Ultra trail del Monte Bianco: Jornet fa il bis

Per il secondo anno consecutivo, il giovane skyrunner spagnolo di 23 anni Kilian Jornet ha vinto la <North Face Ultra Trail du Mont Blanc>, l’ultra maratona più dura d’Europa che si svolge sulle pendici del Monte Bianco.  Jornet è giunto al traguardo di Chamonix (Francia) dopo aver impiegato 21 ore 33 minuti su un percorso estremo di 166 chilometri con un dislivello di quasi 10 mila metri. Alle sue spalle, distanziati di più di un’ora, sono arrivati il francese Sebastien Chaigneau e il giapponese Tsuyoshi Kaburaki. In questi casi basta la notizia: c’è poco da commentare…

  

Navigli milanesi, una pista ciclabile (meravigliosa) che scricchiola

A giudicare da quanti ciclisti la percorrono ogni domenica mi sembra parecchio <battuta>. Si parla di piste quindi l’aggettivo ci sta. Parlo della ciclabile che da Milano, dalla Darsena per la precisione, porta fuori città. Ai milanesi che non la conoscono consiglio vivamente di farla almeno una volta nella vita, ai non milanesi suggerisco che potrebbe anche essere l’occasione per una <vacanziella> e  scoprire che Milano non è solo il Duomo, la madonnina e via dicendo. Parlo della ciclabile del Naviglio Grande perchè ieri ci sono stato con moglie e figli ( tre) ed è stata una pedalata davvero suggestiva. […]

  

Strongman run, una corsa “pazzesca”

Come direbbe il ragionier Fantozzi questa è davvero una corsa <pazzesca>. Sinceramente ho visto le immagini e la <Fisherman’s friend strongman run> tutto mi sembra fuorchè una gara podistica di quelle che si preparano con lunghi, medi , scatti e ripetute. Una gara così si corre con un gruppo di amici per farsi due risate: forse. Perchè comunque deve essere una faticaccia immane: salite, arrampicate, scivoli, fango balle di fieno da scalare, corde e getti d’acqua. Insomma gli organizzatori non  fanno davvero economie per alzare la soglia della sofferenza dei settemila che si allineano al via. Non so perchè ma mi sono fatto […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

La maratona più hard delle Alpi: 238 km da scalare in bici

Domani mattina mattina all’alba oltre 4mila e 500 ciclisti partiranno da Solden in Austria, nella valle tirolese dell’Otzal, puntando verso il Brennero. In bici da corsa affronteranno la più temuta granfondo ciclistica d’Europa. La Otztaler Radmarathon  è giunta alla su 29ma edizione: è la competizione più dura e impegnativa delle Alpi, aperta a professionisti e dilettanti. Una corsa per gente allenata che si snoda lungo un percorso unico di 238 km con 5.500 m di dislivello, chiuso in parte al traffico. Si parte dalla valle tirolese dell’Ötztal attraverso il Kühtai (2.020 m), proseguendo in direzione Brennero (1.377 m), si sconfina […]

  

Corse estreme, via all’ Ultra trail del Monte Bianco

    Girando intorno alla maestosità del Monte Bianco da Chamonix a Courmayeur. Centosessantasei chilometri, tre Paesi attraversati e quasi diecimila metri di dislivello con cui fare i conti. La <North Face ultra trail du MOnt blanc> che è partita oggi dalla piazzetta centrale di Chamonix è tutta qui, in queste tre cifre. Si fa per dire ovviamente. E’ una gara durissima per atleti <fuori concorso> soprattutto se si tiene conto che lo scorso anno il vincitore, lo spagnolo Kilian Jormet, ha concluso la sua fatica in  20 ore, 56 minuti e 59 secondi. Incredibile se si pensa che gente normalmente allenata un […]

  

