Delirio filo-islamico dell’élite

imagesISLAM_burqa_niqab

DA MANUALE PSICHIATRICO I media progressisti non cessano di stupire. La loro sottomissione ai dogmi del multiculturalismo è ormai da manuale psichiatrico. E all’interno di questa ottusità ideologica, intellettuali e politici continuano ad abbracciare un ecumenismo filo-islamico che è ormai una vera e propria patologia compulsiva di auto-distruzione. L’ultima prova ce la offre The Indipendent, quotidiano britannico della sinistra pacifista ed eco-liberal. Nel pieno dello scandalo Weinstein ha ospitato qualche giorno fa un editoriale dal titolo emblematico: “Come l’Islam può aiutarci a prevenire gli abusi sessuali”. L’autore si chiama Qasim Rashid ed è un importante avvocato americano impegnato in prima […]

  

Goodnight Hollywood! Weinstein, Polansky e l’ipocrisia liberal

Australian Academy Of Cinema And Television Arts International Awards Ceremonyo-OSCARS-2013-facebook

Più predicano i loro valori progressisti di miliardari gaudenti, più inciampano nell’ipocrisia di quella società patinata che rappresentano. Hollywood è l’immagine riflessa di questo Occidente trasformato in fiction, eterna sceneggiatura di un mondo stellare e corrotto dove ogni sogno è possibile; dove ricchezza, eccessi, potere, violenza diventano l’unica legge nella giungla di una libertà senza regole; trasfigurazione di uomini e donne innalzati a miti, che in realtà, svestiti i panni degli eroi del nostro immaginario simbolico, svelano le miserie della loro natura e di quella finzione che incarnano. La storia di Harvey Weinstein, il mega produttore newyorchese che per trent’anni […]

  

Giuseppina e la colpa di essere italiani

giuseroma-baraccopoli-foto-di-alessia-mastropietro-2-933923

UN ALBERO NOBILE Alla fine ce la faranno. Riusciranno a sconfiggere il terribile abusivismo commesso da una vecchietta di 95 anni, terremotata. Ieri, Giuseppina Fattori era stata costretta a lasciare la sua casa in legno a Fiastra, vicino Macerata; una casa priva dell’autorizzazione paesaggistica e costruita in attesa che qualcuno le restituisse quella che il terremoto le aveva spazzato via un anno fa. Giuseppina, lasciata la sua “capanna di legno”, si era trasferita a casa di uno dei figli non dopo aver posto una resistenza commovente ed eroica con le uniche armi a disposizione: le sue lacrime. Oggi, lo sfratto è stato […]

  

L’Orco partigiano e la bambina fascista

giuseppinaghersidownload

L’OCCHIO SULL’INFERNO Non è una favola. È una storia vera. Parla di Orchi trasformati in eroi e di una bambina trasformata in vittima sacrificale di bestie feroci. “L’ orrore era rimasto impresso sul suo viso, una maschera di sangue, con un occhio bluastro tumefatto e l’altro spalancato sull’inferno”. Così racconta Stelvio Muraldo, l’uomo che notò il corpo della piccola Giuseppina Ghersi tra il cumulo di cadaveri abbandonati davanti al cimitero di Zinola poco fuori Savona, in quei giorni di Aprile del 1945; macabro regalo lasciato alla storia del nostro Paese da giustizieri partigiani, eroici campioni di atrocità impunite. “Erano terribili le […]

  

Papa Francesco Soros

Udienza generale di Papa Francesco20160815130848-no-borders-ventimiglia

M’INQUIETA Lo dico con la morte nel cuore, ma questo Papa m’inquieta. M’inquieta il suo estremismo ideologico, l’assenza di profondità con cui sembra affrontare temi epocali che scuotono dalle fondamenta la nostra società. M’inquieta la sua puntuale strategia mediatica, perfettamente coerente con le esigenze del mainstream da cui sembra golosamente attratto. M’inquieta il fatto che lui dica esattamente quello che le élite mondiali vogliono sentir dire. M’inquieta, su alcuni temi, vedere la Chiesa di Roma succube dello Spirito del Tempo, in linea col peggior mondialismo tecnocratico la cui deriva stiamo scontando sulla nostra pelle. M’inquieta, sull’immigrazione, sentire un Papa parlare […]

  

