Il “doppismo” della sinistra, tra miserie e ipocrisia

Per la sinistra la doppia morale non è una patologia, né un capriccio snob da vanitosi salottieri. È qualcosa di più: è una caratteristica congenita, un pezzo del suo Dna; è come il microchip sottopelle che i grillini credono che ci stiano impiantando a tutti (tranne a loro). Senza doppia morale la sinistra non saprebbe come muoversi nella giungla della storia, più o meno come Tarzan senza liana. La doppia morale è un riflesso condizionato da inseguire ad ogni costo mettendoci tutto l’ingegno possibile, un po’ come fa Vil Coyote con lo struzzo. Quelli di sinistra indossano la doppia morale […]

  

Mauro Rotelli: l’ennesimo caso di una giustizia assurda

“Pronto, ciao Mauro, ma è vera ‘sta storia?”. “Quale storia?” “Che c’è un mandato di arresto nei tuoi confronti”. È l’Ottobre del 2007 quando Mauro Rotelli, giovane assessore della giunta di centrodestra di Viterbo, riceve a casa questa telefonata da un suo amico cronista. Dopo pochi minuti di smarrimento, ne riceve una seconda; è la sua segreteria: “Assessore dovrebbe venire in ufficio; c’è la polizia giudiziaria”. Il tragitto verso l’assessorato è breve, meno di 5 minuti in scooter. Viterbo è una città piccola, un gioiello medioevale che ha mantenuto intatta la sua dimensione comunitaria. Lungo il percorso Rotelli viene avvicinato […]

  

Comunismo e jihadismo: due volti dello stesso orrore anticristiano

Papa Francesco è in Albania, a rendere omaggio a una delle comunità cristiane più oltraggiate nella storia del ‘900. Qui, nella terra delle aquile, dal 1946 al 1990 prese forma una dei più allucinanti sistemi di oppressione anticristiana che il mondo ricordi: il regime comunista albanese. Lo racconta un libro straordinario, che andrebbe fatto leggere nelle nostre scuole: “Il sangue di Abele”, di Padre Zef Pllumi, francescano eroico sopravvissuto alla persecuzione. Il libro è una cruda testimonianza di come fu messa in piedi una fabbrica della follia e dell’orrore sotto forma di sistema sociale; è la storia di crimini, torture, […]

  

La discesa libera di Obama

Obama doveva cambiare l’America. Lo ha fatto, ma in peggio; almeno secondo l’opinione degli americani. Negli Usa i sondaggi sull’operato del primo presidente nero della storia americana, si susseguono a ritmo incalzante. L’avvicinarsi delle elezioni di midterm aumentano l’interesse dell’opinione pubblica e il giudizio, ma i numeri, per Obama, sono imbarazzanti. Qualche tempo fa pubblicammo il sondaggio dell’Università di Quinnipiac in cui risultava che, per i suoi connazionali, Obama era il “peggior presidente dal dopoguerra ad oggi”; persino dopo Nixon e Bush. Lo stesso sondaggio decretava Ronald Reagan il migliore davanti a Kennedy e a Eisenhower. L’immagine interna di Obama continua […]

  

Renzi e l’ansia da prestazione

Il renzismo sta entrando nella sua età più difficile: superata l’infantile visione del mondo nell’ovattata Firenze cattocomunista, protetto da “mamma-partito” che provvedeva a tutto ciò di cui il piccolo Renzi aveva bisogno, e oltrepassata la fase adolescenziale del conflitto col padre (la rottamazione), ora Renzi si confronta con quella difficile età che sta a cavallo tra l’imberbe giovanilismo e la consapevolezza di una propria, non chiara, maturità. E’ una fase delicata perché oscilla tra l’eccesso di sicurezza, il vigore della gioventù e l’inesperienza che porta a inaspettati fallimenti. La potremmo definire una fase acuta di ansia da prestazione che accompagna […]

  

I numeri della guerra di Gaza

Per l’Occidente, il contrasto militare all’espansione dell’integralismo islamico implica lo scontro con una diversa concezione della guerra che hanno islamisti e gruppi jihadisti. Isis, Al Qaeda ma anche Hezbollah e Hamas applicano quella che, tecnicamente, gli analisti chiamano “guerra asimmetrica”; una guerra non convenzionale che tende rendere inutilizzabili alcuni criteri giuridici ed etici fondanti: dalla distinzione netta tra combattenti e civili, al rispetto degli accordi di tregua, al trattamento dei prigionieri di guerra. Per questo l’Occidente si trova spesso in un difficile equilibrio tra il rispetto delle regole internazionali e il rischio di inseguire questi soggetti nella loro idea di […]

  

Così Obama vuole spingerci alla guerra contro Putin

Si chiama S2277, ed è un documento ufficiale del Senato americano, depositato il 1° Maggio scorso da 22 senatori repubblicani. Il titolo è “Russian Aggression Prevention Act” e la sua funzione è di “prevenire ulteriori aggressioni della Russia all’Ucraina e ad altri Paesi dell’Europa  e dell’Eurasia”. In pratica, il documento è la pianificazione di come avverrà la guerra alla Russia e di come gli Stati Uniti la stanno preparando. Ciò che in questi giorni sta attuando la Nato in Polonia, in Romania e nei Paesi Baltici è solo un inizio già scritto in questo documento, che aiuta a capire com’è […]

  

Piss Christ: l’arte ignobile che umilia anche chi non crede

Andres Serrano è un artista americano; crea immagini per interpretare la realtà e il senso delle cose. In teoria farebbe lo stesso mestiere di Caravaggio, Klimt, Picasso, Munch, Sironi, se non fosse che lui usa la fotografia. Andres Serrano è famoso in tutto il mondo per una sua sola opera del 1987: s’intitola Piss Christ, letteralmente “Il Cristo di piscio”. Una fotografia che ritrae un crocifisso immerso nell’urina dello stesso pittore. L’opera è stata esposta in questi giorni in un museo francese (ad Ajaccio) provocando la contestazione rumorosa di molte organizzazioni cattoliche, cosa avvenuta ogni qual volta l’opera è stata […]

  

Il blog di Giampaolo Rossi © 2017