Ucraina: a chi serve la tensione con Putin? Di certo non all’Europa

IMG_2468

L’Ucraina è un problema. E non solo per la Federazione Russa. L’escalation diplomatica avvenuta in seguito all’incidente occorso nel Mare d’Azov, che ha portato al sequestro, da parte della marina russa, di tre unità navali di Kiev che avevano varcato il confine delle acque territoriali russe dal Mar Nero, facendo rotta verso lo stretto di Kerch, è un problema soprattutto per l’Europa che poco ha da guadagnare da un ipotetico nuovo conflitto europeo. Tuttavia è sempre più chiaro che, dall’attuale Governo di stanza a Kiev tutto ci si possa attendere meno che un atteggiamento responsabile. Secondo quanto riportato dai video […]

  

Storia: il libro che il mainstream non vi farebbe mai leggere

IMG_2355IMG_2356

È un libro da possedere assolutamente l’ultima fatica saggistica di Marco Pizzuti, “Biografia non autorizzata della Seconda guerra mondiale“, recentemente pubblicata da Mondadori. E non soltanto perché il suo autore (romano, classe 1971, ex ufficiale dell’Esercito italiano e dottore in Legge), autentico e appassionato ricercatore e storico indipendente, ha già all’attivo una serie di titoli che hanno raggiunto un notevole successo editoriale (oltre 200mila copie vendute solo in Italia e otto volumi attualmente in pubblicazione in 19 Paesi del mondo), ma perché questo è un lavoro che, senza scadere nel becero e facile complottismo o nella faziosità politica, ma anzi […]

  

Black friday: il venerdì nero dei morti viventi

zombie

C’era una volta la civiltà che celebrava il venerdì santo, quello che precedeva la Pasqua. Chi oggi ha più di trent’anni potrà ricordarselo, oltre che per le ramanzine di nonni e genitori, che invitavano a non mangiare carne, come prescritto dalla tradizione (e che si divertivano di conseguenza a preparare manicaretti alternativi), anche come un’occasione in cui, soprattutto nell’Italia strapaesana e di provincia, la preghiera si tramutava in un momento di condivisione di un’esperienza mistico-comunitaria, culminante in quel grande e spettacolare evento che era la via Crucis. Col tempo il venerdì santo, lo si è celebrato senza dubbio con molto […]

  

L’esercito europeo? Serve. Nonostante e oltre Macron

4691860094_c06003878d_bBerlino, Angela Merkel riceve il neopresidente francese Emmanuel Macron

Contestato in Patria, dove la sua popolarità è ormai ai minimi storici, il presidente francese Emmanuel Macron ha trovato ascolto a Berlino, dove ieri, invitato dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, ha partecipato alle commemorazioni del centenario della fine della Prima guerra mondiale e ha avuto l’occasione di potersi rivolgere al parlamento tedesco. Così, sfruttando il palcoscenico, ha provato a rilanciare un’idea di riforma della costruzione comunitaria, tirando il ballo nuovamente il “sovranismo europeo“, già citato da Jean Claude Juncker in occasione del recente discorso sullo stato dell’Unione. L’inquilino dell’Eliseo, ha puntato, nel suo intervento e nell’incontro con gli esponenti dell’esecutivo […]

  

Puttane perché precarie. Il trionfo del “capitalesimo” (anticristiano)

precariatoansa - restelli - CRISI: AUTUNNO NERO OCCUPAZIONE,-88MILA POSTI NEL 2011cardini-310x206

Il “mestiere più antico del mondo” sembra tornato di gran moda in questi giorni. Così, in seguito alle recenti e infelici dichiarazioni degli esponenti del Movimento 5 Stelle, Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio, in particolare, appunto, quella sui giornalisti “puttane”, si è alzato immediatamente un coro unanime di indignazione, e anche il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha dovuto prendere le distanze dai suoi scomodi alleati. In realtà, dopo i primi fuochi, il vicepremier grillino ha provato a metterci una parziale pezza, dichiarando che “la libertà di informazione si garantisce prima di tutto migliorando le condizioni di lavoro dei giornalisti. Soprattutto […]

  

La verità è che gli fanno schifo i poveri

IMG_2079

“La Gran Bretagna ha praticamente raggiunto la piena occupazione.(…) Una buona notizia? Fino a un certo punto: perché in realtà molte industrie ora stanno facendo fatica a trovare dipendenti e questo spinge verso l’alto i salari, intaccando i profitti delle aziende. Un meccanismo perverso, che rischia solo di essere esacerbato dalla Brexit“. L’autore di queste righe è Luigi Ippolito. Si tratta di un corsivo pubblicato nei giorni scorsi dal Corriere della Sera, l’organo ufficiale dell’élite borghese nazionale. E nulla meglio di queste poche ma significative parole può spiegare quale sia realmente il comune sentire dell’establishment “anti-populista” o “anti-sovranista”, che dir […]

  

Erdogan: un equilibrista a Parigi

IMG_1970

Tra i leader più spregiudicati del panorama internazionale spicca certamente il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. Come si era già detto su queste colonne a proposito dell’affaire Khashoggi, il “sultano” di Ankara e, dietro di lui, il Qatar e l’intera filiera dei Fratelli Musulmani, dopo due anni a braccetto con Russia e Iran, stanno infatti tentando sempre di più un riavvicinamento all’Occidente e agli Stati Uniti, a danno dell’Arabia Saudita. Non è forse un caso che, in occasione di una visita al presidente ucraino Petro Poroshenko di pochi giorni fa, Erdogan abbia reiterato in maniera decisamente vigorosa il proprio sostegno all’integrità […]

  

Midterm: cosa può cambiare per il resto del mondo. E cosa no

IMG_1925

Un Donald Trump indebolito con un Partito Repubblicano che, come da previsioni, perde la Camera (la cui maggioranza è tornata al Partito Democratico) e mantiene il Senato. La sorpresa è l’avanzata dei candidati “socialisti” vicini al senatore democratico Bernie Sanders, come la giovanissima Alexandra Ocasio Cortez, 29enne (la deputata più giovane di sempre) che nell’area “dem“, ottengono risultati migliori rispetto ai moderati obamiani e clintoniani. Sono queste le indicazioni che vengono dalle elezioni di midterm americane, per il rinnovo dei due rami del Congresso. Ma, al di là degli scenari interni americani, che cosa cambierà davvero per il resto del […]

  

Sangue e trincee hanno forgiato gli italiani. Benessere e mercato gli “italioti”

IMG_1903IMG_1904IMG_1906

Ieri, 4 novembre, la Festa della Vittoria ha assunto un significato diverso dagli anni precedenti. Perché, proprio con la giornata appena trascorsa, si è chiuso ufficialmente il centenario della Grande guerra. Eppure neanche in un’occasione così solenne sono mancate le solite e stucchevoli polemiche, cui patetici politicanti di ogni colore proprio non riescono a rinunciare. Da un lato chi afferma che la Prima guerra mondiale sia stato un inutile massacro, un parto dell’imperialismo borghese e capitalista che ha condotto l’Europa a un trentennio di sfacelo. Dall’altro chi fa notare il valore patriottico della vittoria, l’unita’ nazionale compiuta nelle trincee dove […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2019