Correre col cane: dal cross al trail, al triathlon

dogtri2dogtri4dogtri3

            Mai con collare e mai col guinzaglio. Ma soprattutto mai sull’asfalto. Si comincia da qui. Si comincia così a correre con il proprio cane che non è però semplice come può apparire. E proprio per questo, per insegnare a quattrozampe e padroni come si fa,  il Cus Udine  e il suo direttore Enrico Tion  hanno sposato l’iniziativa dell’associazione sportiva dilettantistica Marathon Dog per divulgare questa disciplina che sta provando a diventare uno sport. Nasce così  “CaniCUS”  il primo  stage nei prati del Cus Udine  e prima ancora, al caldo in aula, per una parte teorica a introduzione […]

  

Marcialonga, Toldo si rimette i guanti ( da sci)

toldo

L’ultima volta che ho visto Francesco Toldo  era in bici,  all’attacco del Ghisallo con una ruota bucata in attesa che qualcuno venisse a soccorrerlo. Pioveva. Anzi di più. Un diluvio, senza tregua, senza logica come (forse) non ne avevano avuta tutti i pazzi che si erano avventurati nella Vigorelli-Ghisallo in una giornata in cui sulle strade si poteva tranquillamente andare in canoa. Ma alla fine felici e anche un po “eroici”. Toldo era lì, in sella come tra i pali, come contro l’Olanda in quell’Europeo 2000 che lo vide parare tre rigori ai favoritissimi olandesi in semifinale e “guidarne” altri […]

  

Il tempo di maratona? Lo dice (forse) il test di Yasso

yasso

Prima di una maratona i dubbi sono sempre (o quasi) gli stessi: a che ritmo la faccio? In quanto finisco? Parto un po’ piano e poi accelero, oppure parto giusto e provo a tenere fino in fondo? Ognuno ha la sua strategia e ognuno le sue scaramanzie. Ma, professionisti a parte, c’è anche chi tra i comuni “tapascioni” alla vigilia di una gara fa le cose molto seriamente per capire come comportarsi in corsa. Tra i vari test, che più o meno promettono di pronosticare come andrà a finire c’è il test di Yasso, un “pericolosissimo” allenamento di 11 chilometri […]

  

Velodromo di Montichiari, 1,8 milioni per riaprire

monti

Un bel colpo di reni. Trovata la soluzione per riaprire il Velodromo di Montichiari a Brescia. Con un finanziamento di 1,8 milioni di euro si procederà ad avviare i lavori urgenti di ristrutturazione per permettere l’agibilità e il dissequestro dell’impianto. L’accordo è stato trovato al Tavolo istituzionale di Palazzo Lombardia che ha visto riuniti l’assessore regionale allo Sport, Martina Cambiaghi, in qualità di coordinatore, il sindaco di Montichiari, Mario Fraccaro, Coni Servizi e i rappresentanti della Federazione Ciclistica nazionale e regionale. L’accordo prevede come rimo lotto di lavori, il via libera all’appalto per il rifacimento della copertura, la levigatura della […]

  

I maratoneti del Papa: e lo sport vola alto

vat

Lo sport è l’Esperanto del mondo e vola alto. Perchè è capace di unire, di aggregare, perchè annulla differenze e discriminazioni razziali. Che in questi tempi di squallidi cori e di volantini indegni che infestano le curve degli stadi è davvero una boccata di ossigeno. Ed era questa l’aria che si  respirava questa mattina in Vaticano dove è stata presentata dal Presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura, cardinal Gianfranco Ravasi, dal presidente del Coni Giovanni Malagò e dal presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli,  l’Athletica Vaticana  prima associazione sportiva costituita nello Stato Pontificio: “È triste vedere che all’interno dell’elemento etico ci sono […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Milano olimpica faccia innamorare i ragazzi.

olli

Venerdì mattina Milano (insieme con Cortina) presenta a Losanna, nella sede del Comitato olimpico internazionale,  il dossier che si spera diventi il “lasciapassare” per organizzare le olimpiadi invernali del 2026. Cosa c’è nel dossier? Ciò che la città  è in grado e sarà in grado di offrire. E quindi impianti, strutture di accoglienza, servizi, ospitalità. Poi gli investimenti, i progetti, le coperture economiche e anche politiche. Più o meno questo: poi si conosceranno i dettagli. Ma c’è qualcosa che forse non viene indicato e che non è meno importante. E cioè lo spirito olimpico che una città che si candida ad […]

  

