Spioni e Dissimulatori

Henri Cartier-Bresson, Bruxelles 1932

OPERAZIONE DISINGANNO L’ordine di scuderia è partito nelle ore immediatamente successive allo scoop di Repubblica/Espresso sullo spionaggio Usa all’Italia: “dissimulare, dissimulare, dissimulare”. E così mentre il Governo metteva in scena la pantomima della protesta ufficiale italiana con convocazione dell’ambasciatore Usa e dichiarazioni di sdegno (a cui gli americani rispondevano con un diplomatico “chissenfrega“), nelle stanze dei fedeli servitori euro-atlantici si organizzava “l’operazione disinganno”. In un paese normale, la notizia che il capo del Governo democraticamente eletto è stato assiduamente spiato da una nazione straniera (per di più alleata), avrebbe tenuto banco nel dibattito politico e giornalistico per giorni; avrebbe interessato […]

  

Putin-Netanyahu, nuovo asse in Medio Oriente (con Berlusconi)?

Vladimir+Putin+Benjamin+Netanyahu+President+U1xgFMzAaIwx

Più di due settimane fa, Vladimir Putin ha telefonato al Premier israeliano Benjamin Netanyahu proponendogli investimenti russi per lo sviluppo di una delle risorse energetiche più importanti di Tel Aviv: Leviathan, il giacimento di gas naturale al largo delle coste israeliane. La Russia sarebbe disposta ad investire nell’operazione tra i 7 e i 10 miliardi di dollari per la protezione del giacimento e per la realizzazione del gasdotto sottomarino con la Turchia che consentirebbe l’esportazione di gas israeliano in Europa. A darne notizia è Debka, sito vicino alle fonti di intelligence israeliane. COS’È LEVIATHAN? Leviathan è il giacimento di gas naturale off-shore […]

  

Le lettere di Soros e il “manovratore” della crisi ucraina

soros

TRE LETTERE HACKERATE Si chiamano CyberBerkut e sono un gruppo di “hacker” ucraini filo-russi. Negli ultimi tempi ne hanno combinate di tutti i colori: sono stati loro a rendere pubblica su You Tube la famosa telefonata tra Victoria Nuland (responsabile per l’Eurasia della Casa Bianca) e l’ambasciatore americano a Kiev; e sempre loro hanno hackerato siti Nato, violato la mail dell’ambasciata Usa e di molti ministeri ucraini, bloccato telefonini di esponenti del governo di Kiev, danneggiato sistemi informatici. Un mese fa sono penetrati nel server  del Presidente ucraino Poroshenko e hanno tirato fuori tre documenti firmati da George Soros, il multimiliardario finanziere e […]

  

Se Scalfari dà ragione a Berlusconi

scalfari

L’OMELIA DEL PAPA LAICO È una di quelle notizie inverosimili da scuola di giornalismo, tipo: uomo morde cane, oppure, banchiere presta soldi senza usura; insomma una di quelle storie che tu le leggi e dici: ohibò, ma la realtà si è rovesciata? Domenica scorsa, Eugenio Scalfari, il guru della sinistra, l’uomo che parla solo con il Papa e con Dio quando non dà loro buca per eccesso di snobismo radical-chic, ha dato ragione a Berlusconi. Nel suo solito editoriale su Repubblica, quella sorta di Dolce Euchessina settimanale con cui il nume titolare del partito/giornale di De Benedetti è solito purgare […]

  

Il garantismo alterno del card. Bagnasco

bagnasco

PREMESSA NECESSARIA La cultura liberale non si scandalizza se la Chiesa entra a gamba tesa nella politica italiana, perché riconosce il ruolo pubblico della religione e non la relega ad una questione privata (come vorrebbero i laicisti). La Chiesa è realtà storica complessa, portatrice di un Annuncio che attraversa la vita degli uomini e il destino del mondo da oltre duemila anni. Per il credente essa è “corpo mistico” ma, nello stesso tempo, fondante realtà sociale che forma la nostra identità; non è solo un suo diritto intervenire ma addirittura un suo dovere per il ruolo che rappresenta e il […]

