Il cervello di Trump

trump2Manchurian_Candidate21trump

BRAINWASHING Nel 1967, il governatore del Michigan George Romney era considerato uno dei potenziali candidati repubblicani alla presidenza; l’America stava provando ad uscire dallo choc per l’assassinio di J.F.Kennedy (ci sarebbe rientrata un anno dopo con l’omicidio di suo fratello Bob) e Lyndon Johnson, il vicepresidente che ne aveva preso il posto, maturava la decisione di non candidarsi di fronte al disastro del Vietnam che lui aveva prodotto. I repubblicani vedevano così la possibilità di riconquistare la Casa Bianca e la candidatura del mormone Romney (padre del Mitt che poi sfiderà Obama nel 2012) appariva per certi versi favorita anche […]

  

L’Occidente arma chi lo vuole distruggere

1b72bfdb-f3b6-4b7f-b76e-70bee27a2169saudogismain-qimg-251774f0ef263262935cb953d5e2dd01-c

“L’ISIS LEGALIZZATA” Nel Marzo del 2016 il Presidente francese François Hollande consegnò la Légion d’Honneur al principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed ben Nayef. La notizia trapelò solo perché l’agenzia saudita SPA (di proprietà della famiglia reale) celebrò l’avvenimento con il risalto e l’enfasi che si addicono ai grandi eventi di prestigio internazionale. L’Eliseo prima non confermò, poi non smentì; infine ammise secondo la perfetta procedura del “dico-non dico” di molte Cancellerie europee. La cosa scatenò le ire funeste di tutte le organizzazioni umanitarie; da Amnesty International a Human Rights Watch fu un susseguirsi di “buuuh!” e “vergogna!”. A consegnare la più […]

  

La resa Usa in Siria

KERRY-AND-LAVROV62141ac2bd2bd2feabad63130ebagenda-kirkpatrick-blog480

L’AMERICA IN UN VICOLO CIECO L’accordo per il cessate il fuoco in Siria, raggiunto lo scorso 9 Settembre tra Stati Uniti e Russia, segnerebbe una resa totale degli Usa in Medio Oriente. Non proprio una vittoria della diplomazia. A scriverlo è una fonte non sospettabile di parzialità: Debka, sito vicino all’intelligence israeliana. Secondo gli analisti di Tel Aviv, l’accordo è “una brusca inversione di Washington” rispetto alle posizioni assunte nel vertice tra Obama e Putin a margine del G-20 a Pechino appena tre giorni prima. In quell’occasione il Presidente americano aveva annunciato il fallimento dell’accordo per “mancanza di fiducia”. Cosa sarebbe avvenuto in pochi giorni […]

  

I rampolli inglesi alla corte di Putin

Putin 2putin137C1AA8B00000578-3767423-image-a-93_1472660011073

LA RUSSOFOBIA INGLESE Gli inglesi sono ossessionati dalla Russia. E non da ora; almeno dal 7 Luglio del 1807 quando, sopra il ponte di barche sul fiume Nemunas, lo Zar Alessandro I e Napoleone firmarono la pace di Tilsit. Fu in quell’occasione, si raccontò nei circoli di Londra, che lo zar bisbigliò al Bonaparte il suo disprezzo per gli inglesi: “li detesto quanto voi e sono pronto ad aiutarvi in qualsiasi impresa contro di loro”. Poi si sa come andò a finire: cinque anni dopo Napoleone invase la Russia e 400.000 francesi ci lasciarono le penne. Ma in Inghilterra quella […]

  

Charlie Hebdo: voi siete come l’Isis

IMG_1849

TAGLIAGOLE E DISEGNATORI Che differenza c’è tra i tagliagole dell’Isis e i disegnatori di Charlie Hebdo? Qualcuno di voi dirà: beh, che domanda stupida! Una differenza enorme. I primi sono assassini fanatici, integralisti e seguaci di un Dio totalitario e repressivo; i secondi sono campioni della libertà d’espressione e della laicità dell’Occidente; tanto che quelli dell’Isis ne hanno fatti fuori una dozzina. Non è vero! Tra loro non c’è differenza. Sono entrambi figli di una stessa visione malata del mondo che disprezza la morte e quindi disprezza la vita. Nel loro sangue scorre lo stesso nichilismo del nostro tempo. SATIRA E […]

  

Il blog di Giampaolo Rossi © 2017