Qurinale, Ingroia e dintorni

Qualche appunto sullo scontro Quirinale-Procura di Palermo e sulle contraddizioni dei protagonisti di questa vicenda. 1. Ieri intervistato dal Corrierone il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, al giornalista che gli chiede da dove sono uscite le indiscrezioni sui colloqui tra Napolitano e Mancino replica: «A questa domanda non saprei rispondere. Sicuramente non dalla procura di Palermo che difficilmente avrebbe usato un settimanale come Panorama, pur legittimamente, mai molto tenero con la stessa». Risposta sbagliata. E se Panorama (come ad esempio il <Fatto) fosse stato tenero con la Procura sarebbe stato possibile usarlo per fare uscire le indiscrezioni? Il verbo […]

  

Vendola In Onda

Domani sera a In Onda ospitiamo Niki Vendola. Il cuoco è proprio curioso di sapere come questo grande affabulatore pensi di governare l’Italia. Speriamo che non lo faccia come ha fatto sinora con la Puglia. Ma con Vendola sarà da divertirsi. Ha spirito da vendere, linguaggio da dimenticare, e carisma da non sottovalutare. E poi la polemica con Fede…

  

Da grande vorrei essere Orfeo

Cari commensali il cuoco da grande (per la verità un po’ grandino lo è già) vorrebbe diventare come Mario Orfeo. E voi vi chiederete chi è Mario Orfeo. Mario Orfeo è il mio mito e secondariamente il direttore del Messaggero. Io adoro Mario Orfeo. Mario Orfeo, diciamocelo oltre ad essere arguto, intelligiente, svelto, sveglio e giovanissimo è anche bello. é libero e sincero. Ed è stato il mio Bìisignani (senza offesa): l’unica volta che mi ha chiamato al telefono (via segretaria, del genere, attenda che le passo il direttore) io non stavo più nella pelle e quasi neanche più in […]

  

Ancora sulle intercettazioni

Alcuni affascinati da Travaglio continuano a pensare che la pubblicazione delle intercettazioni del Cav siano perfettamente legali. Ovviamente non è così. Vi riporto alcune frasi dell’ intervista fatta dal Giornale a Boato (che fece la legge), non esattamente un berlusconiano. Marco Boato ride, poi spiega: «Peggio la pezza del buco. E così la dichiarazione del Procuratore di Milano, Bruti Liberati: dice che sulle intercettazioni indirette di Berlusconi è stata rispettata rigorosamente la legge Boato. Mi sembra un escamotage mal riuscito per coprire un errore clamoroso». Perché invece, secondo la legge del 2003 che prende il suo nome… “…è pacifico che […]

  

il Blog di Nicola Porro © 2019