I muscoli hanno memoria? Non sempre

ruzzz

Non so se sia un modo di dire o una verità scientifica:  forse un po’ l’una e un po’ l’altra cosa. Sta di fatto che con il teorema che i muscoli hanno memoria e si ricordano perfettamente di ciò che gli si chiede,  credo abbiano fatto i conti diversi atleti; dai più bravi ai più scarsi. Banalizzando, in una sintesi assolutamente poco rigorosa, succede che i nervi, il collegamento tra muscoli e cervello, imparano a indirizzare le informazioni più velocemente dopo  aver imparato un determinato esercizio. Così dal cervello parte l’ ordine che attiva ai muscoli: “Sapete di cosa si tratta. Fatelo!”. E’ un po’ […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Gravel dei Navigli, la bici trova un’altra strada…

gra

Certo, è più ruvido pedalare sui copertoncini da 28. E’ più faticoso far scorrere le ruote sullo sterrato che magari ti costringe anche a fermarti, a scendere, a ripartire. E’ a volte più complicato, perchè la strada  fila via liscia, senza sbalzi, non ti obbliga a scartare, deviare all’improvviso. Non devi fare i conti con buche, fango, rami, sassi che sporgono.  Non si improvvisa in strada. C’erano una volta le bici da ciclocross, oggi va di moda chiamarle gravel,  perchè un po’ sono diverse ma forse anche perchè l’inglese ci piace tanto, o forse no. Dipende.  Ma, fregandosene delle parole,  […]

  

Triathlon olimpico, tricolori sulla via di Settimo milanese

zanesarzi

                    Al settimo cielo. I titoli tricolori del triathlon olimpico viaggiano veloci sulla strada che da Settimo Milanese porta a Cervia.  Oro argento e bronzo tutto targato Dds nella gara femminile  con Ilaria Zane nuova campionessa italiana davanti alle compagne di squadra Alessia Orla, che due settimane fa aveva vinto gli assoluto sulla distanza sprint, e a Luisa Iogna Prat. Oro nella gara maschile per Michele Sarzilla, portacolori del Raschiani Triathlon Pavese che però si allena sempre a Settimo con  7MPSquad guidato da Simone Diamantini e Fabio Vedana.  Bottino quasi completo, insomma. L’atleta […]

  

La maratona, Kipchoge e il record che non fa sognare

ineos

C’è una linea netta che separa record e vittoria. Intanto però è’ fatta. Il muro delle due ore in maratona non c’è più.  A buttarlo giù con una prestazione fantastica è stato stamattina a Vienna il keniano Eliud Kipchoge , il più forte maratoneta in circolazione oggi a prescindere da questa sfida pensata e studiata dalla Ineos,  l’azienda del miliardario inglese Jim Ratcliffe, l’uomo più ricco di Gran Bretagna, che si è fatta carico dell’organizzazione di una maratona che ovviamente non sarà certificata dalla Iaaf perchè  maratona non è. E’ un’altra cosa e per ciò va presa.  E’ un test che sgretola un […]

  

Sul Selvino con Contador: “Bang, bang…”

sder

Alberto Contador lo vedi da dietro. Anche oggi che non corre più, però corre lo stesso. Lo vedi che se ne va  sulla prima rampa del Selvino in Val Seriana, un tiro di schioppo da Bergamo, salita delle salite per molti da queste parti che qui hanno la fortuna di venire a pedalare anche in pausa pranzo.  Se ne va perchè è ovvio che va via e non ci provi nemmeno a stargli a ruota. D’accordo è un gioco.  E‘ una mattinata che serve a provare le nuove bici della Trek che a valle ha aperto una nuova sede italiana che sembra […]

  

Fontana: “Io il più vecchio a Kona? Sono fiero…”

fonta2

Non finisce mai Daniel Fontana. Contro il tempo, contro gli avversari, contro il buonsenso forse anche contro la logica . Alla sua età, a 43 anni,  continua a mettersi alle spalle tanta bella gioventù. E’ un fatto di classe, di muscoli, di cuore ma soprattutto di testa. Bisogna far ragionamenti seri per restare così a lungo sulla breccia. Bisogna crederci, aver la stoffa , saper rischiare, osare. Ma anche saper perdere, rimboccarsi le maniche e ripartire, ricominciare. Ad una certa età non è facile. Non è facile nulla a certi livelli. Decidere, continuare, arrendersi, resistere, competere, accettare i consigli…Tutti verbi […]

