“Decima” al Passatore, Calcaterra come il Real

10514469_10206498016880018_972465031645421984_n

E’ come il Real Madrid. Dieci anche per lui, dieci vittorie al passatore come le Coppe dei Campioni dei blancos. Non ci sono più parole per raccontare Giorgio Calcaterra alla “decima” vittoria  nella 100 chilometri Firenze Faenza, la gara più, lunga, più prestigiosa e forse la più bella. Non ci sono parole per raccontare un atleta vero che di mestiere fa il tassista e che, tra le tante cose,  è stato tre volte campione del mondo della 100 chilometri. Qualche mese fa a Roma aveva corso per due volte la maratona che più ama. Ma non vale doppio solo per questo. Calcaterra e’ un maratoneta che […]

  

Colle delle Finestre tra Apache e pistoleri

20th stage of the 98th Giro d'Italia

C’è il pistolero, ci sono i buoni e i cattivi ma si fa per dire perchè con la fatica che fanno sono davvero tutti buoni, ci sono le bici che sembrano cavalli da domare. Manca solo lo sceriffo ma assomiglia tanto a Mario Cipollini sul palco della Rai. E poi ci sono i tifosi che assomigliano agli  indiani. La penultima tappa del Giro sembra un film di quelli con John Wayne. I tifosi sulla cima del Colle delle Finestre affiancati sulla cresta della montagna ricordano gli Apache in attesa di attaccare. Sarà che sono lì in piedi immobili da ore, […]

  

Cassani: “Il Passatore? Emozionato come una volta…”

davide-cassani

L’appuntamento con l“Olimpiade della follia” è sempre l’ultimo fine settimana di maggio. E’così ormai da sempre. E’ così  da quella  mattina del 1973 quando nacque quella che allora si chiamava la “100 Chilometri del Passatore Firenze-Romagna (Faenza)”. Un’idea folle che all’inizio rimase in un cassetto ma che poi una sera  prese corpo nella “Cà de Bè” a Bertinoro, davanti a una piadina al prosciutto e una bottiglia di Sangiovese. Lì, a tavola, si buttò il seme. E a buttarlo quel seme furono quattro appassionati della corsa che avevano in testa un’idea meravigliosa:  Alteo Dolcini, forlimpopolese di nascita e segretario generale del Comune di Faenza, […]

  

Lo sport crea disagi? Ma a chi?

Va sempre così. Diecimila persone invadono Rimini per un Challenge che riempie gli alberghi e ristoranti  anche in bassa stagione e c’è chi ha qualcosa da dire. Cosa? Le solite cose. Non si può bloccare il lungomare, non si può fermare una città, c’è il diritto di muoversi anche per chi non corre…Ed è la solita litania di lamentele che segue ogni grande evento sportivo. A Milano con la maratona ( ma non solo con la maratona) è un romanzo che va avanti da almeno vent’anni. Ed ogni volta è la solita storia. Ma vale anche per Roma dove, con il […]

  

Quando sono i genitori a doparsi

Lo scorso anno sono stati controllati  1427 atleti e 58 erano dopati. Quattro su cento. Sono i dati del Report annuale pubblicato sul sito del Ministero della Salute. Quattro su cento che sono pochi o tanti,  dipende.  Nel mirino 297 manifestazioni sportive, in genere garette minori ed è un dato potrebbe anche sembrare ridicolo. Ma poco importa.  Ciò che conta è che nella rete dei controlli della Commissione per la Vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (Cvd),  istituita al ministero della Salute,  sono finiti 50 maschi e 8 femmine. E soprattutto che  e che […]

  

Mortirolo, vince la Spagna ma anche Aru

98th Giro d'Italia: 15th stage, Marostica-Madonna di Campiglio

L’importante è non mollare con la testa. Ognuno a suo modo. E così se Alberto Contador dopo una delle tappe più dure del Giro, dopo Tonale, Aprica e Mortirolo scende di bici e sale sui rulli per defaticare le gambe, Fabio Aru con la faccia triste di chi oggi ha perso, penserà a mangiare e recuperare. Vince la Spagna e perde l’Italia. Con Contador sempre più rosa e il basco Mikel Landa che domina la tappa, scalza Aru dal secondo posto e prende la sua fascia da capitano dell’Astana. Ce n’è, e avanza, per abbattere un puma. Ce n’è e […]

