Cortina Dobbiaco, gara magica: Boudalia fa poker

Sotto l’acqua, come annunciato. Così come era annunciata la quarta vittoria consecutiva di Said Buodalia. L’atleta marocchino non ritocca il record della corsa anche se lascia il secondo classificato, l’altro marocchino Khalid En-Guady a 3:51. In campo femminile vittoria di Paola Mariotti che in 1:58:30 si lascia alle spalle Paola Felletti e Laura Ricci . Fin qui la parte più strettamente agonistica. Ma la Cortina Dobbiaco è anche  (soprattutto)  la corsa dei 3500 appassionati che si sono alzati all’alba, sotto un cielo color piombo per scalare il passo di Cimabanche e puntare poi su Dobbiaco sotto una pioggia incessante che a tratti ha trasformato […]

  

Cortina Dobbiaco sotto la pioggia: ma è record di iscritti

Vigilia della Cortina-Dobbiaco. Nel villaggio davanti alla stazione  piove, smette, riprende, smette di nuovo e piove ancora. Alzi il naso all’insù a cercare la cima delle Dolomiti verso Cortina e c’è uno spettacolo di nuvole basse che però per domani non lascia presagire nulla di buono. Silvio Omodeo, che è un po’ l’uomo ovunque del podismo di rango, annuncia dal suo microfono che la possibilità di pioggia per domani mattina è del 25 per cento dalle 11.30 in avanti. Mente sapendo di mentire. Pioverà. Pioverà ma chissenefrega. Questa è una delle corse più belle al mondo e domani ,tra passo Cimabanche […]

  

Il ciclismo non ha più personaggi? Ma chi l’ha detto…

Stamattina, prima della riunione di redazione al Giornale, Giuseppe De Bellis che è il caporedattore delle  cronache nazionali mi guarda e mi dice: <Sai Antonio che proprio non capisco come ci si possa più appassionare al ciclismo? Secondo me hanno fatto l’errore fondamentale di pensare che il problema fosse il doping in realtà il problema è che è un mondo che non ha più personaggi…>. Giuseppe è un tipo in gamba.  Gioca a calcio, è uomo da ultimo passaggio e ha scritto (e scrive) cose ottime spaziando da Barack Obama, di cui sa praticamente tutto, a Zenga, a Mourinho. Dimenticavo, fa il […]

  

Giro e tricolore di mezza maratona: domenica si decide tutto

Fine settimana di verdetti. Domenica si saprà infatti chi avrà vinto il novantatreesimo Giro d’Italia, chi sarà il nuovo campione italiano di mezza maratona e probabilmente anche da chi sarà formata la squadra azzurra di maratona per gli europei di Barcellona. Si decide tutto a cavallo tra Lombradia e  Veneto. Ivan Basso e Cadel Evans se la giocheranno negli ultimi 15 chilometri della cronometro di Verona, Baldini e gli altri azzurri lungo i 21 della venticinquesima maratonina del Garda, nel Bresciano.  Si annuncia un Assoluto molto incerto. Oltre al campione olimpico di Atene che andrà a caccia del suo settimo titolo […]

  

Domenica la Cortina-Dobbiaco: un sogno lungo 30km

La Cortina-Dobbiaco è  la corsa di Gianni Poli. Un paio di anni fa, finita la Stramilano, stavo girando attorno all’Arena per raggiungere la zona del ritiro borse quando, me lo sono ritrovato davanti che stava distribuendo i volantini della gara.  L’ho salutato con una stretta di mano e mia moglie mi ha chiesto chi fosse e se lo conoscevo. Quando le ho spiegato che negli Anni 80 è stato l’uomo di punta della maratona italiana, che aveva vinto a New York, che si era messo al colllo un paio di medaglie europee e che era stato il primo atleta italiano […]

  

Sabato il Passatore, 100km per chi ha la “capa tosta”

Meno quattro giorni alla 100 chilometri del Passatore. Anche quest’anno sarà un’edizione da record:  <Pettorali esauriti> si legge cliccando sul sito. Saranno infatti quasi 1.400, in rappresentanza di 22 Paesi, i temerari  che sabato  alle 15 partiranno da Firenze per raggiungere Faenza dopo aver scollinato sul Passo della Colla.  Il favorito d’obbligo, in campo maschile, è Giorgio Calcaterra, vincitore delle ultime quattro edizioni, a ruota Marco D’Innocenti (secondo nel 2006, 2007 e 2009) e  Marco Boffo  che sarà seguito in bici dalla fidanzata Monica Carlin, già due volte vincitrice ma quest’anno infortunata.  Da tenere d’occhio anche l’inglese David Kirkland (classe 1972), al debutto su […]

