NY FERGUSON PROTESTERS EN ROUTE TO THANKSGIVING DAY PARADEObbligare i proprietari di vecchie case in muratura non rinforzata ad avvisare con un cartello che gli edifici potrebbero crollare in caso di terremoto? Sarebbe un provvedimento “razzista” perché queste costruzioni sono abitate prevalentemente da cittadini di colore.

L’ennesima follia figlia del cretinismo “politically correct” viene, come spesso accade, dagli Stati Uniti. In particolare da Portland, nell’Oregon, città simbolo del progressismo liberal a stelle e strisce (recentemente balzata agli onori delle cronache per il caso di una donna che ha rischiato addirittura il licenziamento dopo aver segnalato il parcheggio sulle strisce pedonali di un’auto di proprietà di una coppia di colore), dove un regolamento comunale, che chiede ai proprietari di questo tipo di case ed edifici di avvertire del loro potenziale collasso in caso di sisma con una segnaletica apposita, è stato ferocemente contestato dagli attivisti della NAACP – National Association for the Advancement of Colored People. Gli attivisti sono scesi in piazza lo scorso sabato, in occasione dell’entrata in vigore del regolamento, approvato nel mese di ottobre 2018.

Questo è un edificio in muratura non rinforzata: gli edifici non rinforzati in muratura potrebbero non essere sicuri in caso di un grave terremoto”. Questo, che ha tutto l’aspetto di essere un normalissimo e doveroso avviso di sicurezza, è il contenuto del cartello “incriminato” dagli attivisti. È importante notare che Portland, secondo gli esperti, è un’area a elevato rischio sismico e sarebbero circa 1600 gli edifici obsoleti interessati dalla nuova normativa. “Due anni fa, uno studio dell’Oregon State Universityha riportato ad esempio lo scorso mese di agosto l’Associated Pressha concluso che i terremoti lungo la linea di subduzione della Cascadia si verificano con una frequenza un po ‘più grande di quanto i ricercatori avevano inizialmente sospettato. Lo studio ha concluso che esiste una probabilità del 15-20% di un terremoto al largo della costa dell’Oregon nei prossimi 50 anni. I terremoti della zona di subduzione sono i più forti della Terra“.

Eppure questo nuovo regolamento, secondo la NAACP, “esaspera una lunga storia di tradimenti sistemici e strutturali di fiducia e di politiche di sfollamento, demolizione e spoliazione predicate su classismo, razzismo e supremazia bianca”. Chi ci capisce è bravo. Ma bravo davvero.

Tag: , , , ,