  

Challenge, l’Europa sfugge ma gli azzurri ci sono

rer

Ormai sono i social a decretare il successo di un evento. Il numero dei post, delle condivisioni, di foto, di “mi piace” opure di “non mi piace”. Va così. E se una volta il giorno dopo era il giro di telefonate tra gli amici oggi è il numero di messaggi in bacheca. E a giudicare dall’ingolfamento di Facebook e Twitter il Rimini Challenge 2015 è stata sicuramente un evento che ha lasciato il segno. Dal maltempo, alla serie nutritissima di gare, dall’organizzazione che a tutti è piaciuta anche se c’è sempre qualche bastian contrario alla novità delle due borse verdi […]

  

Lanzarote azzurra, Degasperi vince l’Ironman

E le Canarie si colorano d azzurro. Ma è un azzurro intenso che premia un atleta tosto e un uomo più tosto ancora. Alessandro Degasperi vince l’Ironman Lanzarote e dà una spallata alla sfortuna che pareva avere un conto aperto con lui. Vince la più bella delle gare perchè trionfare in rimonta dà più gusto, meno patemi che non resistere agli avversari che ti rincorrono. E l’atleta del Cus Trento ha corso esattamente come doveva correre con una frazione di nuoto prudente, una bici in crescendo e una maratona dove a tre chilometri dal traguardo ha messo la freccia volando […]

  

La vigilia del Challenge è col naso all’insù

La Vigilia del Challenge di Rimini è con il naso all’insù. E’ tutto un cercare rassicurazioni sui siti del meteo. Piove, non piove, pioverà…E oggi piove ma non come si temeva,  che per chi ha lavorato un anno a mettere in piedi una gara così è già una gran notizia. Ma la vigilia del Challenge di Rimini sono tante persone che sono tutte qui tranne una forse, quell’ Alessandro Degasperi che nel primo pomeriggio  mette la firma finale sul suo riscatto e vince l’Ironman di Lanzarote. La vigilia del Challenge di Rimini sono tante gare già dalla prime ore della […]

  

Challenge Rimini, il mare d’inverno

“Meglio adesso che a luglio…”. Meglio che piova adesso che a luglio. Punti di vista. E questo è’ il sano realismo di chi lavora in Romagna. Di chi alza gli occhi al cielo e quasi si scusa,  come se gli scroscioni di acqua che spazzano a folate il lungomare di Rimini fossero una colpa di cui chieder perdono. Un brutto biglietto da visita per le migliaia di atleti, mogli, figli e amici che nelle prime ore del pomeriggio cominciano ad arrivare in Riviera. Ma che sia una giornata da dimenticare si capisce già da Bologna, da Imola, da Bellaria. Rimini […]

  

Challenge Rimini, una festa con 2700 invitati

unnamed

L’unica variabile è il tempo. Il resto sono certezze, a cominciare dai numeri. Mille e 650 atleti per la prova individuale sulla distanza del mezzo Ironman, di cui 480 si giocheranno il campionato europeo. Ottanta staffette, 500 ateti per il triathlon sprint open, 35 per il Mondiale Giornalisti sulla distanza Sprint, 200 tra Grand Prix Triathlon e Campionato Italiano Paratriathlon e 200 per le gare di duathlon riservate alle categorie dai Cuccioli agli Junior. Come va di moda dire di questi tempi, al Challenge Rimini 2015 aspettatevi una bella <critical mass> di triatleti.  Perchè migliaia di persone in spiaggia, in bici e poi di corsa sul […]

  

Correre all’alba, ecco perchè…

Run530Milano2011%2000068

Molti si chiedono perchè corriamo. Non capiscono quale sia la logica di una cosa che forse logica non ha. Ma è lì il bello.  Tanti si chiedono come ci si possa divertire a fare fatica. A sudare, a sfinirsi, a volte a imprecare perchè le smorfie del viso parlano da sole. E sono sì imprecazioni.  Tanti si domandano perchè forse solo per pigrizia o perchè non trovano il coraggio. E ciò succede sempre, ogni volta che i due mondi si incontrano e si scontrano. Ma succede ancora di più quando le corse si inseguono all’alba. Quando per esserci bisogna mettere la sveglia, […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2017