Al lavoro in bici, il Politecnico in fuga

work

Oltre 332 mila chilometri percorsi in bicicletta negli spostamenti casa-lavoro tra settembre e ottobre con un risparmio di emissioni di 27.558 kg di CO2. E basterebbe questo per dire che la quinta edizione del Milano Bike Challenge, la «sfida» promossa da Fiab-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta che ha coinvolto 139 tra enti ed aziende e oltre 1300 lavoratori, è stata un successo. Obiettivo era quello di incentivare il bike-to-work , sensibilizzando le aziende ad adottare politiche e servizi a favore di chi sceglie di raggiungere il posto di lavoro in bici. I riconoscimenti sono stati assegnati alle aziende che hanno […]

  

La strage di pedoni e ciclisti: in otto anni più di 70mila morti

Certi numeri parlano da soli, non serve neppure commentarli. Nel 2018, pedoni e ciclisti – i cosiddetti “utenti vulnerabili” – hanno rappresentato il 29% del totale delle vittime di incidenti stradali in Europa e il 25% in Italia. Tra 2010 e 2018, sulle strade europee sono morti 51.300 pedoni e 19.450 ciclisti.  Sono i dati salienti che emergono dal rapporto ETSC (European Transport Safety Council: Consiglio Europeo della Sicurezza dei Trasporti), che sottolinea come, nel periodo 2010-2018, i decessi tra i ciclisti abbiano subito una riduzione annua dello 0,4%: riduzione ben otto volte inferiore rispetto a quella degli occupanti di veicoli a motore (- 3,1%).  […]

  

Il finto fair play mette alla gogna il bimbo anti-Juve

fair

Ipocrisia del fair play, di chi si illude che basti far indossare a un bambino la maglia della squadra avversaria e mandarlo in campo mano nella mano con i campioni per insegnargli i valori dello sport. Ipocrisia di un calcio incapace a volte (spesso) di dare l’esempio. Di un calcio che insulta, fa «buuu», minaccia, fa a botte e arriva anche a uccidere come è successo poche settimane in un agguato tra tifosi in Basilicata. Ipocrisia di uno sport che s’indigna e che alla fine mette alla gogna un ragazzino di nove anni che in realtà fa solo ciò che […]

  

Distrutte le bici delle cicliste afghane e L’italia le aiuta…

afga

La Federazione ciclistica italiana ospiterà tra maggio e giugno la Nazionale afghana di ciclismo femminile, per aiutarla nella preparazione ai prossimi campionati continentali. Tornano in sella quindi le atlete afghane per conquistarsi un pezzo di libertà che in molti Paesi del mondo è anche solo quella di pedalare. Tornano in sella dopo che dalle loro parti a Kabul, Balkh, Bamyan le loro bici sono state vandalizzate e distrutte perchè per una ragazza alzarsi sui pedali è ancora un tabù, non è dignitoso, è una provocazione sessuale. Storia lunga quella di queste cinque ragazze. Che comincia quattro anni fa quando, Paola […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Cinque Mulini: vince il Kenia ma vince anche l’atletica

La Cinque Mulini parla keniano e il  “re” è Leonard Kipkemboi Bett che porta a sedici le vittorie del Kenia in  nello storico cross di San Vittore Olona. Onore che si aggiunge ad onore visto che, pochi mesi fa,  Sebastian Coe, il presidente  della Federazione Internazionale di atletica leggera ha consegnato agli organizzatori dell’Unione sportiva di San Vittore la “Heritage Plaque”, un targa che porta la Cinque Mulini nell’olimpo dell’atletica insieme con altre 5 competizioni al mondo per il contributo che questa sfida in tutti questi anni ha saputo dare all’atletica . Fari puntati su San Vittore quindi in una giornata […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Eroica e Uci: nasce il “mondiale” degli sterrati

bianche

Tacciono le radioline, si spengono i computer, i watt tornano ad essere solo un’unità di misura. E si torna a pedalare, a far fatica senza far di conto, a scattare se uno ti scatta in faccia perché l’istinto dice che non bisogna farlo andar via, perché ti si chiude la vena e bisogna andarlo a prendere anche a costo di saltare per aria come un tappo di prosecco. Si torna ad andare in fuga dando retta al cuore e alle gambe che «girano» anche se alla fine mancano tanti chilometri e tante montagne, forse troppe per l’algoritmo che ti consiglia […]

