brLa Sardegna si fa in tre e cala gli assi del triathlon. “Siamo soddisfatti di come è cresciuto il Challenge Forte Village Sardinia. Siamo soddisfatti del numero e della qualità degli iscritti che ormai sono diventati un volano che attira sempre più appassionati”. Andrea Mentasti,  direttore di gara,  si coccola il suo  evento che tra un paio di giorni metterà in fila sulla spiaggia di una Sardegna dove è ancora tempo di tuffi oltre 1300 atleti.  E sarà un parterre de rois come si dice in questi casi, cioè quando  sfilano i campioni ed ex campioni. La V Edizione del Challenge Forte Village Sardinia vedrà al via infatti i fratelli olimpici britannici, Alistair e Jonathan Brownlee impegnati in due staffette affiancati da quattro atleti age group e Alex Zanardi che ha scelto di chiudere la sua stagione di triathlon con la gara di mezza distanza che si disputerà domenica . A questi, si aggiunge anche una “staffetta”  speciale composta da tre ex ciclisti professionisti che si metteranno in gioco affrontando assieme le frazioni di nuoto, bici e corsa: Massimiliano Lelli, Mario Cipollini e Davide Cassani. E l’olimpionco di nuoto Massimiliano Rosolino che sarà invece alla partenza della sua seconda gara di triathlon sprint. “La partecipazione di tanti atleti elite nazionali e internazionali di altissimo livello è la prova che il Challenge Sardinia è percepito come momento di vero Sport e competizione- spiega Mentasti- ma la presenza di tanti nomi illustri sottolinea anche il desiderio di condividere il nostro motto “Live it Heart and Soul” e l’apprezzamento di un luogo meraviglioso come il Forte Village e del Sud della Sardegna che diventano anche l’occasione per un week end di vacanza”.  Quest’anno inoltre l’evento sarà un’opportunità importante per sostenere due Onlus che operano sul territorio. Il ricavato dei pettorali venduti per gareggiare con i fratelli Brownlee saranno devoluti alla Lavs Pula, che dal 1986 svolge attività di volontariato per il soccorso, quali trasporto sanitario in emergenza in convenzione con il 118, vigilanza sanitaria litoranea con il ciclo-soccorso e attività di protezione civile. Mentre il ricavato invece della gara promozionale al femminile “Trytotri” organizzata in collaborazione con la Commissione donne Fitri sarà donato alla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica.