud spa, e in ultima analisi il governo Monti hanno messo a segno un gran colpo. Di cui l’opinione pubblica non è ancora al corrente. Hanno pizzicato un evasore incallito (P.G.M). Il soggetto ha un’azienda e una serie di operai. Figura tipica del malaffare meridionale, si è azzardato a pagare in ritardo i contributi per le sue maestranze. Grazie a comportamenti di questo tipo, la pressione fiscale in Italia è insopportabile. Ma la scure della nostra amministrazione finanziaria è stata ben affilata negli ultimi anni. L’ignobile furbetto ha esagerato. Non solo si è permesso di […]

  

I veri conti delle Banche

Per capire qual è lo stato di salute delle banche italiane conviene fare un passo indietro. E andare al cuore dei loro affari, cioè i prestiti alle famiglie e alle imprese. Insomma cerchiamo di non perderci nei derivati (che pure possono fare molto male), sui ratio (cioè quei famosi parametri sintetici con i quali si misura la solidità di una banca) o sulle quotazioni di Borsa. La banca tradizionale raccoglie i nostri quattrini e li impiega nell’economia sotto forma di prestiti. Abbiamo preso le nove istituzioni finanziarie più importanti dell’Italia. E abbiamo cercato di leggere il loro vero stato di […]

  

L’Imu del Cav e le promesse degli altri

L’unico modo per affamare la bestia statale è toglierle il nutrimento. Tutti chiedono la riduzione delle imposte, ma chi fa una proposta concreta è un demagogo. È più falso promettere genericamente il calo della pressione fiscale o indicare un obiettivo e concentrarsi su di esso? La realtà è che chi si candida ad amministrare la Bestia, ha piacere che sia ben nutrita. I conservatori, in fondo, vogliono proteggere la spesa pubblica. I liberali semplicemente chiedono allo Stato di stare a cuccia: fare di meno, possibilmente meglio, ma soprattutto di meno. La proposta lanciata ieri da Berlusconi sulla restituzione dell’Imu (peraltro […]

  

il Blog di Nicola Porro © 2017