  

Forza Italia e la balla del moderatismo

Via di mezzo

SIC ET SIMPLICITER Il leader gollista Sarkozy è tornato ad essere il modello di riferimento dei “moderati” di Forza Italia; è bastato che l’ex presidente francese, alle ultime amministrative, bloccasse il pericolo Le Pen, per far traslare “sic et simpliciter” la situazione d’oltralpe su quella italiana. Il ragionamento è, più o meno, questo: se Sarkozy ha arginato la Le Pen significa che noi possiamo arginare Salvini che è il Le Pen italiano, basta che facciamo come Sarkozy. Se la politica fosse una traduzione simultanea di una lingua straniera, basterebbe dotarsi di un buon traduttore, un auricolare o qualche sottotitolo è […]

  

Ruby e il “rodimento” di Repubblica

Repubblica1

QUANTO “JE RODE”? Il titolo più straordinario e fantasmagorico è quello di Repubblica: “La Cassazione salva Berlusconi”. Per il giornale di De Benedetti, Berlusconi non è stato assolto, ma è stato “salvato”. In questo titolo si riflettono la rabbia e il livore con cui Repubblica ha accolto la notizia. Affermare che Berlusconi è stato salvato implica, in un certo senso, che Berlusconi era colpevole ma che per qualche oscuro motivo non è stato condannato; un riflesso inconscio che però porta ad una conclusione clamorosa per un giornale-partito che ha fatto della devozione alla Boccassini e alla Procura di Milano, il […]

  

“Caro Mu’ammar…tuo Tony”

UNA LETTERA È il 26 aprile del 2007 quando l’allora premier britannico Tony Blair, prende carta e penna e, su carta intestata “Downing Street”, scrive una lettera: “Caro Mu’ammar, spero che tu e la tua famiglia stiate bene…” Mu’ammar è il colonnello Gheddafi. Nella lettera, Blair si rammarica del fatto che un tribunale britannico si sia opposto ad un caso di estradizione a Tripoli e spera che questa decisione non comprometta “l’efficace cooperazione bilaterale che si è sviluppata tra Regno Unito e Libia negli anni recenti”, soprattutto “nel settore cruciale della lotta al terrorismo”. Blair si riferisce a due esponenti […]

  

Berlusconi, Renzi e il prestigio dell’Italia (in due video)

Cari amici di sinistra, guardate questo video (cliccando sulla foto) Se eliminate tutti i vostri pregiudizi, le vostre preclusioni ideologiche, il vostro incontrollabile desiderio di denigrare sempre e comunque l’avversario, cosa vedete? Vedete un Presidente del Consiglio italiano parlare davanti al più importante parlamento del mondo, quello americano, riunito e riempito in ogni ordine e grado. Vedete membri del Congresso Usa, conservatori e democratici, accorsi ad ascoltare l’alleato europeo con attenzione, forse curiosità, sicuramente rispetto; concentrati verso un discorso di una profondità semplice che spiegava il senso di ciò che lega un’idea di libertà tra due popoli ed un’alleanza che […]

  

Meno Stato, più libertà: i due shock necessari

PIÙ STATO O MENO STATO? Il dibattito a sinistra è attraversato da una domanda surreale: occorre più Stato o meno Stato? Qualche giorno fa Massimo D’Alema è stato categorico: intervistato dal Corriere della Sera ha detto che bisogna “riscoprire il ruolo dello Stato come forza propulsiva dello sviluppo”. Di questi tempi, davanti alla dimensione mostruosa e inefficace della “mano pubblica”, chiedere più Stato per uscire dalla crisi è come pensare di rendere sobrio un alcolizzato dandogli più alcool. La realtà è che lo Stato è troppo presente e asfissiante con la sua burocrazia, con i suoi costi, con un’oppressione fiscale che […]

  

Il blog di Giampaolo Rossi © 2017