  

Brera, una storia ( e un premio) che non finisce più

bre

Gianni Brera è una storia che non finisce più. Basta leggerlo ( e rileggerlo) per rendersene conto. Il Premio Gianni Brera che dal 2001 promuove gli insegnamenti e la memoria di «GiuanfuCarlo» e assegna  da diciannove anni un Trofeo agli sportivi  che lo sport lo intendono come lo intendeva lui, un pezzo di storia lo sta diventando. Martedì scorso al Teatro Dal Verme a Milano è il rito si è rinnovato.  Ormai una tradizione che porta sul palco campioni ma anche racconti e storie di sportivi e di imprese che di solito trovano poco spazio sui giornali e in tv.  […]

  

I campioni non sono solo quelli che vincono

qui

«Bisogna dare un’importanza anche allo sforzo, all’impegno, a come si valorizzano le risorse di cui si dispone, alla verità. Stiamo trasmettendo ai nostri figli e alle nuove generazioni l’idea che se non vinci non sei una persona valida. Stiamo creando così una tremenda quantità di falliti».   Due cose hanno segnato la vita sportiva di Quique Setièn, neo allenatore del Barcellona: il Mondiale di scacchi del 1972 tra Bobby Fischer e Boris Spassky e affrontare da calciatore il Barça di Johann Cruijff, il Dream Team. Il resto lo ha fatto lui, passo dopo passo, tutto da solo. Come atleta prima e come […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Parigi sempre più ciclabile: e i ciclisti raddoppiano

pe

In un anno i parigini che pedalano sono cresciuti del 54% . Non è una magia ma una scelta  che coincide con l’avvio del Plan Velo  che l’amministrazione parigina ha varato cercando soprattutto di coinvolgere i pendolari che dalle periferie della città vengono al lavoro in centro. Il piano con il quale il sindaco,  Anne Hidalgo, ha deciso di investire sulle infrastrutture ciclabili della città quindi funziona. Madame Hidalgo inizialmente aveva promesso di raddoppiare gli attuali 700 km di corsie riservate alle due ruote a 1.400 km entro marzo 2020; da allora sono arrivate a un totale di 1.000 km […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

La svolta “green” della Roma-Ostia

os

La  Roma-Ostia è la via che da sempre fanno i romani per andare verso il Lido. Storia. Ma soprattutto storie a cavallo della Guerra, di povertà e poi di  Fiat 600 Fiat comprate a  cambiali.  Storie di ombrelloni color prugna, di costumi interi, di bagni a giugno e di pic-nic in spiaggia senza spendere una lira.  All’inizio erano 313 iscritti ora sono diverse migliaia. Nel 1974 si correva sulla distanza dei 28 chilometri, lo spirito era quello dei pionieri e le foto in bianco e nero. Sulla “Colombo”  si possono raccontare piccole e grandi imprese di atletica ma soprattutto tante, […]

  

In un premio cent’anni di Gianni Brera

bre

Cento anni di Gianni Brera. Un secolo che rivive in una sera, in un premio, in una storia che non finisce mai e che ha cambiato il modo di raccontare lo sport ma non solo quello.  Il premio Gianni Brera consegnato agli sportivi dell’anno è un rito che si rinnova. Da diciannove anni ormai ed è diventata una tradizione, un appuntamento con lo sport inteso, pensato, vissuto e scritto come solo un campione come «Giuanfucarlo» poteva e sapeva. La grandezza di un giornalista, di uno scrittore si misura dai tentativi di imitazione e in questo senso Brera di copie più […]

  

Carapaz punta al Giro e per il Tour sfida Thomas-Bernal

cara (1)

Richard Carapaz proverà a bissare il successo di un anno fa al Giro d’Italia col supporto di Rohan Dennis, per il Tour de France invece il team Ineos calerà la coppia d’assi Geraint Thomas-Egan Bernal. A svelare i piani per la stagione 2020 è Dave Brailsford, general manager della formazione britannica, in un video pubblicato sui social del team. «Per come stanno le cose adesso, andremo con Carapaz al Giro provando a confermare la vittoria del 2019 mentre Thomas e Bernal si concentreranno sul Tour». Il colombiano si è imposto nella scorsa edizione della Grand Boucle proprio davanti a Thomas, […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2020