Maratona delle Dolomiti, in bici dove osano le aquile

Domenica mattina  all’alba toccherà pedalare. Saranno in più di ottomila a sfidare le Dolomiti: chi sul percorso breve di 55 chilometri, chi ( più coraggioso) su quello lungo di 138. In ogni caso sarà dura perchè senza tregua bisognera scalare le cime che hanno fatto la storia del Giro d’Italia:  Campolongo, Pordoi, Sella Gardena. E ancora Campolongo , Giau e Falzarego. Non è uno scherzo, servono cuore, gambe e coraggio anche se si va piano e si corre per partecipare. La Maratona delle Dolomiti non è una granfondo è <la granfondo> sogno spesso proibito di migliaia di appassionati cicloamatori che […]

  

Maratona e tacchi a spillo

Facile andare a una cena in tacchi a spillo, molto molto più difficile partecipare a una maratona. È l’originale sfida lanciata da Hansaplast: una vera e propria mini-marcia (80 metri in tutto) da percorrere calzando rigorosamente scarpe o sandali stiletto organizzata per il 4 luglio alle ore 15.30 in Largo la Foppa a Milano. E come ogni competizione che si rispetti, anche la Glamarathon di Hansaplast ha previsto per i vincitori un premio adeguato: tra tutti i partecipanti verranno estratte tre paia di scarpe, firmate niente meno che Manolo Blahnik, shoes-guru di fama mondiale e designer preferito dalla patita delle […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Galeotto fu il Tour de France

Vietato andare in fuga. Ovviamente. Detto di una gara ciclistica sembra un non senso ma se i corridori di quella gara ciclistica sono detenuti beh, allora, il senso c’è eccome. Si sta svolgendo in Francia il <Tour de France> penitenziario. E’ una cosa seria: salite, discese, tapponi di pianura per due settimane di corsa e 2.300 chilometri con arrivo a Parigi sui campi Elisi proprio come fanno Armstrong, Contador e compagni. Il gruppo è un gruppone di oltre 200 elementi tra detenuti, guardie penitenziarie e allenatori che da Lille attravreserà mezza Francia. Hanno tutti la stessa maglia bianca con i quadrifogli […]

  

A Milano i marziani vanno di corsa

Arriva il giorno dello <sbarco>: si corre con i marziani alla conquista di Milano. Si corre anche per aiutare la piccola Rebecca malata di Sma. Con un piccolo gesto, cioè consegnando un fiore che spiega cos’è l’atrofia muscolare spinale alla gente che s’ incontra. Tutto come da programma. Via alle 9.15 da piazza Castello, e giro in centro per una cinquantina di podisti appassionati e sorridenti. C’è anche qualcuno che corre non per la prima volta ma quasi. Gioia e Giulia, due mie colleghe  si uniscono al gruppo e con qualche difficoltà arrivano fino alla fine. Brave. Come è andata […]

  

Triathlon, uno “sprint” per i campionati italiani

Settecentocinquanta metri a nuoto, 20 chilometri in bici e 5 di corsa: il triathlon <sprint> è tutto qui , ovviamente si fa per dire. Specialità più breve e forse più accessibile dell’Olimpico, questa disciplina sta conoscendo negli ultimi tempi  un successo sempre crescente e la prova è il <boom> di iscritti ai campionati italiani in programma domenica a  Gaggiano.  Al via sono attesi più di mille traitleti che si daranno battaglia nelle acque e sulle strade del Boscaccio, una bella oasi di verde a pochi chilometri da Milano. A difendere il titolo tricolore conquistato lo scorso anno a Lecco ci saranno Alessandro […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Un “calcio” alla maratona

Si fa presto a dare un calcio alla maratona: basta un’ora e mezzo. Novanta minuti su un campo di calcio  e <lunghi>, ripetute e scatti in salita su un maledetto ponte della tangenziale li butti  via nel sospiro di un tackle. Allunghi la gamba, ti ricordi che quando avevi vent’anni <entravi in scivolata> e il quadricipite della tua coscia e la tue caviglie ti si rivoltano contro.  E’ la resa,  tutta in una smorfia. Con chi ti sta attorno a dire: <Ma caspita, se ti alleni tutti i giorni…>. Non è la stessa cosa: sono due mondi. Il calcio sta alla […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

I podisti che arrivano da Marte

<Ma tu lo sai che la domenica mattina  nel centro di Milano non c’è nessuno?>. Fabrizio  mi fa una domanda ma conosce già la risposta. <E’ talmente vuota che con alcuni amici  abbiamo deciso di trovarci per correre: da via Dante al quadrilatero, alla Galleria…praticamente soli e senza dar fastidio a nessuno>. Così un <manipolo> di runners sono diventati i <podisti di Marte>: prima dieci, poi trenta poi cinquanta…e continuano a crescere. Una piccola storia  cominciata una mattina di quest’inverno quando signora impellicciata se li è visti sbucare davanti in Galleria: <Ma da dove venite…da Marte?>. E la piccola favola metropolitana dei <marziani> è […]

  

Dalla Maratona al triathlon…il passo è “lungo”

<Beh, ma se già corri e vai in bici, perchè non fai triathlon?>. Già pèrchè? Innanzitutto perchè non è così semplice, c’è la frazione di nuoto, bisogna correre dopo essere stati in bici e se volete continuo… E poi perchè un conto è allenarsi per una maratona, altro miscelare tre discipline simili solo perchè si fa sempre tanta fatica. Tutta questa premessa per dire comunque che, anche se difficile, c’è chi ci prova e ce la fa. Qualche giorno fa sul sito di Smarathon (www.smarathon.eu) mi hanno sorpreso le foto di Cristian Belpedio “trionfante” all’arrivo del triathlon olimpico di Ostia: 1 chilometro e mezzo […]

  

Maratona, famola strana…

Cominciamo da Daniela Vassalli che domenica scorsa ha vinto a Berlino la quinta tappa del Vertical Running World circuit. L’azzurra ha scalato i 39 piani, 770 gradini e 128 metri di dislivello dell’Park Inn Hotel  che si trova nella centralissima Alexanderplatz, in 4 minuti e 14 secondi. Non male, non c’è che dire. Quella della gare in verticale, cominciata come un <esperimento>,  ora è diventata una specialità vera e propria con tanto di federazione,  specialisti e  un suo tour mondiale sulle cime dei grattacieli più alti del mondo:  dall’Empire state Building di New York,  alla Tapei Tower al nostro <Pirellone>.  Ma tra le […]

  

Vincent, un meccanico in maglia rosa

Una pedalata più forte col piede destro, la ruota davanti che si inclina e Denis Menchov che vola per una decina di metri sul pavè dei Fori Imperiali. Mancano 900 metri alla fine del Giro d’Italia . La maglia rosa è a terra, la sua bici contro le transenne, Danilo De Luca  sbarra gli occhi davanti al megaschermo che sta sul traguardo e i tifosi guardano il cronometro che continua a scorrere. Nel ciclismo non c’è <time out> e lo sa bene Vincent Hendricks,  olandese, 36 anni un passato da corridore dilettante e un presente da dipendente della Rabobank, la squadra del […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  
il blog di Antonio Ruzzo © 2017