Sei in apnea, hai le gambe che stanno per esplodere e il vento che soffia ovviamente in faccia fa sembrare l’alzaia del naviglio una Ruta della Patagonia: ma è tutto sotto controllo. Basta schiacciare un bottoncino e aspettare il beep:  “Vedi? Ti insegna come allenarti, a gestire i carichi di lavoro, ti dice se recuperi, se dormi bene, qual è il grado di ossigenazione del tuo sangue anche se la tua acclimatazione in altura è completa. E poi ogni dieci giorni fa il bilancio della tua fatica e ti indica se tutto ciò che hai fatto è giusto, sbagliato, ottimo, scarso o sufficiente…”. Daniel Fontana  “stoppa”  il suo nuovo Garmin Forerunner 945  e chiude un discorso infinito. Ha appena finito di pedalare ma è fresco come una rosa: la fa facile… Ma non basta una mattinata per apprezzare e per rendersi conto delle potenzialità di questo nuovo orologio che ovviamente un orologio non è. Non basta una mattinata con l’ironman azzurro più titolato a nuotare, correre e pedalare per farsi un’idea, con quel poco di fiato e di lucidità che resta,  di cosa può fare questo avveniristico “trainer” da polso che permette ad atleti, triatleti e a chi fa sport di conoscersi e di scoprire l’enorme quantità di dati che ognuno di noi produce quando si allena o gareggia.  Dati in acqua, in strada, sul tapis, in bici e anche i sala pesi. Dati che nella corsa indicano il bilanciamento degli appoggi, le oscillazioni, la frequenza, lo stacco dal terreno, l’inclinazione della schiena. Dati non fine a se stessi. “Che servono a tutti per monitorare le proprie prestazioni ma anche le proprie reazioni alla fatica e allo sforzo- spiega il product manager di Garmin Matteo Bortesi- Il nuovo Forerunner 945 è un prodotto per un’utenza esigente ed è il logico sviluppo del precedente con funzioni nuove e più raffinate”.  Dalla body battery che valuta il recupero fisico durante il sonno, alla Pulse Ox che indica il grado di ossigenazione del sangue, alla nuova funzione che dà il monitoraggio dell’idratazione e alla lettura della respirazione durante uno sforzo ma anche a riposo. Dati. Dati che vengono prodotti, immagazzinati e scaricati con la funzione “true-up”  a Garmin Connect e condivisi in tempo reale e in automatico con tutti gli altri dispositivi Garmin che si interfacciano e si scambiano informazioni in modo omogeneo. “Dati che servono a registrare un allenamento- spiega con sconcertante tranquillità  Fontana mentre corre senza fare nessuna fatica – ma che vengono conservati nella nuova funzione di training load focus che , grazie ad un algoritmo, ogni dieci-dodici giorni elabora un bilancio dell’attività e indica in quale fase tra sforzo, mantenimento e performance sei stato carente…”.  Non solo. “Un’altra novità è stata pensata per le donne che fanno sport- spiega Bortesi- ed è la funzione che permetterà a tutte le atlete di inserire dati nel Forerunner per monitorare e controllare il ciclo mestruale” . E sempre pensando un po’ alle donne ma anche a tutti quelli che fanno sport da soli è stata pensata la funzione di assistenza e soccorso: grazie ad un accelerometro il Forerunner è in grado di registrare le cadute accidentali ( o lo stop brusco dell’attività magari per un’aggressione)  inviando in modo automatico una richiesta di soccorso geolocalizzata ai telefoni o agli indirizzi mail precedentemente registrati: ” Il sistema è cosi sofisticato che riconosce lo stop accidentale dal salto in un percorso fuoristrada- spiega Bortesi- Inoltre se la caduta o l’inconvenienete non è cosi drammatico l’atleta ha mezzo minuto di tempo per stoppare la richiesta di aiuto. Ed è chiaro che in caso di emergenza l’allarme può essere inviato anche in modo spontaneo indipendentemente dalla funzione automatica”.

FORERUNNER 945

Nuove carattristiche:
-Musica
-Garmin pay
-Galileo
-Cartografico
-Terza generazione cardio da polso elevate
-Avvisi audio per allarmi
-VO2max, trining status, Training load focus
-Body battery
-Pulse Ox
-Incident detectione richiesta di soccorso
-Durata batterie: fino a due settimane in modalita smartwacht; fino a 10 ore in modalità Gps con musica; 36 ore in modalità Gps;  60 ore in modalità ultratrac
-Prezzi da 599 a 749 euro