Linus e il DeejayTri: ” Stessa filosofia della corsa…”

djtri

Torna il grande triathlon all’Idroscalo. Torna nel nome di RadioDeejay e di Trio Events che l’anno scorso portarono sulle rive del mare di Milano oltre 2.700 atleti in un weekend di sport e di festa. E per la sua terza edizione il DeejayTri raddoppia aggiungendo all’appuntamento milanese dell’8-9 giugno quello del 20 e 21 luglio sulla spiaggia di Senigallia. Sara un fine settimana per i campioni, per i più allenati ma soprattutto per chi si vuole avvicinare a uno sport sempre più di moda dove nuotare, pedalare e correre si fa tutto insieme. la sfida del triathlon è questa. Perchè, […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Cima vince al Giro, un metro per sfuggire alla balena

cim

Meno di un metro separa due corse. Meno di un metro che dopo 150 chilometri di fuga sono pugni che si alzano al cielo e pugni che battono sul manubrio per la rabbia. Meno di un metro tra Damiano Cima e Pascal Ackermann, primo e secondo ad un niente ma lontanissimi. Due mondi distanti. Chi fugge e chi insegue, chi non sa se riuscirà ad arrivare  prima del gruppo e chi è invece sicuro che il gruppo lo riporterà in tempo là davanti a giocarsi lo sprint.  Chi si gioca la vittoria della vita chi l’ennesima volata. Raro che in […]

  

Prosecco Cycling e Zaia: una bici per dimenticare Molinetto della Croda

pros

Una bici  per dimenticare una tragedia. Una bici per recuperare l’uso di una gamba e per dimenticare la notte buia di Molinetto della Croda che ha cambiato la vita di un paese intero. Cinque anni fa ma il ricordo è ancora vivo.  Succede tutto in pochi minuti, durante un temporale.  Un’improvvisa ondata d’acqua, causata dallo straripamento del torrente Lierza, si  abbatte sul tendone allestito a Refrontolo, un comune di qualche migliaio d anime in provincia di Treviso, dove si sta svolgendo la “Festa dei omi”, le festa degli uomini. E pieno di gente che si diverte ma acqua, fango e alberi, […]

  

Mortirolo, il Giro ha senso solo se c’è una salita

cicco

Sul Mortirolo batte il cuore ma  battono anche i denti.  Tappa d’altri tempi, recita la retorica del ciclismo. Tappa di montagna,  fredda e buia, da ammiraglie con i fari accesi, di mantelline messe e buttate via, di distacchi, di litigi prima della volata, di maglie rosa che resistono, di squali che attaccano e di cronoman che non mollano ma perdono minuti. Tappa di pioggia che ti bagna e ti gela, che ti fa tremare, che non riesci più a fermare le labbra, che non vedi l’ora di una doccia calda,  di finire, di arrivare e vada come vada. E va […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

E’ finito il campionato: non ci resta che il ciclismo..

mig_3eeaf8955bd8ff634a95152481dbe40f

E’ finita…E ora come si fa? Come riempiremo le giornate senza il campionato? Senza anticipi, posticipi, partite all’ora di pranzo, della merenda, di giorno, di notte, notti di coppe di campioni ovviamente… Senza calcio siamo un popolo perso e  disperso. Un popolo malinconico, malato e senza cura. Senza il quadrifarmaco che ci toglie l’ansia delle cattive notizie. Elezioni, sovranismo, pensioni tagliate, improbabili, forse impossibili,  guerre,  Ebola?  Tutte stupidaggini. Anzi tutta un’esagerazione, la solita montatura  della stampa,  fake news… Tutto falso, insomma, in un mondo pallonaro che ruota intorno all’unica verità:  quella della Var.  Questo passa il convento e di questo […]

  

Dario vince e Mattia perde: ci voleva il pareggio

1

Non c’è il pareggio, per questo il ciclismo è crudele. Non c’è il pareggio e per questo il ciclismo è lo sport più ingiusto che c’è. Che ti porta a celebrare chi  vince ma a fare sempre il tifo per chi perde.  Dario Cataldo  e Mattia Cattaneo,  una carta vince e l’altra perde,  funziona così anche al Giro… Anche se  dopo 200 chilometri di fuga la voglia è quella di strapparle le carte, di prendersi per mano, abbracciarsi e arrivare al traguardo insieme. Duecento chilometri di fuga, da Ivrea a Como, sono una vita , sono un viaggio infinito ma […]

