Dossena oro a Tarragona: “Basta triathlon, corro per le Olimpiadi”

dos

“Basta col triathlon, ora corro verso le Olimpiadi”. Sara Dossena si mette al collo la medaglia d’oro ai  Giochi del Mediterraneo nella mezza maratona e sogna in grande, dagli Europei del prossimo agosto fino ai Giochi olimpici di Tokyo 2020. Dopo anni di triathlon, la 33enne bergamasca dà una svolta alla sua carriera tornando a tempo pieno all’atletica. “Più maratoneta o triatleta? Più maratoneta  anche se ne ho fatta sola una finora. -risponde senza esitazione all’AdnKronos- Nuoto troppo piano per fare il triathlon alle Olimpiadi, ma continuo a nuotare e pedalare tutti i giorni perché così ho trovato il mio equilibrio. Mi alleno solo una volta […]

  

Sul Ghisallo il ricordo di Berruti

ber

La terza edizione della Ciclostorica LaGhisallo che si corre domenica ( ma un po’ anche sabato con una staffetta a squadre e un criterium di abilità…) sarà dedicata a Luciano Berruti. Nel museo del Ghisallo arriveranno un paio delle sue storiche bici e due sue maglie, per una festa di ciclismo che sarà anche una rimpatriata di appassionati e di amici. In questo mondo di bici che furono, di maglie di lana grossa, di borracce sui manubri e di baffi come manubri Luciano Berrruti era il numero uno. Come la sua “Numero Uno” uguale a quella con cui Petit Breton vinse il Tour negli anni 1907 e 1908.  Era diventato […]

  

Sanremo, la “classica” del triathlon

san

Più “classica” di così’ non si può. Tre mesi alla diciassettesima edizione del Sanremo Olympic Triathlon che si correrà domenica 23 settembre e e che cambia un po’ strada mettendosi in scia alla Milano-Sanremo che apre la stagione di Sagan e compagni. Il percorso ciclistico si snoderà infatti per i primi 16 chilometri sulla Pista ciclo pedonale del Parco Costiero Riviera dei  Fiori sino a San Lorenzo al Mare e poi si immetterà  sull’Aurelia per ripercorrere gli ultimi 24 km della classica di primavera  affrontando la Cipressa, prima, e il Poggio, poi. Sanremo, Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, Cipressa, Costarainera […]

  

Il Lombardia riparte da Bergamo

nib

E così Il Lombardia 2018 riparte da qualche novità, ma soprattutto da grandi conferme, come la partenza situata nelle vie del centro cittadino di Bergamo. Proprio la Città dei Mille ospiterà, infatti, lo start ufficiale della gara “delle foglie morte” che dal territorio orobico porterà gli atleti fino alle azzurre sponde del Lago di Como. Proprio lì, dove l’anno scorso si era consumata la fuga solitaria dello “Squalo” Vincenzo Nibali, capace di bissare la vittoria del 2015 davanti al francese Julian Alaphilippe e all’italiano del Team Sky Gianni Moscon.  L’edizione 2018, che sarà anche la numero 112, scatterà sabato 13 ottobre, e sarà […]

  

La Granfondo del Prosecco ricostruisce la casa degli alpini

Prosecco Cycling_La partenza 2015-2

Cesare Einaudi operaio forestale di Cartignano, è un ciclista. Ma è anche un alpino. Un paio di anni fa si fece in bici da Cuneo a Treviso  per la novantesima  adunata delle penne nere. Oltre 500 chilometri per ricordare che tra Piave, Grappa e Montello si combatté nella Prima guerra mondiale lungo il «fiume sacro della Patria».  Per ricordare  e far festa come capita sempre quando  gli uomini della “Piemonte”, “Aquila”, “Julia”, “Taurinense”,  “Cadore”, “Orobica” si ritrovano.  Ma dopo la sfilata gli rubarono la bici,  una Fiorelli Coppi degli anni ’80, a cui era particolarmente affezionato che aveva incatenato a una ringhiera e che […]

  

Loretta in bici dopo il tumore: “Ce la posso fare…”

loretta

“Pedalando ho imparato ad affrontare la malattia e a dedicarmi alle persone che vivono la mia stessa situazione. Ora lotto per me e per gli altri…”.  A Loretta Pavan,  vicentina, 57 anni, ex imprenditrice ora ciclista per passione  nel 2006  viene diagnosticato un tumore al seno, la stessa tremenda malattia che si è portata via in giovane età le sue due sorelle, morte a 9 mesi l’una dall’altra.  Segue un periodo frenetico fatto di ricoveri, interventi, terapie ma anche di intere giornate in ufficio, riunioni estenuanti e bilanci da fare. Poi lo stop. Poi  comincia a riflettere e, aiutata della sua oncologa, […]