Atletica, dopo Berlino la rivoluzione

Nessuna medaglia ai mondali di atletica di Berlino. Non si è aperto neppure il paracadute di Alex Schwazer che, diciamolo subito, se avesse trionfato nella marcia non avrebbe comunque salvato la spedizione azzurra. Così non resta che gioire per un settimo posto nell’asta di un ritrovato Giuseppe Gibilisco. Un po’ poco per una nazionale che da Mennea a Baldini, da Cova alla Dorio alla Simeoni ha sempre fatto bottino. Troppo poco se si considera la nostra storia. Ma il presente purtroppo è questo. Non so e non mi interessa sapere se ci siano colpe, responsabilità, cosa serva cambiare o quale sia la […]

  

Maratona mondiale: prima volta senza azzurri

Segnatevi questa data ma non per ricordarla. Il 22 agosto 2009 per la maratona italiana sarà infatti una data da dimenticare in fretta. Domani si corre la maratona mondiale  maschile, ma l’Italia non sarà presente ed è la prima volta che capita nella storia di questa specialità. Il forfait  di Ruggero Pertile è il segnale definitivo che siamo in crisi nera. Bordin, Pizzolato, Leone, fino a Stefano Baldini sono la storia. Il presente è che al via di Berlino non ci saranno azzurri. Dopo le olimpiadi di Pechino era stato il tecnico azzurro Luciano Gigliotti a lanciare il grido di dolore: <All’orizzonte […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Armstrong, un “cannibale” in mountain bike

Lo so, Eddy Merckx era Eddy Merckx. Ma Lance Armstrong che dopo un anno torna a correre in Colorado la Leadville 100, una delle più dure gare di mountainbike del pianeta e vince, secondo me è <cannibale> allo stesso modo. Non mi stupisce il fatto che abbia dominato. Mi affascina  che Armstrong sia tornato sulle Rocky Mountains, si sia sciroppato sei ore e mezzo di bici, abbia scalato monti e pietraie per più di 3mila metri, si sia fatto più di 100 chilometri di fuga solitaria probabilmente solo perchè lo scorso anno era arrivato secondo. E non gli  era andata giù. <L’anno […]

  

Correre sui sentieri dei contrabbandieri

Emozioni da skyrunner. Correre come i camosci arrampicandosi laddove nemmeno si immagina e salire su fino a toccare il cielo con un dito. Panorami da mozzare il fiato con le gambe che spesso non ce la fanno e allora ci si aiuta spingendo con le mani sui muscoli delle cosce. Il 5 settembre in val d’Aosta si corre la Collon-Trek. E’ la gara dei contrabbandieri perchè il percorso che unisce le vallate di Bionaz, nell’Alta val Pellline, e quella d’Herens, nella Svizzera Vallese, era anticamente utilizzato proprio per  traffici poco raccomandabili. Si va in altissima montagna per 24 chilometri  correndo in coppia cioè […]

  

Diane, la maratoneta senza memoria

Lei corre, si allena, vince gare estreme tra i ghiacci dell’ Alaska e  per farla rientrare a casa le mettono sassi e segnali sul percorso, un po’ come le briciole di Pollicino. Se no si perde. Altrimenti non sa dove andare. Tempo, spazio e direzione per lei ormai non hanno più valore.  La storia è quella di Diane Van Deren, 49 anni, americana del Colorado, moglie e madre di tre figli.  E’ una delle più forti ultra runner al mondo (corre per il team  North Face)  e lo scorso anno ha vinto la Yukon Artic ultra, una prova estrema di […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Trabuio: “La nuova Milanomarathon? Giudicatela tra 3 anni”

Incrocia le dita Andrea Trabuio. Il direttore della Milanocitymarathon sa che la decima edizione della 42 chilometri milanese sarà sotto esame. E’ il giro di boa.  Si salta un anno,  si corre l’11 di aprile anzichè a novembre,  si prova a fare il massimo sforzo per rilanciare una gara tormentata e farla entrare nella top ten delle corse che contano. Una sfida difficile, visti i precedenti, ma alla portata per chi è stato capace di far <digerire> la maratona ai veneziani e da qualche anno ha deciso di complicarsi la vita sotto la Madonnina. <In un certo senso nel 2010 ripartiamo un po’ da capo- spiega Trabuio- é […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2017