Per zittire le sardine basta un treno regionale

regional-train-1429842_960_720

Viadotti crollati, frane. In Italia, in questi giorni, si susseguono momenti drammatici. Eppure l’attenzione mediatica sembra concentrata prevalentemente sulle “sardine”. Il movimento anti-salviniano, sedicente spontaneo, nato in Emilia Romagna (guarda caso) il cui leader è tal Mattia Santoni, che parrebbe essere collaboratore di una rivista legata a Romano Prodi, si pone l’obiettivo di arginare la crescita delle destre in vista del voto regionale di gennaio. Fanno tanto rumore, le sardine. Eppure per zittirle basterebbe poco, pochissimo. Per la precisione un treno regionale. Che c’entrano i treni, vi starete chiedendo. C’entrano per il fatto che la banale retorica anti-leghista di questi […]

  

La geopolitica del futuro? È quella del litio

battery-3281346_960_720

Quando si tratta di politica internazionale e, soprattutto, di geopolitica si è abituati a collegare le crisi che sorgono in questo o in quel Paese, con l’inevitabile lotta per il controllo delle fonti di materie prime, in particolare il petrolio o il gas. Eppure, visto lo sviluppo della mobilità elettrica, c’è un’altra commodity che è da ritenersi strategica per le politiche di sviluppo delle grandi potenze mondiali. Si tratta chiaramente del litio, con il quale vengono realizzate le batterie ricaricabili delle automobili “green”, ma anche degli utilizzatissimi smartphone. Un metallo la cui domanda è sempre più elevata negli Stati Uniti, in […]

  

Dalla Bolivia all’Iran: quelle crisi che investono i nemici degli USA

1486465894-khamenei

Mentre nella Bolivia ricca di litio e legata da accordi economici e commerciali con la russa Rosatom, tra malcelate manifestazioni di soddisfazione da parte della diplomazia statunitense, è pienamente riuscito il golpe di fatto che ha spodestato il presidente eletto Evo Morales, di cui perfino l’Economist, organo di stampa certamente non ascrivibile all’elenco dei media simpatizzanti con il mondo del socialismo sudamericano, ha scritto che “a differenza di altri leader latino americani con tendenze all’autoritarismo (…) ha dominato il suo paese più con il consenso che con la coercizione”, un golpe che, peraltro, dopo le proteste degli indigeni e la […]

  

30 anni senza Muro, 70 anni di NATO. Davvero l’Alleanza è nata in funzione anti-sovietica?

1384001863-muro-berlino-0

Pochi giorni fa, il 9 novembre, si è celebrato il trentennale della caduta del Muro di Berlino. Ma il 2019 è anche l’anno in cui cade il 70esimo anniversario dalla fondazione della NATO. Un’alleanza militare nata, secondo le letture più tradizionali, per contrastare il blocco sovietico ma che, appunto, trent’anni dopo il disfacimento di quest’ultimo, è ancora ben presente e salda in Europa. Chi qui scrive ne ha allora approfittato per scambiare due chiacchiere con Roberto Motta Sosa, saggista, studioso di storia delle relazioni internazionali, membro del gruppo di analisti di “Geopolitica.info”, portale del Centro studi di Geopolitica e Relazioni Internazionali. […]

  

Evo Morales e la Bolivia: il socialismo sudamericano sotto attacco

La Sapienza conferisce un dottorato di ricerca honoris causa a Evo Morales

Cosa sta accadendo in Bolivia? Evo Morales, il presidente fresco di dimissioni, era per il Paese andino una vera icona. Ex cocalero (operaio coltivatore di coca) ed ex sindacalista, capo di Stato dal 2006, il primo indigeno ad ascendere al seggio presidenziale, Morales è uno degli uomini simbolo del socialismo latinoamericano. Inviso agli statunitensi fin dalla prima candidatura, quella del 2002, durante i suoi tre mandati ha attuato politiche socio-economiche che sono andate in senso contrario rispetto alla vulgata liberista, con, tra le altre cose, la nazionalizzazione delle risorse di gas naturale e la realizzazione di una grande massa di […]

  

Ma quale razzismo: serve una Commissione straordinaria sulla povertà

poverty-1148934_960_720

Secondo un rilevamento dell’Eurostat in Italia il 30% dei cittadini disabili con limitazioni funzionali è a rischio povertà. Ma, nel belpaese, anche i bambini non se la passano bene: secondo dati di Save the Children negli ultimi dieci anni il numero dei minori in condizioni di povertà assoluta è triplicato, raggiungendo quota 1,2 milioni e passando dal 3,7% del 2008 al 12.5% del 2018. E i loro genitori? Anche per loro la situazione è tutt’altro che florida. Stando a una recente indagine in Italia il 12% dei lavoratori è a rischio indigenza: cioè una persona su sette, contro una media europea del 9,4%. […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2019