C’è sempre un uomo solo al comando…

coppi-4copertina

Alla fine in una maratona sei sempre da solo. Perchè, come ha perfettamente raccontato Alan Sillitoe  in un suo bellissimo romanzo, correre è ribellione ma è soprattutto anarchia. E’ un privilegio che  può anche essere folle ma dove ognuno ha la libertà e il potere di decidere quale sarà la sua dose di sofferenza e di  sfinimento. E così la consapevolezza diventa reale. Ma la solitudine non è una prerogativa dei maratoneti. C’è anche la solitudine di chi si arrampica, di chi va per mare, di chi nuota  e di chi pedala. Già i ciclisti. Facile viaggiare in gruppo. L’aria non ti sbatte addossso […]

  

Finito il Tour è finita l’estate…

tour

Manca la telecronaca che fa da sottofondo ai caldissimi pomeriggi di luglio, a un’estate che nelle ore più calde si concilia bene con il lento andare del gruppo. E un po ti culla, ti accarezza in attesa che la corsa si infiammi. Ti godi tutto. I paesaggi francesi, le campagne, le case, la gente sulle strade che aspetta, applaude, dà un senso alla sua giornata. Ti godi la corsa, le tappe piatte e inutili, gli sprint, le salite. Anche le polemiche. Cosi finito il Tour, dopo le vittorie di Sagan, di Viviani, di Nibali, dopo l’accecante maglia gialla di Bernal […]

  

Figli troppo impegnati e poco sport? Solo un alibi

emi2

Ci sono mamme ( ma anche papà) che spesso per far scampare un allenamento sotto la pioggia al “cucciolo” di turno si affannano a snocciolare la lista degli impegni scolastici, il freddo, l’influenza in agguato e lo stress…Tutti stressati ‘sti ragazzini….. Non è proprio così. La voglia di fare sport non dipende per nulla dalla mancanza di tempo.  “Esiste un gap fra le intenzioni e il comportamento sportivo che non dipende dalla mancanza di tempo libero o da altri impedimenti” spiega David Conroy del dipartimento di kinesiologia della Pennsylvania State University, autore di una indagine sulle dinamiche delle intenzioni e sui comportamenti sportivi […]

  

Nel Tour di Bernal, Nibali c’è

nib

Nel Tour di Egan Bernal c’è anche Vincenzo Nibali. Nibali con l’accento come lo chiamano i Francesi. NIbali che vola a Val Thorens e conquista l’ultima tappa di montagna di un Tour de France che finisce monco. Una vittoria di classe, una vittorie delle sue, nata con una fuga e conclusa con un attacco solitario a 12 km dall’arrivo che ha tenuto l’Italia intera col fiato sospeso. “Nibbali” con due “b”, altro che accento.  Nibbali  con due “b” come dicono dalle sue parti in Sicilia, terra vera. Nibali che si porta dentro il sorriso, l’umiltà e il pudore antico delle sue parti […]

  

Granfondo Milano “trasloca” a Casteggio.

gfmilano

“Per motivi organizzativi legati alla sicurezza sul territorio, Granfondo Milano si unisce alla Granfondo Casteggio per l’edizione 2019. Gli iscritti  potranno quindi partecipare alla granfondo di Casteggio che si correrà il 22 settembre”.  Il comunicato sul sito non aggiunge altro. Così, dopo due edizioni di successo,  la granfondo organizzata  da Dueruote, del gruppo editoriale Domus,  che si sarebbe dovuta correre il 15 settembre sulle strade “classica” della Brianza slitta di una settimana e si unisce alla gara pavese in un “gemellaggio”  che  vuole rendere omaggio ai territori collinari dell’Oltrepò Pavese offrendo nel contempo a tutti i cicloamatori una comoda sede di partenza facilmente […]

  

Sicilia in bici, peperoncini rossi nel sole cocente…

sic2

Anto fa caldo…recitava tanti anni fa uno spot. Anche in bici fa caldo, sembra di avere il phone acceso davanti che spara aria calda alla massima velocità. Sudi, coli e ti asciughi quando la strada scende ma è un attimo ricominciare a grondare quando si risale. Discese ardite e risalite in una Sicilia che tra Trapani e Agrigento, tra Trapani e Mazara ,  tra Sciacca  e Porto Palo è quasi terra africana per temperature, colori  e paesaggi. Tutto un su è giù dove si sono fatti le gambe campioni come Salvatore Puccio che ora pedala con la Ineos alla corte […]