  

Montalcino, gli eroi sono altri (forse)

mon

Partono in 1500 domattina da Montalcino. Ciclisti senza tempo, come allora, come tanti anni fa, come una volta…Eroi dell’Eroica, di un’altra Eroica, quella di primaveraanche se forse gli eroi sono altri. O forse no. Perchè per correre in bici tanti anni fa un po’ eroi bisognava esserlo. Le bici erano quelle che erano. E le strade anche. Niente carbonio,  niente elettronica, niente integratori, niente di niente. Come diceva Alfredo Binda, e non a caso la sua frase è diventata storia, per correre allora ci volevano i <garun…> e non serve tradurre per capire che bisognava esser tosti. Forse la fatica era di […]

  

Strade più sicure, la tappa più dura del Giro

sicucontipaola2

              C’è l’ex maglia rosa di Valerio Conti a tirare il gruppo. Ed è una tappa importante quella da vincere che vale più del Giro, più del Tour, più di tutte le corse messe insieme.In gioco c’è la sicurezza dei ciclisti, ci sono le vite di chi pedala e non solo in gara, c’è una strage che continua. Secondo l’International Transport Forum l’Italia è il Paese con il più alto tasso di mortalità per km pedalato. Una guerra che ogni anno nei 17mila incidenti che coinvolgono le biciclette fa oltre 260 morti e 18mila […]

  

Una ciclabile da Milano a Torino

b21

Da Milano a Torino pedalando. Sui Navigli,  sul canale Cavour, attraversando il Parco del Ticino, quello del Po sulla nuova ciclabile che tra un paio di anni unirà le due città con una pista che in parte già esiste, perché da Milano fino a Turbigo già si pedala, e che in parte verrà realizzata con un nuovo tracciato di 82 chilometri che sarà terminato nel 2020.  Il progetto, presentato nei giorni scorsi, è nato grazie a un protocollo di intesa firmato dalla Regione Piemonte, dalle Città Metropolitane di Novara e Vercelli, dai parchi del Po, del Ticino, della collina di […]

  

La retorica dei gregari

ces

Abnegazione, fedeltà e sacrificio. Così si  raccontano i gregari. A piene mani nella retorica del ciclismo che da sempre accompagna questi onesti pedalatori senza volto e senza ambizioni. Non è così ma c’è tutta una letteratura che racconta una schiera di eroi mai celebrati che si dannano anima e corpo in un lavoro invisibile e oscuro al servizio di squadra e capitano. Non gioiscono, non esultano, non vincono. Non vincono quasi mai, sono “straordinari perdenti”  che considerano vittorie e successo dettagli trascurabili, vanagloria da lasciare agli altri. C’è chi diventa gregario ma in genere gregari si nasce. Ed è un […]

  

Policlinicrun, correre per i trapianti

poli

“Quale ideatore della manifestazione  sono felice che l’idea di una iniziativa a  favore della sensibilizzazione per la donazione degli organi e per il sostegno dell’attività dei  trapianti sia stata così bene accolta da tanti: aziende, associazioni, istituzioni pubbliche, privati. Stiamo assistendo ad un grande esempio di solidarietà sociale…”. Umberto Maggi è chirurgo del centro Trapianti Fegato dell’Ospedale Policlinico di Milano ma è anche la “mente” della prima “PoliclinicRun”, corsa della speranza proprio perchè sostiene i trapianti. Ed è nella logica delle cose che una corsa così nasca al Policlinico di Milano, il più antico ospedale della città,  prima dei poveri […]

  

Il Giro è un viaggio nell’epica sportiva

gir3

C’è un Giro che pedala e fa fatica, che vince, che perde, che va in fuga, che cade e che fa volate a settanta all’ora sulla via Emilia che porta a Modena dove, dopo la baraonda di uno sprint infinito, risuonano le note della Marsigliese che incorona Arnaud Demare. Poi ce n’è un altro che si guarda intorno, che attraversa borghi, pianure e montagne che incontra le persone, che riceve  abbracci e  applausi. Quella di domani, da Carpi a Novi Ligure sarà la tappa dell’epica sportiva, dei grandi solisti usciti dal gruppo raccontata da “Viaggio nell’Italia del Giro”,  il programma […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2019