  

A Milano la Strasingle per correre dietro l’anima gemella

Chi l’ha detto che correndo non si <cucca>? Socializzare con l’altro sesso in gara è più semplice di quanto si creda. Certo, bisogna scegliere corse brevi perchè sfido chiunque a fare il brillante affiancando una maratoneta dopo il trentesimo chilometro, ma il gruppo di una 10 km o anche di una mezza può essere terreno di caccia . Come mi ha sempre detto un mio amico di Messina che di queste cose se ne intende,  c’è chi corre nelle retrovie proprio per questo, perchè la speranza di attaccar bottone con qualche fanciulla è inversamente proporzionale alla velocità: più lenti si va, più possibilità […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Io faccio il tifo per Fignon

Laurent Fignon me lo ricordavo con il caschetto biondo, gli occhialini tondi da intellettuale e l’aria un po’ supponente tipica dei francesi. Andava forte, anzi fortissimo. Perchè uno che vince due Tour, un Giro, la Sanremo, una Freccia vallone e molto altro ancora come volete che vada… Soprattutto di Fignon ho impresso nella mente il Giro dell’84 e quell’ultima tappa a cronometro che arrivava all’Arena di Verona. Era l’epoca delle prime ruote lenticolari, di Francesco Moser che andava come una moto e di quell’elicottero che gli organizzatori gli piazzarono sulla testa dalla partenza di  Soave  che a dire del <professorino> gli […]

  

Festa Smarathon, chi l’ha detto che la maratona è solo fatica?

Ma chi l’ha detto che i maratoneti si divertono solo se fanno fatica. Non c’è solo il muro del trentacinquesimo chilometro a sublimare  il loro dolore trasformandolo in gioia quando arrivano al traguardo. Si può godere anche diversamente, ad esempio facendo festa, bevendo e mangiando. E la linea? E i carboidrati, gli integratori, le bevande con magnesio e potassio? Ogni tanto ( più spesso di quello che si crede) possono attendere, come il Paradiso per Warren Beatty. E infatti ieri sera hanno atteso. Alla festa che Smarathon e i Podisti da Marte hanno organizzato al <Pulentin>, un noto locale sui […]

  

Vertical sprint a Berlino, via da Alexanderplatz

Il via da Alexanderplatz che i belinesi chiamano <alex> ed è la  testimonianza sempre più lontana della Germania che fu. Domenica il Vertical World circuit, il Campionato del mondo di corsa nei grattacieli fa tappa nella capitale tedesca. E’ la quinta volta che questa gara si corre qui: 39 piani, 770 gradini e 140 metri di dislivello per salire e arriovare nella terrazzza panoramica del bellissimo e lussuoso Park Inn Hotel che è a tutt’oggi l’albergo più alto del paese.  Alla gara, che si svolge con partenze in 3 manche, sono attesi oltre 300 atleti di numerosi paesi del mondo. Favorito nella prova maschile […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Giro, un canguro nella terra dei lupi

Solitamente evito di commentare le tappe del Giro. Per il Giornale lo fanno molto meglio di me ogni giorno Cristiano Gatti e Pier Augusto Stagi. Ma oggi la tappa che partiva da Lucera e arrivava all’Aquila e che con i suoi 262 chilometri  era la più lunga della corsa, passava in Molise, a pochi chilometri da casa mia, sul Macerone una delle salite che amo di più e che ho quasi consumato salendo dal bivio delle Quattro strade fino a Rionero Sannitico.  Il mio è un giro tondo.  Parto da Cerro al Volturno, salgo ad Acquaviva e poi inizio a soffrire sui tornanti […]

  

Sulle Dolomiti con la Canins, Bugno e Chiappucci

L’Alta Badia non ha bisogno di presentazioni. Chi ama la montagna, le Dolomiti in particolare, ha familiarità con paesi come Corvara,  La Villa,  San Cassiano. D’inverno è un piccolo paradiso per gli sciatori, d’estate per chi ama il trekking ma soprattutto pedalare in bici o in mountain bike. Gare come la  <Maratona dles Dolomites> che si corre il 4 luglio e che porta al via più di novemila ciclisti o come il <Sella Ronda bike day>in programma il 27 giugno per i cicloamatori rappresentano un po’ ciò che rappresenta la maratona di New York per un maratoneta. Bisogna farle. Almeno una […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2017