Ucraina: le tante verità non vere sul Boeing malese

La storia dell’aereo malese abbattuto nei cieli ucraini il 17 luglio scorso è emblematica, nella sua tragicità, del modo in cui i media occidentali raccontano le notizie e gestiscono quel fenomeno dell’istinto che si chiama opinione pubblica. Ricapitoliamo la vicenda: Il 17 luglio scorso un Boeing-777 della Malaysia Airlines, in volo da Amsterdam a Kuala Lampur con 298 persone a bordo, viene abbattuto da un missile nella provincia di Donestk, in territorio ucraino a 40 km dal confine russo. Nelle ore immediatamente successive, il governo ucraino attribuisce ai separatisti russi la responsabilità dell’abbattimento. Il giorno dopo il disastro, il Presidente […]

  

La “presa in giro” delle banche

L’amico imprenditore del nord-est è persona seria. Si muove da oltre 30 anni nel settore dell’agroalimentare; ha aziende affermate sul mercato italiano ed estero, capacità manageriali di altissimo livello e fatturati che testimoniano la vitalità delle sue imprese. È uno di quegli imprenditori italiani che produce ricchezza per sé e per il paese. Ieri mi ha chiamato sconvolto: “Oggi mi è successa una cosa assurda”. “Cosa?” “La mia banca ha chiamato e mi ha chiesto se potevo fare loro il favore di prendermi un fido di 500 mila euro a tassi stracciati; meno dell’1%”. “Beh, mi sembra ottimo; forse qualcosa […]

  

ISIS: se i “complottisti” hanno ragione

I complottisti sono di due tipi: i “patologici” e gli “ignari”. I primi sono quelli che pensano che l’intera storia del mondo sia spiegabile sotto forma di congiure, grandi vecchi manovratori, trame oscure di cui solo loro sono a conoscenza. Quello di cui soffrono è una malattia vera e propria, una sorta di disturbo ombroso che si portano dentro e scaricano sul divenire della storia. Per certi versi sono dei semplificatori di realtà: niente processi complessi, niente eterogenesi dei fini. Da Filippo il Bello ai Rosacroce, dai Protocolli dei Savi di Sion, all’11 Settembre, per loro è tutto un profluvio […]

  

È ufficiale: Travaglio porta sfiga

È ufficiale: Travaglio porta sfiga. Per carità, non stiamo dicendo che è uno iettatore; con quel suo aspetto da angelo vendicatore ne è esteticamente lontano. Non ha occhialini tondi e neri, non veste quasi mai di scuro, non porta lugubri cappelli; però porta sfiga uguale. Se avete velleità politiche o state per decidere una vostra discesa in campo nell’agone elettorale, pregate che Travaglio non posi su di voi la sua benedizione giornalistica; se lo fa, siete spacciati. Non basterà candidarvi alle elezioni comunali in Uganda; la vostra carriera politica è segnata. Chi ha deciso di cimentarsi con l’arte di Aristotele, […]

  

Il blog di Giampaolo Rossi © 2017