Natale alla Casa Bianca

Monticello vi augura buone feste e vi segnala due video divertenti. Bo, il simpatico cane della famiglia Obama, ci guida nelle stanze della Casa Bianca mostrandoci decorazioni e addobbi natalizi (Guarda il video). La preparazione di una splendida torta dalla forma inconfondibile: sarà anche buona? (Guarda il video).      

  

Romney non voleva candidarsi

Di sicuro Mitt Romney non si è ancora ripreso dalla batosta del 6 novembre scorso. Ora veniamo a sapere che (forse) neanche avrebbe voluto candidarsi. Lo rivela uno dei suoi cinque figli, Tagg Romney, in un’intervista al Boston Globe. “Non ho mai incontrato qualcuno che volesse così poco essere presidente. Non aveva alcuna voglia di candidarsi. Se avesse potuto trovare qualcuno per rimpiazzarlo, sarebbe stato felice di cedergli il posto” aggiunge Tagg, precisando che il padre è una persona riservata che tiene molto alla tutela della propria privacy. “Vuole molto bene alla sua famiglia e vuole trascorrere del tempo con […]

  

Le donne mormone e i pantaloni in chiesa

Un gruppo di donne mormone ha deciso di dare battaglia e di indossare i pantaloni in chiesa. Subito sono scattate le ritorsioni nei loro confronti, persino le minacce di morte. L’iniziativa, lanciata su internet e su Facebook (Wear Pants to Church) da Stephanie Lauritzen, una mormona di Salt Lake City (Utah), si è diffusa in diverse altre comunità americane e nel mondo. La scorsa domenica, scrive il New York Times, migliaia di donne, sparse in varie zone del mondo, si sono presentate al rito mormone in pantaloni. “Cosa c’è che non va con tutte voi, donne? Se non siete felici […]

  

Obama rende il favore a Kerry

Obama aveva deciso di affidare la politica estera a Susan Rice, attuale ambasciatrice all’Onu. Per il ruolo di Segretario di Stato il presidente voleva una figura meno ingombrante rispetto a Hillary Clinton. Accusata da mesi di non aver detto tutta la verità sulla strage di Bengasi (11 settembre 2012), alla fine la Rice ha gettato la spugna. Il presidente l’ha voluta pubblicamente ringraziare ed elogiare: “Ha dimostrato di essere straordinariamente capace” e ”le sono grato perché continuera’ a servire come nostro ambasciatore alle Nazioni Unite e membro chiave del mio gabinetto e del team per la sicurezza nazionale”. Poi ha […]

  

Le stragi e il Secondo emendamento

Dopo la strage del Connecticut, che ha causato la morte di ventisette persone (tra cui 20 bambini tra i sei e i sette anni), negli Stati Uniti si è subito riaccesa la discussione sul diritto di possedere armi. Diritto che, com’è noto, è sancito dal Secondo emendamento della Costituzione, risalente al 1791. Ne ho parlato in questo articolo su il Giornale.it. Le tesi sono sostanzialmente due: c’è chi dice che, essendovi troppa criminalità, e soprattutto troppe stragi, è fondamentale adottare norme più restrittive per limitare il numero di armi presenti nel Paese. Dall’altra parte vi sono quelli che sostengono che […]

  

L’italiano che fece l’America

C’è un pezzo d’Italia nel Dna politico-culturale degli Stati Uniti. Lo si deve a Filippo Mazzei, nome che agli italiani dice poco o nulla, ma la cui importanza è stata riconosciuta dagli storici e da almeno tre presidenti americani. Nato a Poggio a Caiano (a 15 km da Firenze) nel 1730, ebbe una vita decisamente movimentata: pur non avendo mai completato gli studi si improvvisò medico a Smirne. Più tardi si trasferì a Londra, dove visse circa diciassette anni come commerciante. Lì fece amicizia con personaggi del calibro di Benjamin Franklin e John Adams, e procurò al Granduca Pietro Leopoldo […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018