Tricolori di ciclocross: record di iscritti

guer

Quasi 900 iscritti. Ed è già un record per i campionati italiani di ciclocross che si svolgeranno sabato e domenica all’Idroscalo di Milano. Ma è soprattutto un buon segno che fa riflettere su quanto un disciplina antica e faticosa come il ciclocross riservi ancora intatto tutto il suo fascino. Milano torna ad ospitare gli assoluti organizzati per la terza volta dopo Sirone (1999) e Idroscalo (2010) dal team Guerciotti con una edizione che si svolgerà nell’ambito del Memorial Mamma e Papà Guerciotti su un circuito di 2800 metri da ripetere più volte.«Sarà diverso rispetto al Gran Premio internazionale Guerciotti- spiegano […]

  

I rulli e la bici, lontani parenti..

Granfondo_Laigueglia_Alè_foto_gs_alpi.jpg.480x0_q70_crop-scale

Ottima la bici da spinning. Ottimi anche i rulli. Con vista sulla parete del salotto o sul muro di un garage. Maglia tecnica,  asciugamano, musica nelle orecchie e borraccia con i sali che sembra quasi tutto vero. C’è poi chi collega un cavo del pc e allora davanti  scorrono le immagini dei una tappa del Tour, di un muro del Fiandre, dello Stelvio o del Mortirolo. La strada sale e i pedali sotto i tuoi piedi diventano più duri da spingere come se anzichè un videogioco fosse una salita vera. Si fa di necessità virtù. Per i malati della bici l’inverno padano non è una stagione felice. […]

  

Dopato a 90anni: tutta colpa di una bistecca…

gro

Tutta colpa di una bistecca. Già sentita. Tutta colpa di una bistecca texana se all’antidoping ti beccano positivo ad un anabolizzante. Ma, anche se dopato, Carl Grove resta un eroe. Perchè a novant’anni suonati se uno ha ancora voglia di salire in bici, di mettersi un pettorale e di prendere il via ai campionati americani di ciclismo su pista un po’ eroe  rimane lo stesso. Però l’ultima pedalata gli va di traverso . Succede tutto pochi giorni fa a Breinigsville, in Pennsylvania. E’ l’unico partecipante della sua età in gara e quindi vince sia a cronometro sia in linea. Arriva a […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Il governo riporta le auto nelle isole pedonali

autow

Dietrofront. Il governo del cambiamento non si smentisce e cambia le carte in tavola. Si torna indietro però, si torna al passato che tanto sembra piacere all’approccio minimalista dell’amministrare grillino. E allora si fa presto ad immaginare com’era piazza Duomo tanti anni fa. Quando ancora, sul palazzo di fronte alla cattedrale, si illuminavano le vecchie scritte della pubblicità. La rèclame della Coca-cola, quella della Facis, la signorina che batteva sui tasti di una macchina per scrivere, gli orologi Longines, il Cynar. Tempi andati, quando ancora si poteva liberamente fumare nei cinema e in piazza ci si poteva tranquillamente girare in […]

  

“Campaccio”, la campestre dei migliori

camp

Domenica a San Giorgio su Legnano si corre la sessantaduesima edizione del  Campaccio Cross Country per il primo appuntamento del 2019 targato IAAF Cross Country Permit, il massimo circuito internazionale della corsa campestre. Al via quasi tutti i migliori .Nella prova maschile (10 km con partenza alle ore 14.13) c’è attesa per il nuovo duello tra l’etiope Selemon Barega, quarto uomo più veloce della storia nei 5000 metri con 12:43.02 a fine agosto nel meeting di Bruxelles e primatista mondiale under 20 e il connazionale Hagos Gebrhiwet, bronzo olimpico sulla stessa distanza dopo due medaglie iridate (argento 2013 e bronzo 2015). Tra i due proveranno a cercare spazio gli […]

  

Correre nel ghiaccio per il Natale ortodosso

Se un migliaio di maratoneti tagliano il traguardo di una “mezza” a 35 gradi  sottozero, che quando va male possono anche diventare 40, significa che tutto si può fare.  Quasi tutto. Dal 1991 ad Omsk, grande città industriale russa della Siberia sudoccidentale  famosa per le enormi  raffinerie di gas e petrolio a 2.500 km a est di Mosca quasi al confine con il Kazhakistan, si corre la Corsa del ghiaccio. Si chiama così perchè è la mezza maratona  più fredda del mondo ma ci sono anche percorsi più brevi: la fun run da 5 chilometri e la family da sette. Ma poco […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2019