Si chiamava Bobby Sands. E morì da eroe

Due giorni fa correva l’anniversario della sua morte. Si chiamava Bobby Sands, ed era un 27enne irlandese militante dell’IRA, l’Irish Republican Army. Lasciò questa terra il 5 maggio del 1981, dopo essersi lasciato morire di fame in un carcere inglese, quello, tragicamente noto per i soprusi e le proteste che si svolsero al suo interno, di Long Kesh. Non mangiava da oltre due mesi Bobby. Insieme a lui, che dall’inizio dell’hunger strike (lo sciopero della fame) era stato nel frattempo eletto come parlamentare, se ne andarono, in quello stesso anno e allo stesso modo, tra il medesimo mese di maggio […]

  

Piazza San Sepolcro. 23 marzo 1919

Nella giornata di domani saranno trascorsi 100 anni esatti dal 23 marzo del 1919. In quella data, in piazza San Sepolcro, a due passi dal Duomo di Milano, veniva siglato l’atto costitutivo dei Fasci Italiani di Combattimento. Iniziava così ufficialmente la storia del fascismo. Di quella, cioè, che Mussolini stesso ebbe a definire “la più audace, la più originale e la più mediterranea ed europea delle idee”. E audace, il fascismo, in quel 1919, lo era di certo. Leggendo oggi il primo manifesto dei Fasci, pubblicato il 6 giugno dello stesso anno su Il Popolo d’Italia, ci si rende effettivamente conto […]

  

Dresda e Montecassino: quei “crimini democratici” e il suicidio d’Europa

Nei giorni scorsi, in particolare quelli dal 13 al 15 febbraio, cadeva una ricorrenza drammatica per l’Europa. Una ricorrenza che, purtroppo, solo molto raramente viene menzionata, forse perché ancora considerata troppo “politicamente scorretta”. Insomma, uno di quei “crimini democratici” che non sta bene ricordare. Negli stessi identici giorni del 1945, infatti, un bombardamento alleato distruggeva per sempre uno dei tesori storici e architettonici del vecchio continente: la città barocca di Dresda. Un patrimonio dell’identità continentale raso al suolo da oltre 4mila tonnellate di bombe incendiarie ed esplosive, un anno esatto dopo il brutale abbattimento (15 febbraio 1944) dell’abbazia di Montecassino, […]

  

Gli angeli di Gorla: quando a uccidere sono i “buoni”

Brutta faccenda la guerra. E strana, anche. Strani e mai conosciuti fino in fondo sono i motivi che la scatenano. Ma ancor più strana è la storia della guerra. Scritta, come sempre, dai vincitori. E così, quando passano gli anni, la storia produce sempre una classifica dei morti. Ci sono quelli da ricordare tutti i giorni, quelli che divengono addirittura ideologia. E poi ci sono quelli scomodi. Quelli che, purtroppo, portano cucita la macchia di non essere vittime dei “cattivi” (cioè i perdenti), ma dei “buoni”. I vincitori. Su di loro cala inevitabile il silenzio. Non che se ne neghi il […]

  

Craxi e Sigonella: l’ultimo conato di vera sovranità. Prima del buio

Viviamo un’epoca in cui ci si è abituati a considerare come un dato di fatto il timore di ministri e premier per una semplice dichiarazione fuori posto, poichè questa potrebbe infastidire gli onnipotenti e ingovernabili mercati. Sperimentiamo quotidianamente un periodo storico in cui oscuri burocrati ed economisti spadroneggiano nei programmi televisivi di approfondimento dedicati alla res publica, in luogo dei rappresentanti del popolo eletti per occuparsene. In questo scenario desolante diventa difficile e forse addirittura doloroso ricordare un episodio come la crisi di Sigonella. Difficile, ma necessario. Perchè, quel mese di ottobre di 33 anni fa, di fatto, l’Italia esalava l’ultimo […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>