Triahlon forte village 2014@trimaxhebdo (49)Triahlon forte village 2014@trimaxhebdo (100)_DAR6231E il cerchio si chiude. Il triathlon da qualche anno ha scelto la Sardegna per cominciare e per finire. Da Chia Laguna al Forte Village, da aprile a ottobre per una stagione intensa sulle strade di quest’isola che sembra fatta apposta per fare tre sport tutti insieme ma anche tanti altri. E poi c’è il mare di Sardegna. Lo sanno tutti che non c’è mare come quello di Sardegna. E infatti non c’è. Dalle Dune di Piscinas a quelle di spiaggia Campana è uno spettacolo che lascia senza fiato anche quando l’estate è abbondantemente finita. Che diventa la passerella perfetta per una squadra di campioni che si giocherà un posto su un podio che conta e che ormai  ha il fascino di una classica. Perchè sono bastate tre edizioni al Challenge Forte Village Sardinia  per diventare una classica.  Per diventare l’evento che chiude a stagione europea del circuito Challenge Family come un fiore all’occhiello. Domenica 30 ottobre ci sono i numeri e ci sono i campioni che riempiranno degnamente la cornice. Più di 800 i triatleti al via  sulla distanza 70.3 e una trentina i big. Da Giulio Molinari, campione Europeo 2016  al Challenge  di Walchsee , al  campione europeo uscente Filip Ospaly.  Da Alessandro Degasperi, vincitore dell’edizione 2015 e unico italiano a partecipare alla finale mondiale Ironman a Kona lo scorso 16 Ottobre, all tedesco Sebastian Bleistener e l’austriaco Andreas Gyglmayr, vincitore quest’anno anche di Challenge Regensburg e Almere.  Tra le donne  azzurre  Martina Dogana, Marta Bernardi e Sara Dossena  dovranno vedersela con  Tine Deckers (5 volte vincitrice dell’Ironman Francia), Susie Hignett, Michelle Versterby, Erika Csomor, Lucy Gossage. Ma in gara cui saranno anche atleti olimpici comei Anna Maria Mazzetti, la triatleta azzurra più forte del momento, e i medagliati paraolimpici di Rio 2016 Michele Ferrarin (argento) Giovanni Achenza (bronzo) e Giovanni Sasso.  C’è anche una distanza sprint ma la gara clou sarà quella sulla distanza media: 1900 metri di nuoto con un’ uscita all’australiana, 90 km in bici su un percorso interamente chiuso al traffico e lungo una delle strade più affascinanti del Mediterraneo e una mezza maratona finale su due giri sul lungo mare verso Santa Margherita di Pula.  “Abbiamo sempre creduto che la nostra gara potesse diventare l’evento clou nel calendario europeo perchè non è solo competizione e impresa sportiva ma anche momento di condivisone e di  festa- spiega il direttore di gara Andrea Mentasti-  Non a caso quest’anno è stata scelta da tantissimi neofiti  a dimostrazione del fatto che la nostra gara è anche un’occasione di vacanza e di relax per atleti e famiglie”. Tantissimi gli stranieri al via. Quasi il 40 per centro degli iscritti e in arrivo da trenta Paesi diversi che non è un caso perchè la Sardegna è un marchio doc che si vende da sè. Chi viene da queste parti in genere torna e chi non c’è mai stato non vede l’ora di venirci. E il Challenge è l’occasione perfetta:  “Con orgoglio possiamo dire che la scommessa di rendere il Challenge Forte Village Sardinia uno degli eventi di triathlon più apprezzati, è diventata una straordinaria realtà- spiega Lorenzo Giannuzzi, AD e Direttore generale del Resort- E ciò grazie alla bellezza naturalistica del  percorso, all’eccezionale adesione di tutto il territorio a partire dalle autorità fino a tutta la popolazione e al contributo di tutto lo staff e degli addetti ai lavori”

Tag: , ,