Via libera per Hagel alla Difesa

Alla fine Chuck Hagel l’ha spuntata. Il nuovo segretario alla Difesa ha ottenuto il via libera del Senato. Con 58 voti a favore e 41 contrari il Senato ha confermato la nomina dell’ex senatore repubblicano del Nebraska. Hagel era stato preso di mira dal Gop perché considerato “troppo moderato” sia nei confronti del sostegno a Israele, sia nell’opposizione al regime iraniano. Nel suo primo discorso da responsabile della Difesa Hagel ha detto che gli Stati Uniti devono “creare relazioni nel mondo e impegnarsi con gli alleati. E’ un periodo di enormi sfide, ma ci sono opportunità”, ha continuato il successore […]

  

Una statua per Rosa Parks

Aveva 42 anni Rosa Parks, quando sfidò i razzisti della sua città, Montgomery (Alabama), rifiutandosi di alzarsi da un post, sull’autobus, riservato ai bianchi. Con quel gesto di sfida diede inizio alla lotta per i diritti civili degli afroamericani, partita con il boicottaggio dei bus a Montgomery. A ricordare quella piccola-grande donna c’è una statua alta tre metri al Campidoglio (Washington), sede del Congresso Usa. L’ha inaugurata Obama: “In un momento con il più semplice gesto (Rosa Parks) aiutò a cambiare l’America e il mondo”, hadetto il presidente inaugurando la statua con una cerimonia solenne (e bipartisan). La Parks, che […]

  

L’annuncio dell’Oscar lo dà Michelle Obama

L’annuncio dell’Oscar per il miglior film ad Argo, la pellicola diretta da Ben Affleck, a sorpresa  è stato dato dalla First lady Michelle Obama, collegata in diretta dalla Casa Bianca. A passarle la parola, dal palco del Dolby Theater, è stato Jack Nicholson. Per il cinema “è stato un anno eccitante”, ha detto Michelle ringraziando tutti i protagonisti di Hollywood prima di dichiarare il nome del vincitore. “Sono onorata di introdurre i candidati per il miglior film e aiutare a celebrare opere che sollevano lo spirito, che ampliano la mente e ci trasportano in posti che non avevamo mai immaginato. Questi […]

  

Biden: “Difendetevi col fucile da caccia”

Il tema delle armi continua a far discutere negli Stati Uniti. Dopo il massascro della scuola di Newtown, nel Connecticut, il 14 dicembre scorso, la Casa Bianca ha invitato il Congresso a reintrodurre il divieto sulle armi d’assalto e a porre limiti alla capacità dei caricatori acquistabili. La lobby delle armi si è subito mobilitata accusando Obama di essere un ipocrita che, mentre fa proteggere sé e la sua famiglia da una scorta armata fino ai denti, vuole impedire agli altri americani di difendersi (guarda il video dello spot). Qualche settimana fa il presidente si è fatto immortalare mentre praticava […]

  

Axelrod cambia lavoro

L’uomo che ha contribuito a far eleggere Obama due volte alla Casa Bianca, David Axelrod, cambia lavoro. Il consigliere politico numero uno del presidente entra a far parte della squadra di analisti politici della rete Nbc (vicina ai democratici), considerata il contraltare della conservatrice Fox di Rupert Murdoch. Alla Nbc lavora già un altro ex della Casa Bianca, Robert Gibbs, primo portavoce di Obama alla Casa Bianca. L’assunzione di Axelrod è la risposta liberal a Fox News, che ha puntato su Karl Rove, ex stratega di George W. Bush. Il percorso da consigliere politico a commentatore tv è frequente negli […]

  

Il Mississippi si era dimenticato di abolire la schiavitù

Incredibile ma vero: dopo 148 anni dall’approvazione del XIII emendamento, quello che aboliva la s chiavitù, c’era uno stato che non lo aveva ancora ratificato. Lo ha fatto solo qualche giorno fa, il 7 febbraio  2013. La legge, voluta dal presidente Abramo Lincoln, fu approvata dalla Camera il 31 gennaio del 1865 e fu ratificata nei mesi seguenti da 27 Stati su 36 che all’epoca dei fatti formavano il Paese (oggi sono 50). Gli altri nove la abolirono con tempi più lunghi. L’ultimo fu proprio il Mississippi, nel 1995, o almeno fino a qualche mese fa così si pensava. Invece […]

  

Pentagono, stop per Hagel

Doccia fredda per Obama: i repubblicani hanno bloccato, al Senato, la conferma della nomina dell’ex senatore repubblicano Chuck Hagel a nuovo Segretario alla Difesa al posto di Leon Panetta. Il voto è finito 58 a 40, ma per la conferma occorrevano 60 voti. E’ andato a buon fine, dunque, l’ostruzionismo del Gop. I 55 senatori democratici non sono riusciti a racimolare i cinque voti mancanti per arrivare al quorum necessario per la conferma. Ma è solo un ritardo, il 26 febbraio, quando sarà terminata la settimana di sospensione dei lavori del Senato e il voto sarà sottoposto ad una maggioranza […]

  

Stato dell’Unione: botta e risposta Obama-Rubio

In un’ora esatta Barack Obama, parlando davanti al Congresso riunito per l’atteso discorso sullo stato dell’Unione, ha dettato l’agenda per i suoi prossimi quattro anni, concentrandosi soprattutto su questi temi: lavoro, rilancio dell’economia, immigrazione e controllo delle armi. Il presidente rispolvera i temi cari alla sinistra, sottolineando la necessità di alzare il salario minimo (da 7,5 a 9 dollari l’ora) e di investire 50 miliardi di dollari in lavori pubblici, a partire dalla ristrutturazione di 70mila ponti in pessime condizioni. Il presidente poi torna a sfidare la destra invitandola a collaborare sul fronte delle riforme più urgenti che il paese […]

  

Rubio salverà i Repubblicani?

La rivista Time dedica la copertina al senatore Marco Rubio, definendolo “The Republican Savior” (il salvatore dei repubblicani). Lui, fieramente cattolico, ha subito messo le mani avanti: “C’è un solo salvatore – ha twittato – e non sono io”. Poi ha aggiunto un hashtag, per indicare quello che è il legittimo titolare della “carica”: #Jesus. Secondo Time il 42enne Rubio potrebbe avere una forte influenza, nei lavori del Congresso, per una riforma bipartisan dell’immigrazione. Anche per non lasciare il Gop completamente scoperto su questo tema caldo, che ha già avuto e probabilmente avrà ancora ripercussioni sulle elezioni. Un dettaglio simboleggia […]

  

Agenzie di rating sotto torchio

Dopo Standard & Poor’s pare che la Casa Bianca intenda agire – in sede civile – anche nei confronti di Moody’s. L’accusa è sempre la stessa:  frode agli investitori, attuata gonfiando il rating di alcuni titoli tossici. Intanto, come rivela il Wall Street Journal, il procuratore generale di New York, Eric Scheiderman, avvia un’indagine sulla condotta delle tre maggiori agenzie di rating: S&P, Moody’s e Fitch. Il quotidiano finanziario cita alcune fonti secondo le quali in settimana Scheiderman ha inviato mandati a Standard & Poor’s e richiesto formalmente informazioni a Moody’s e Standard & Poor’s per esaminare i rating che […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018