  

Maratona sotto le due ore per “sgretolare” la storia

l_-41-lepri-per-il-record-di-kipchoge-izx1

C’è tutto: mito, ricerca, tecnologia, scienza. C’è anche il business, ovviamente. Perchè una maratona sotto le due ore è storia e conta scriverla per primi. Conta per gli atleti ma conta anche per sponsor e aziende. Così sabato a Vienna Eliud Kipchoge, 34 anni, keniano di Nandi County, ci riprova.  Ci riprova nell’Ineos 1.59, il tentativo di record che segue quello fallito di un soffio lo scorso anno sul circuito di Monza e che vedrà oltre 200 Paesi collegati , la diretta su Ineos159challenge. com, quella su Youtube e quella su Fox Italia.  Sabato è il giorno ma potrebbe anche non […]

  

Meglio le corse di una volta?

Ognuno fa la corsa che vuole. C’è chi corre per vincere ( i campioni) chi per postare su Facebook la foto del suo Garmin con tempi e chilometri, chi per star bene, chi per godersela e divertirsi. La corsa è il più democratico degli esercizi tant’è che ognuno alla fine trova la sua dimensione. Però  credo si possa dire che la corsa più frequentata oggi stia diventando quella di chi poco pensa al crono e più alla gioia di passare qualche ora facendo sport con gli amici. La memoria poi gioca brutti scherzi. E con il tempo i ricordi sembrano […]

  

Bartali, un Santo in bicicletta

bartali

Gino Bartali, “Un santo in bicicletta”  è la storia a tutto tondo di un eroe nazionale. Vita, imprese, fede di un campione ma soprattutto di un uomo che fa parte ormai a  pieno diritto della storia popolare del nostro Paese.  Un racconto, dal taglio inedito, di come egli abbia risposto alla personale chiamata verso la santità nella vita di tutti i giorni, dentro una storia epica (l’attentato a Togliatti, i fatti di Trieste, la grande rivalità con Fausto Coppi) e allo stesso tempo quotidiana. scritto da Angelo De Lorenzi  in un libro, da pochi giorni nelle librerie. Duecentododici pagine per raccontare […]

  

Lo sport dei ragazzi, fantastica storia d’amicizia

dds

I ragazzi (e le ragazze) che fanno sport  sono spettacolari.  Ce ne sono alcuni  che a 15 anni sono atleti fatti, potenti, veloci, imprendibili. Ce ne sono altri che devono ancora crescere ed altri ancora che  arrancano perchè meno dotati ma non mollano un centimetro. E la sintesi delle foto che si fanno a scuola. A 13 a 14 ma anche a 15 nella stessa classe ci sono quelli altissimi, quelli piccolissimi, quelli più magri e quelli più grassi tutti insieme in un mondo che esalta le diversità in attesa di farsi grande. Per non parlare delle ragazze che sono […]

  

Vigorelli-Ghisallo, un tracciato permanente come l’Eroica

ghs

Un tracciato permanente dal Vigorelli al Museo del Ghisallo, un po’ come nel Chianti hanno fatto con il percorso dell’Eroica. “E’un’idea, un progetto che la quinta edizione della Vigorelli-Ghisallo porta con sè e che sarebbe davvero bello realizzare. L’obiettivo è trasformare il tracciato della manifestazione, che cresce nel seguito di anno in anno e che unisce monumenti del ciclismo, in un percorso cicloturistico permanente che possa diventare un bel mezzo per promuovere territorio e paesaggi” Carola Gentilini, direttrice del Museo del Ghisallo ed assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Como, culla l’idea di realizzare un «tracciato permanente» […]

  

Cos’è l’Eroica? Nessuno lo sa…

Eroica Sud

Cos’è veramente l’Eroica, che si corre tra un paio di giorni a Gaiole in Chianti con ottomila “impallinati” al via,  nessuno lo sa.  Forse (davvero) lo sa  solo Giancarlo Brocci , il padre della “creatura”, che non l’aveva in mente venti o trent’anni fa. L’aveva in mente da sempre. “L’Eroica è figlia delle mie passioni di ragazzo- scrive nel Vademecum del ciclista eroico- Figlia dell’ eco che ancora era molto forte attorno al duello sportivo del secolo fra Bartali e Coppi, il più seguito nel mio bar di bambino”. E’ l’essenza di uno sport popolare che più popolare non si può,  che […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2019