Bliss run, atlete arabe sfidano l’estremismo

bliss

A Gedda, in Arabia Saudita, le donne non possono fare sport all’aria aperta. Solo in strutture chiuse e in sale separate dagli uomini. Solo così. A raccontarlo è l’emittente araba Al Arabiya   spiegando che ciò è stabilito dalla dottrina wahabita, un’interpretazione fondamentalista del Corano.  Per questo la sfida di “bliss run”, una squadra composta da sole donne che ogni settimana si incontrano per fare esercizi sportivi per le strade di Gedda è enorme.  Il gruppo è stato fondato da Rasha el Behery e Abeer Al Bayouk mette insieme un gruppo di atlete coraggiose che lancia una sfida all’estremismo islamico. Tra di loro […]

  

Io c’ero: un Giornale “eroico”

sal2sal

Sono rare la volte in cui vale la pena di dire “io c’ero”. Soprattutto ora, nell’epoca dei social, dove si condivide di tutto e di più e dove “io c’ero”  è per ogni cosa,  abusato e svilito. Perchè dire “io c’ero” significa sottolineare un evento che ha un valore assoluto. E non solo per sè.  Essere sugli spalti di uno stadio in una finale di Champions, al traguardo di un mondiale vinto da Peter Sagan,  ieri sul Civiglio quando è scattato Vincenzo Nibali tanto per fare qualche esempio. E ovviamente ognuno ha i suoi di esempi. Un buon criterio però potrebbe […]

  

Nibali? Bisognerebbe fargli un monumento

Il Lombardia 2017 - Bergamo - Como - 247 km

E due. Più i Giri, più il Tour, più la Vuelta. Foglie vivissime quelle del Lombardia. Più vive che mai come le emozioni di uno scatto secco sul Civiglio e i brividi in discesa. Tutto perfetto come due anni fa. Perfetto Vincenzo Nibali che chiude la stagione nel migliore dei modi pensando già al 2018 anno di un mondiale ( ad Insbruck) che fa gola e che vale magari la rinuncia ai grandi giri per concentrarsi solo sulle classiche. Due volte il Lombardia comunque sono storia. ” E quest’anno ancora meglio che nel 2005…” spiega all’arrivo.  Che  è tutto dire.  […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Il doping non esiste

Premesso che è una porcheria ma chissà perchè un caso di doping nel ciclismo fa più rumore che negli altri sport?  Vale per tutti ma se succede nel ciclismo allora è doping con la “d”maiuscola.  Quello vero. E vale doppio.  Si fanno titoloni sui giornali, si discute , si dibatte, ci si strappa le vesti  come se il ciclismo fosse l’ultimo girone infernale di un mondo, quello sportivo, popolato da verginelle. E gli altri? Sì certo, c’è doping anche negli altri sport ma vuoi mettere il ciclismo? C’è doping anche nella marcia ma poi lì, per fortuna, ci sono allenatori che […]

  

Scia? No grazie

Cattura

Barcellona in scia. Scorrono su Youtube le immagini del’ultimo Ironman catalano e non lasciano nessun dubbio: si corre in gruppo anche se non si dovrebbe. Anche se si rischia il cartellino rosso. Anche se i patti dovrebbero essere chiari: ci sono le gare di triathlon dove la scia è permessa e  dove invece è vietata. E in quelle di lunga distanza non ci si può mettere a ruota. Così uno sceglie cosa fare, nel senso che al momento dell’iscrizione sa quali saranno le regole. E questo dovrebbe essere sufficiente a cancellare ogni polemica. Che senso ha iscriversi ad un triathlon […]

  

Roma, granfondo per tutti

granfondo_roma_2

Per l’associazione italiana leucemie, per Amatrice, per i romani, per i ciclisti che amano pedalare senza assilli. Ma anche per i bambini che avranno per un giorno strade tutte per loro, per chi pensava che in una grande città (in una capitale) una granfondo ciclistica fosse una chimera, per chi crede che pedalare sia uno sport solo  per “fissati” e “depilati” e per chi non ha ancora capito che le bici fanno parte delle mobilità urbana e non servono solo per fare sport. E soprattutto per chi non crede ancora che una granfondo ciclistica può trasformarsi in un’idea rivoluzionaria,  in una […]

  

