Terremotati e senzatetto? Si fingano di colore. Magari funziona

1528413453-senzatetto

Diciotti, SeaWatch. SeaWatch, Diciotti. Su qualsiasi canale ci si sintonizzi, qualunque quotidiano si legga, ormai sembra davvero che i problemi del Paese Italia si riducano a uno soltanto: i migranti. Eppure, grazie a questo ministro dell’Interno e in parte anche a quello precedente, gli sbarchi si sono drasticamente ridotti. Eppure ci sarebbero problemi ben più gravi di cui discutere: deindustrializzazione e fabbriche che chiudono, disoccupazione, precariato, perdita di influenza del Paese a livello internazionale, crisi geopolitiche. E invece no. Il tema sono sempre loro, i migranti. I giovanotti africani in fuga da guerre inesistenti (semmai in fuga dalla povertà indotta, […]

  

Da Caracas ad Aquisgrana: gli USA contro il mondo multipolare e lo storytelling sovranista

1548277539-lapresse-20190123215410-282662251548159837-getty-20190122120127-28249635

Che l’annuncio del ritiro delle truppe americane dal teatro siriano fosse semplicemente dovuto a un cambio nella strategia comunque imperialista della presidenza degli Stati Uniti (rispetto a quella precedentemente impostata dal deep state), piuttosto che a una supposta volontà “antisistema” di Donald Trump, lo si era chiaramente anticipato su questo blog. Il caos esploso ieri in Venezuela, con l’autoproclamazione del presidente dell’Assemblea Nazionale e leader dell’opposizione Juan Guaidò a presidente della Repubblica in luogo del capo di Stato eletto Nicolas Maduro, appoggiata dagli Stati Uniti, dimostra ora che le previsioni erano corrette. Ovviamente, come c’era da attendersi, è partito il coro dei media […]

  

Quando la giustizia passa sotto silenzio: il caso del geometra di Berlusconi

MILLS: CASSAZIONE; VERDETTO NELLE PROSSIME ORE

Sono tante le cronache di ordinaria giustizia che passano sotto silenzio. O relegate alle ultime pagine dei quotidiani locali, più o meno nei pressi dei necrologi. Quando Francesco Magnano, noto a tutti come il “geometra di Berlusconi”, fu prima indagato e poi condannato in primo grado a un anno e sei mesi per falso in atto pubblico, non fu certamente così: i giornali nazionali e lombardi non parlavano d’altro. “Condannato il geometra di Berlusconi”, era il titolo prevalente, con conseguente distruzione dell’immagine pubblica del personaggio. La storia era questa: il Magnano, all’epoca sottosegretario della Giunta regionale lombarda guidata da Roberto […]

  

Reddito di cittadinanza sbagliato? Può darsi, ma attaccare i poveracci fa schifo

povertà-quadro

Il risultato di dieci anni di riduzione della spesa pubblica in Italia (che non si è fermata, checché se ne dica, neppure con questo Governo)? Si può facilmente comprendere leggendo un’agenzia battuta questa mattina dall’ANSA: “le spese sanitarie sono un lusso per il 5,5% dei nuclei (familiari, nda), che arriva quasi all’8% fra le famiglie del Sud. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto C.R.E.A. Sanità – Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” che sarà presentato la prossima settimana”. Scopriamo inoltre che “il 17,6% delle famiglie residenti (4,5 milioni) ha dichiarato di aver cercato di limitare le spese sanitarie per motivi economici (100.000 in […]

  

Verso il ritorno degli euromissili. L’Europa tace (e quindi acconsente)

RSM-56-Bulava

Mentre da Londra arrivano notizie negative per la Brexit e anche per il Governo May, da Ginevra ne giungono altre, ancora più negative, ma per la sicurezza mondiale. L’incontro svoltosi ieri all’ONU tra le rappresentanze diplomatiche di Washington e Mosca per cercare di salvare il trattato INF sull’eliminazione dei missili a corto e medio raggio (cioè con una gittata tra i 500 e i 5.500 chilometri), siglato nel 1987 da Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov e ora minacciato dal proposito statunitense di ritirarsi dall’accordo, non avrebbe portato a nulla di positivo e si sarebbe concluso con un nulla di fatto. […]

  

La guerra del Tempio: escatologia del conflitto mediorientale. E non solo

cover_libroGianluca Marletta1528360596-jerusalem-129

A Gerusalemme, lo scorso mese di dicembre, è stato dedicato, in una curiosa cerimonia, l’altare per il Terzo Tempio. Un segnale di come la questione israelo-palestinese, spesso analizzata solo da un punto di vista  politico o geopolitico, presenti in realtà sfaccettature ben più complesse e, per certi aspetti, addirittura teologiche. Sfaccettature di cui parla, nel suo ultimo libro, Gianluca Marletta, scrittore e ricercatore e già autore e co-autore di notevoli saggi controcorrente come “Governo globale”, “Unisex” e “La fabbrica della manipolazione” e ora di questo nuovo e interessantissimo lavoro: “La guerra del Tempio. Escatologia e storia del conflitto mediorientale”, pubblicato da […]

  

Bolton in Medio Oriente per il ritiro dalla Siria? No, per contrastare la Cina (con Israele)

Gerusalemme, il Presidente Usa Donald Trump incontra il premier israeliano Netanyahu

A che cosa serve realmente il tour di John Bolton in Medio Oriente? Ufficiosamente si tratta di gestire il (presunto) ritiro delle truppe USA dalla Siria, annunciato da Donald Trump. Forse, però, c’è qualcosa di più. Le tappe previste per il Consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca sono significative: Israele, in primis, poi Turchia (che ha rifiutato l’incontro…), Giordania ed Egitto, dove, al termine della missione, Bolton dovrebbe fare degli importanti annunci. Si tratta, comunque, dei principali alleati regionali di Washington (manca solo l’Arabia Saudita). La sensazione quindi è che il viaggio serva, oltre agli scopi più o […]

  

Gli edifici sono a rischio crollo? Dirlo è “razzista” se ci abitano i neri…

NY FERGUSON PROTESTERS EN ROUTE TO THANKSGIVING DAY PARADE

Obbligare i proprietari di vecchie case in muratura non rinforzata ad avvisare con un cartello che gli edifici potrebbero crollare in caso di terremoto? Sarebbe un provvedimento “razzista” perché queste costruzioni sono abitate prevalentemente da cittadini di colore. L’ennesima follia figlia del cretinismo “politically correct” viene, come spesso accade, dagli Stati Uniti. In particolare da Portland, nell’Oregon, città simbolo del progressismo liberal a stelle e strisce (recentemente balzata agli onori delle cronache per il caso di una donna che ha rischiato addirittura il licenziamento dopo aver segnalato il parcheggio sulle strisce pedonali di un’auto di proprietà di una coppia di colore), […]

  

La sinistra si adegui: gli italiani di immigrati non vogliono più saperne. Si chiama democrazia

Immigrati

Il dibattito che in queste ore sta avvolgendo il Decreto Sicurezza è francamente stucchevole e ridicolo. Lo dicono i costituzionalisti, lo dice la legge. Il decreto va rispettato e fatto rispettare e i sindaci che non lo applicheranno dovranno essere eventualmente puniti con gli strumenti che le norme prevedono. Punto. Non ci sono storie. Osceno il comportamento di certa stampa che parla di “sindaci contro il Governo”, come se tutti i primi cittadini d’Italia stessero sollevando criticità di natura tecnica sul provvedimento del Ministero dell’Interno… Poi basta leggere i nomi (Orlando, De Magistris, Nardella) e tutto si chiarisce: ma quali […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2019