  

In bici inseguendo il sole

Che poi, alla fine, è dolce anche l’acqua del mare. In bici da Cesenatico a Tirrenia, da una sponda all’altra, da un’Italia all’altra in una traversata che da qualsiasi altra parte del mondo sarebbe un coast to cost e da noi invece è il passaggio degli Appennini.  Mondo in un mondo,  conservato in un Paese di mezzo che tra Romagna e Toscana racconta la meraviglia e il silenzio dei luoghi. Chase the sun, insegui il sole,  una pedalata infinita nella pancia di un Paese che qui nel mezzo è  tutto da scoprire. Sono borghi, storie, facce,  bar e trattorie che sfidano […]

  

Chase the sun, in bici da un mare all’altro

cese

D’accordo non è una gara. Ma anche se qui tutti se lo ripetono forse un po’ per esorcizzarli i 272 chilometri della Chase The sun, da Cesenatico a Tirrenia,  bisogna farli. E bisogna farli in bici, in un coast to coast, dall’Adriatico al Tirreno che è sarà una lunga giornata di fatica su è giù tra le foreste Casentinesi, il Chianti, Firenze e poi Pisa. Una pedalata per duecento audaci nel giorno del solstizio, il giorno più lungo dell’anno,  che nelle stesse ore faranno anche altri 500 colleghi inglesi alla caccia del sole. Si fa tutto presto. Si va a […]

  

Cento chilometri per dare un senso alle periferie

sup

Gira tutto intorno alle periferie, soprattutto le campagne elettorali. Sopralluoghi, comizi, promesse. Poi però resta tutto più o meno com’era, come è sempre stato e cioè con le amministrazioni delle città che quando devono pensare ad investire, riqualificare, ristrutturare in genere partono dal centro. E così i centri storici diventano salotti accoglienti e le periferie restano periferi: non luoghi, magazzini dove ammassare ciò che non piace che stanno al di là dell’autostrada, del ponte, della ferrovia…Tempo fa, tanto per fare un esempio, a Milano  è stato presentato il nuovo progetto di riqualificazione di piazza Castello. Una storia infinita cominciata  con […]

  

Stelvio, Gavia e Mortirolo: stop alle auto

gf

Dalle Dolomiti ai passi alpini il tema è attuale: chiudere le strade al traffico che, soprattutto nei week end, diventa insostenibile. Chiuderle ad orari fissi per decongestionare zone che in genere sono parchi protetti e per permettere anche a chi (sempre di più) sulle montagne ci sale a piedi o in bicicletta. Da anni su questo fronte si battono in tanti raccogliendo il grido di allarme che qualche tempo fa ha lanciato Michil Costa, ecologista, albergatore della Val Badia, organizzatore, padre della Maratona dles Dolomites la granfondo che il primo luglio porterà al via novemila appassionati ciclisti chiudendo al traffico […]

  

Daspo per i genitori maleducati

ass

Lo sport aiuta. Anche a fare ragionamenti sensati che sono un “tesoretto” quando ci si trova ad amministrare la cosa pubblica E allora vale la pena di segnalarlo l’intervento dell’assessore allo sport della Regione Lombardia Martina Cambiaghi (nella foto) ,  che oggi ha proposto il Daspo per i genitori che sugli spalti si insultano e si menano guardando le partite dei figli. L’assessore fa nuoto a livello agonistico e quindi sa di cosa parla: “Servono provvedimenti seri contro i genitori violenti e aggressivi- ha spiegato dopo l’ennesima lite sugli spalti a Varedo durante una partita giovanile- Dovrebbe bastare anche un […]

  

La maratona dles Dolomites non è (solo) una gara ciclistica

mich

“Perché i nostri amati passi, le nostre amate Dolomiti, nostre di tutti quanti, di chi qui abita e di chi qui viene per godere della bellezza di queste montagne, hanno bisogno di maggiore equilibrio. Un equilibrio fra esseri umani e natura sempre più indispensabile e necessario per la sopravvivenza stessa del nostro pianeta…”. La Maratona dles Dolomites che si correrà domenica primo luglio non è un corsa ciclistica. O meglio, è la madre di tutte le granfondo, forse la più spettacolare, forse la più epica, forse la più agognata. Ma in trentadue anni è diventata anche molte altre cose.  E’ […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2018