  

La 12 ore di Monza fa la storia con Colnago

42178378_1007932719387301_5271390461062283264_n

Notti di fine estate , notturni dall’andamento lento a volte andante, dense di profumi e di fatica. Dodici ore sulla pista di Monza. Dodici ore a girare in tondo, a contare i giri, ad aspettare un cambio, un caffè caldo, una brioche o un massaggio. A fare i conti con i propri pensieri aspettando una scia oppure facendo tutto da sè. Perchè arriva sempre in bici il momento delle scelte. Scegliere se stare in gruppo, veloci e protetti oppure sfidare l’aria, il vento in faccia, perdersi nel buio di un asfalto nero che di notte nasconde i segni dei pneumatici […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

A Bracciano il triathlon decolla…

vigna

Da Bracciano a Bracciano girano tutti intorno al lago. E così sfilano i paesi, sfila Trevignano, sfila Anguillara , sfila Vigna di Valle base dell’Aeronautica militare che si affaccia sul lago dove gli avieri raccontano un pezzo della loro storia in un bel museo pieno di aerei e cimeli. C’era una volta chi volava e qui atterrava con gli idrovolanti, ci sono oggi le belle speranze del triathlon azzurro che qui si giocano titoli e staffette. Volano anche loro sfidando il caldo e una salita “spezzacuore” che dalla base porta sulla provinciale che i volontari tengono chiusa al traffico sfidando […]

  

Pedalare nell’ora di pranzo

sali

L’ora migliore è quella di pranzo perchè non c’è in giro quasi nessuno .Li senti gli altri che mangiano: senti il rumore delle posate, le voci, i profumi della carne alla griglia. C’è una domenica da santificare dopo la messa. E c’è chi lo fa con gli amici a tavola e chi invece con gli amici ma scalando una salita. Scelte. Così si parte alle 12.30 in punto, quasi mezzogiorno di fuoco. Perchè anche se su quel ramo del lago tanto caro al Manzoni  magari il giorno prima ha piovuto,  a luglio, ad agosto, in estate quando la strada va sù […]

  

Gran Sasso magico e in bici di più…

imp1

Più sali e più ti senti piccolo. E il lieve senso di ansia che ti coglie spiega, meglio di ogni cosa, chi comanda, chi detta le regole e quale sia l’origine. Ti senti  quasi indifeso di fronte alla potenza della natura perchè la magia della bici è anche questa, non sei  in una scatola al riparo, al coperto se le cose si mettono male, non puoi mettere la freccia a destra e aspettare che passi la buriana. Se il cielo si imbroglia e si incupisce c’è solo una mantellina a cui ti puoi affidare. Pochissimo, quasi nulla quando ti stai […]

  

Gare senza premi contro il doping…

bici

Il doping è una piaga anche nel mondo amatoriale ma non credo che riguardi la maggiorparte di chi pedala. La stragrande maggioranza dei cicloamatori ( anche i cinquantenni..) si dopano con la passione, la fatica e i sacrifici. Punto. Ciò detto il doping c’è. Eccome se c’è. Probabilmente (e inspiegabilmente) più tra gli amatori che  tra i pro dove i contolli, soprattutto nel ciclimos, negli utimi anni sono diventati molto più pressanti. Ma forse basterebbe poco per combattere una piaga che ha una deriva pericolosa. Ad esempio basterebbe togliere i premi nelle  granfondo. Finche ci saranno premi per chi vince ( […]

  

Debutta a Montalcino la nuova V3Rs di Colnago

v3v32V3Rs-679x900

          Parte dalla Toscana, dalla Tenuta Piccolomini d’Aragona di Montalcino la nuova sfida di Colnago. Terra di grandi vini e dei grandi paesaggi, terra di campioni e di strade bianche, terra dove il ciclismo è sempre d’autore. Così pochi giorni fa proprio qui Ernesto ed Alex Colnago hanno tenuto a battesimo la loro ultima “creatura” la V3Rs  nuova monoscocca della Casa dell’Asso di Fiori. “Quando abbiamo iniziato a lavorare a questo progetto lo abbiamo fatto forti delle esperienze maturare con V1-r e V2-r, grazie ai quali abbiamo potuto sviluppare e migliorare i concetti di leggerezza e […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2019