L’ultimo sudista e l’America di fine stagione

Screen_Shot_2017-08-14_at_7.40.26_PM_c45-0-2514-1440_s885x516 (1)image1-DMID1-5brjvutst-640x360

GIUSTIZIATO SENZA PROCESSO L’ultimo soldato sudista è stato giustiziato ieri l’altro a Durham in North Carolina; non si era asserragliato in un bunker, né si nascondeva nella giungla come l’ultimo giapponese. Stava lì in piedi all’aperto in una pubblica piazza, sopra un’aiuola ad attendere i suoi aguzzini. L’ultimo sudista era armato di un vecchio fucile Enfield calibro 58 non funzionante che ha tenuto abbracciato fino alla fine. Un tribunale del popolo ha deciso di giustiziarlo in pubblico, condannandolo a morte senza processo per un reato che ha commesso 157 anni fa. Il reato era, appunto, quello di essere stato un […]

  

Canaglia schiavista

Roberto Saviano-2-12035B04BB000003E8-0-image-a-6_1495235383029

SILENZIO PARLA IL PROFETA È inutile che vi girate dall’altra parte fischiettando. Ce l’aveva con voi gentaccia da quattro soldi, xenofobi di periferia, volgari populisti dalla provincia profonda. La “canaglia razzista” di cui ha parlato il Profeta, siete voi. Come chi è il Profeta? Ma allora siete anche ignoranti oltre che razzisti. Il Profeta è Roberto Saviano, l’intellettuale, il guru, il Maestro Venerabile del Pensiero Collettivo, il dispensatore di parabole politically correct, il puntuale riempitivo dei salottini televisivi di Fazio da 11 milioni di euro (con i soldi vostri). Insomma, lo scrittore di Gomorra, quello per cui l’umanità si divide […]

  

“Allah is gay”: il cortocircuito multiculturale

mosqueAllah-is-Gay-640x480

LA MOSCHEA “FEMMINISTA” Quando, nel Giugno scorso a Berlino, è stata inaugurata la prima moschea “progressista”, tutti i giornali del mondo ne hanno parlato. La fondatrice Seyran Ates, avvocatessa curdo-turca, ha affermato che l’unico modo per combattere l’integralismo è: “introdurre un marchio femminista e liberal nella fede islamica”. E così nella moschea, non solo donne e uomini possono pregare insieme, ma imam maschi e femmine si alternano nella preghiera, cosa inaccettabile per la tradizione musulmana; inoltre la moschea è aperta anche ai gay di fede islamica e persino per ai “non musulmani” che possono andare lì e pregare il loro Dio. […]

  

Nuovi italiani: 400 mila in due anni. Lo Ius Soli non serve

conferimento cittadinanza ok-2bandierine242 Giugno: celebrazioni a Torino

UN BOOM DI CITTADINANZE Solo nel biennio 2015-2016 gli stranieri che hanno ottenuto la cittadinanza italiana sono stati quasi 400 mila; per la precisione 178.000 nel 2015 e 202.000 nel 2016. È quanto risulta sommando i dati del Bilancio Demografico Nazionale pubblicato annualmente dall’Istat. Nel 2015, i 178 mila nuovi italiani hanno rappresentato un +37% rispetto al 2014; mentre i 200 mila nuovi italiani del 2016, un +13% rispetto al 2015. Nel conteggio sono comprese le acquisizioni di cittadinanza “per matrimonio, naturalizzazione, trasmissione automatica al minore convivente da parte del genitore straniero divenuto cittadino italiano, per elezione da parte dei […]

  

Donald chi? Ovvero, la libertà della destra

trump120920_ann_coulter_ap_328Milo-in-Make-America-Great-Again-hat-1

DONALD CHI? Cento giorni sono pochi per giudicare l’operato di un Presidente americano; in fondo sono appena il 7% del suo mandato. Eppure nessun inizio è stato più discusso, controverso, rinnegato, riabilitato, come quello di Donald Trump. Per capire che disastro era stato Obama, non bastarono i suoi primi 4 anni; tanto che uno dei peggiori Presidenti Usa fu rieletto in maniera scontata. Ancora oggi, schiere di replicanti obamiani, in America e in Europa, trovano miliardi di giustificazioni per assolverlo o semplicemente ignorare il suo fallimento. Eppure Obama ha potuto governare avendo al suo fianco l’intero sistema di potere globale: […]

  

Il blog di Giampaolo Rossi © 2017