Italia nella storia, Fontana vince l’Ironman del Messico

Otto ore ventisei minuti e 15 secondi che Daniel Fontana non dimenticherà mai più. L’argentino naturalizzato italiano della Dds di Settimo Milanese, già azzurro alle olimpiadi di Atene e Pechino, è il primo atleta del nostro Paese a vincere un Ironman, la gara più dura, la gara più bella, la gara degli uomini d’acciaio. Otto ore ventisei minuti e 15 secondi per nuotare quattro chilometri tra le onde della Baja del Messico, per pedalare 180 chilometri nel sud del Mondo dove è già estate vera e per correre alla fine ( proprio per non farsi mancare nulla) una maratona  in […]

  

Ironman di Pucon, Fontana sfiora il podio

Abbiamo provato in tanti stamattina a seguire Daniel Fontana a caccia di gloria dall’altra parte del mondo.  Ma non sempre la tecnologia dà il meglio di sè. Così il sistema per “agganciare” l’azzurro che si è tuffato quando da noi la gente usciva da messa si è rivelato più macchinoso che mai.  Insomma un flop e c’è stato poco da seguire. La prova (e la consolazione) che non sempre basta un “clic” per ritrovarsi dall’altra parte del mondo. Così conviene partire dalla fine. L’azzurro si è piazzato quarto  ( 4ore 01 42″) a poco più di tre minuti dal vincitore, […]

  

Ironman di Pucon, lampo azzurro in terra del Fuoco

Pucon in molti non sanno neppure dov’è.  America Latina, Cile, una lunga lingua di terra percorsa tra mille peripezie dalla Carretera Austral, la spina dorsale del Sudamerica, la strada che il  generale Pinochet costruiva e i cileni distruggevano che arriva fin laggiù dalle sue parti in quella Patagonia che è davvero il Sud del Mondo. Terra che corre fianco a  fianco dell’Argentina, più verde dell’ Irlanda,  più ghiacciata che al Polo. Terra di Daniel Fontana, campione una volta argentino e oggi azzurro che a 38 anni , dopo due olimpiadi, dopo un argento mondiale,  dopo tante  vittorie e qualche delusione […]

  

The Posh race: “Addio tacchi ed happy hour, corriamo la maratona”

Si accorgeranno in fretta che correre una maratona, pardon una «mezza», non è poi così glamour. Altrochè tacchi, mascara, fard e fondotinta. Altrochè smart-phone con i lustrini e tubini aderenti. Bisognerà sudare e parecchio, abituarsi a camminare su «quelle stupide scarpe di gomma» e bisognerà probabilmente anche cambiare un bel po’le abitudini alimentari. Certo, con la giusta dose di ironia ma la sfida è tosta: portare chi nella sua vita non ha mai corso neppure per prendere il bus a finire una 21chilometri più o meno in sette mesi. E in un periodo dove tutto diventa reality i riflettori si accendono […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2019