Cicloturismo, Lombardia in 10 tappe

lomba

Storia, arte e natura. Che per chi pedala in Lombardia sono anche campagne, laghi, fiumi e salite, cioè un’ottima miscela per trasformare una ciclabile, un argine o i tornanti di un colle in un viaggio da raccontare. E la Lombardia con il progetto «InBici InLombardia» ha deciso di raccontarsi favorendo lo sviluppo del cicloturismo con 10 nuovi itinerari che attraversano in lungo e in largo la regione. Presentata nei giorni scorsi al velodromo Vigorelli, alla partenza della Milano Ride, la granfondo organizzata da radio Deejay, la sfida punta a valorizzare il territorio attraverso la rete di itinerari cicloturistici che percorrono […]

  

Sarri? L’eroe è papà Amerigo

sar2sar1

Maurizio Sarri, se il Napoli continua a fare ciò che sta facendo, eroe ci diventa di sicuro. Ma suo papà Amerigo, 89 primavere portate con la leggerezza di chi è rimasto giovane dentro, eroe lo è già. Lo incontri a Gaiole in Chianti, al via della ventunesima edizione dell’Eroica, la ciclostorica più famosa al mondo,  e mette subito le cose in chiaro: “Nonostante il mi’ figliolo io tifo per la Fiorentina…” Punto e a capo. C’è un Sarri in testa alla classifica, ce n’è un altro che ha già vinto il campionato. Qui a Gaiole Amerigo è di casa perchè […]

  

Cartoline dall’Eroica

Gli eroi dei giorni nostri  si muovono all’alba. Scricchiolano le bici. Il buio di Gaiole nasconde il freddo di una mattina che verrà e non si sa  come sarà. Se ci sarà il sole tiepido di una vigilia intensa dai sapori di Chianti e lampredotto. O se sarà una giornata di quelle da tregenda come un paio di anni fa. Ne esce una via di mezzo , ma poco importa. Poco cambia. C’è un paese che ha fatto finta di dormire stanotte. Che ha i carboni delle griglie ancora accesi. Che ha molti vuoti a rendere.  Che ha tirato tardi […]

  

Eroica, un rito inifinito

ero

D’accordo gli eroi sono altri. Ma domani a Gaiole in Chianti, nella Toscana delle strade bianche, dei filari e dei cipressi che una volta giravano il mondo in cartolina e oggi sui whattsapp, si corre l’Eroica. L’Eroica, nata 21 anni fa per intuizione di Giancarlo Brocci, un medico che non è mai riuscito a curare il suo mal di bicicletta, è una Woodstock a pedali dove tutto torna per magia in bianco e nero. Un happening del ciclismo che fu, quello della polvere, delle facce antiche e delle mani grosse sospeso tra passato e futuro. Un rito che ogni anno […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Vademecum del ciclista Eroico

vad

Ci sono i ciclisti e poi ci sono gli “eroi”, che sono i ciclisti che domenica a Gaiole in Chianti correranno l’Eroica. Settanta, cento, duecento chilometri su strade “prevalentemente” sterrate, poco importa. L’importante è esserci. L’importante far parte del gruppo. Difficile spiegare a chi non c’è mai stato cos’è l’Eroica. Difficile spiegarlo anche nella riunione di redazione qui al Giornale annunciando il pezzo che uscirà domani sulla carta. Qualche collega sorride, qualcun altro si dà gomito pensando si tratti di una versione solo un po’ più “chic” della Coppa Cobram, qualcun altro finge di interessarsi  solo perchè sa che correrà […]

  

Mai mollare? Ma chi l’ha detto

Varsavia_Marathon_2017_rm

Vedere le immagini e il dramma della maratoneta keniana Recho Kosgei, che  domenica scorsa a 800 metri dall’arrivo della maratona di Varsavia viene colpita da una fortissima crisi che la fa crollare a terra “disarticolata” fa un certo effetto. Non è la prima e non sarà l’ultima. E’ un vecchio dibattito: in una maratona, in una granfondo, durante un ironman mollare si può? A volte si deve. Certo, poi uno pensa a Dorando Pietri che arriva al traguardo barcollando, cadendo e rialzandosi e scrive la storia del’atletica e qualche dubbio gli viene. Oppure pensa a John Stephen Akhwari,  il tanzaniano […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2017