Arkansas, pistole agli insegnanti

La decisione farà discutere. Alla Clarksville High School, nell’omonima cittadina dell’Arkansas (poco più di 9mila abitanti), insegnanti e funzionari scolastici – in tutto venti persone – potranno portare la pistola durante le lezioni. La legge statale, infatti, permette di introdurre armi in classe se il docente ha seguito un corso di formazione di almeno 53 ore, a seguito del quale può essere considerato a tutti gli effetti una “guardia”. Il distretto scolastico ha stanziato anche 1.100 dollari a testa affinché ogni partecipante al corso possa acquistare pistola e fondina. Ovviamente non mancano le polemiche. Il via libera aller armi nelle […]

  

Hillary ci riprova…

Barack Obama e Hillary Clinton hanno pranzato insieme alla Casa Bianca. Bocche cucite sul motivo dell’incontro e su ciò che i due si sono detti. Ma tutti in America sono convinti che abbiano parlato delle presidenziali 2016. Dopo due mandati Obama non potrà più correre, Hillary sì. E per vincere ha bisogno dell’appoggio del primo presidente afroamericano della storia degli Stati Uniti. “Pranzo presidenziale“ ha titolato l’Huffington Post. Ma è probabile che Obama abbia consultato l’ex segretaria di Stato anche su temi di politica estera di stretta attualità: dall’Egitto alla Siria, ai nuovi negoziati di pace per il Medio Oriente, […]

  

Il mostro di Cleveland patteggia 1.000 anni di carcere

Ergastolo più mille anni di carcere per evitare la pena di morte. È la pena che ha patteggiato Ariel Castro, il “mostro di Cleveland”, l’uomo che rapì e seviziò per lunghi anni Amanda Berry, Gina De Jesus e Michelle Knight. Dallo stupro su una di queste nacque Jocelyn, che per sei anni fu costretta a vivere in prigionia nella casa-prigione, da cui le tre donne sono state liberate pochi mesi fa. “Sapevo che stavo per essere condannato per tutti i crimini possibili”, ha detto Castro durante l’audizione in tribunale. Quando il giudice gli ha chiesto se fosse consapevole che avrebbe […]

  

Obama lancia il patto per la classe media

Al Knox College di Galesburg, in Illinois, Obama ha illustrato la sua ricetta per rilanciare l’economia. Non è un luogo a caso. Nel 2005 è da lì che partì la sua scalata politica con un intervento che lo fece conoscere a milioni di americani. Lo ha fatto lanciando un piano in cinque punti (i cinque “pilastri”) per rilanciare la classe media negli States e, di conseguenza, l’economia di tutto il Paese. Nel suo lungo discorso al primo posto Obama ha messo il lavoro: “Un’economia che generi buoni posti di lavoro in industrie stabili e in crescita”. Il secondo pilastro è […]

  

Caso Travyon, McCain dà ragione a Obama

Negli Stati Uniti prosegue il dibattito sulla legge “Stand your ground“, che permette a una persona di usare la forza per difesa personale anche solo se si sente minacciata. Qualche giorno fa Obama ha detto che va cambiata. Ora John McCain gli dà ragione. “Una legge controversa – dice il senatore repubblicano in un’intervista alla Cnn – che dovrebbe essere rivista”. La “Stand your grand” esiste in più della metà degli Stati americani, tra cui la Florida, dove ha avuto un peso notevole nella vicenda di George Zimmerman, il vigilante assolto dall’accusa di omicidio del diciassettenne Trayvon Martin. Le parole […]

  

Caso Travyon-Zimmerman: l’America è razzista?

Negli Stati Uniti non si placano le polemiche dopo l’assoluzione della guardia giurata, George Zimmerman, che il 26 febbraio 2012 sparò e uccise il diciassettenne Travyon Martin. Scontri e proteste in tutto il paese, con l’accusa di razzismo. Travyon, afroamericano, era appena uscito da un negozio di Sanford, in Florida. Indossava una felpa con cappuccio, cosa comune a molti suoi coetanei. Per Zimmerman è un tipo sospetto. Chiama il 911 e l’agente di polizia che parla con lui, al telefono, lo invita alla calma, assicurandolo dell’arrivo di una pattuglia. Il vigilante, però, decide di fare di testa sua. Scende dalla […]

  

Obama elogia Bush padre

Era molto commosso George H. Bush, 89 anni, quando ha varcato di nuovo la soglia della Casa Bianca. “Per me e Barbara – ha detto – è come tornare a casa”. L’ex presidente americano, malato e costretto alla sedia a rotelle, è stato ricevuto in modo molto caloroso da Barack Obama. L’occasione è stata la consegna di un premio che la Fondazione presieduta dall’ex presidente, “Points of Light“, assegna a coloro che si distinguono per opere umanitarie. Quest’anno il premio è andato a una coppia dell’Iowa, che è impegnata nell’invio di generi alimentari ai poveri dell’Africa. Obama ha smesso di […]

  

Texas, legge più restrittiva sull’aborto

Rick Perry, governatore del Texas, è raggiante: “Oggi il Parlamento del Texas ha superato l’ultima tappa della nostra storica battaglia per la vita”. Il motivo di tanta felicità è l’approvazione, da parte del Senato texano, di un disegno di legge sull’aborto considerato tra i più restrittivi degli Stati Uniti.  L’interruzione della gravidanza dopo 20 settimane è vietato (l’attuale limite statale è di 26 settimane), tranne nel caso in cui la donna sia in pericolo di vita. Previsti controlli più severi sui medici e obbligatoria la presenza di un dottore durante la somministrazione della pillola abortiva.  Le cliniche per l’aborto e […]

  

Riforma immigrazione: no dei repubblicani

I repubblicani non apprezzano la riforma dell’immigrazione voluta da Obama e di recente approvata dal Senato. E quella che per il presidente è la riforma più importante del secondo mandato, potrebbe non andare in porto. Il New York Times scrive che il repubblicano John Boehner, speaker della Camera, ha avvertito i colleghi: bocciare la riforma potrebbe costare molto caro ai repubblicani a un anno dalle elezioni di midterm. Per questo non basta dire no, bisogna proporre qualcosa di alternativo al piano votato dal Senato, che prevede un percorso verso la cittadinanza per 11 milioni di immigrati  e il rafforzamento delle […]

  

Il segreto di Pulcinella su bin Laden in Pakistan

Per nove anni ha vissuto come un fantasma, nascosto in Pakistan, con i servizi segreti di mezzo mondo che gli davano la caccia senza mai mollare la presa. Com’è andata a finire lo sappiamo: Osama bin Laden è stato ucciso il 2 maggio 2011 durante un blitz delle forze speciali americane. Anni e anni di ricerche fino all’intuizione giusta, quella di seguire un corriere che portava le informazioni allo sceicco del terrore, che per non lasciare alcuna traccia non usava né telefoni né internet.Poi l’assalto finale alla casa-fortezza di Abbottabad, in Pakistan, 50 km a nord di Islamabad. Eppure bin […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018