New York, l’eredità di Bloomberg

Bill De Blasio, nuovo sindaco di New York (enterà in carica a gennaio), quando si insedierà a City Hall troverà un tesoretto: un avanzo di bilancio pari a 2,4 miliardi di dollari. La stima è stata fatta dall’Independent Budget Office, che ha anche previsto un avanzo di circa due miliardi di dollari per l’anno fiscale 2015. Insomma, i conti del Comune godono di ottima salute, anche se ci sono un po’ di problemini da affrontare: i sindacati reclamano il rinnovo dei contratti per i dipendenti e circa sette miliardi di dollari di arretrati e Michael Bloomberg ha già messo in […]

  

Icona gay rappresenta gli Usa a Sochi

Scherzetto (chiamiamolo così) di Obama a Putin. Due atleti dichiaratamente gay faranno parte della delegazione americana ai giochi invernali di Sochi, nel febbraio 2014. Il presidente degli Stati Uniti, infatti, ha annunciato che il team a stelle e strisce, guidato dall’ex segretario per la Sicurezza nazionale, Janet Napolitano, sarà composto dall’ex campionessa di tennis Billie Jean King, lesbica e attivista per i diritti gay, e dalla giocatrice di hockey sul ghiaccio, Caitlin Cahow. Né Obama, né la First Lady Michelle, né il vice presidente Biden parteciperanno alla cerimonia d’inaugurazione dei Giochi. In questo modo, con una delegazione che, tra le […]

  

Usa: spionaggio di massa incostituzionale?

La Nsa (National security agency) potrebbe aver violato la Costituzione nel programma con cui ha spiato e raccolto milioni di telefonate di cittadini americani. Nello specifico la violazione riguarderebbe il quarto emendamento, quello che difende il cittadino da perquisizioni, arresti e confische irragionevoli. Ne è convinto il giudice federale Richard Leon, del District of Columbia. E il dipartimento di Giustizia non avrebbe neanche dimostrato che la raccolta di “metadati” possa sventare il pericolo di attacchi terroristici, come sostenuto per difendere la massiccia attività di spionaggio. Non ci sarebbe, dunque, un nesso diretto tra l’attività di controllo svolto e i risultati ottenuti […]

  

Stretta di mano Obama-Castro

Due foto hanno fatto il giro del mondo. Sono state scattate nel giorno in cui allo stadio di Johannesburg, in Sudafrica, si commemorava Nelson Mandela. Entrambe le foto hanno come protagonista Obama: in una il presidente degli Stati Uniti stringe la mano a Raul Castro. Nell’altra foto Obama è impegnato nel cosiddetto “selfie” (foto sotto), l’autoscatto con David Cameron e il premier danese Helle Thorning-Schmidt (la moglie Michelle è visibilmente contrariata o, forse, molto più concentrata del marito nell’istante in cui il fotografo immortala la scenetta). Due piccoli episodi, dunque: una stretta di mano e un autoscatto. Due momenti non […]

  

Giganti del web a Obama: regole su controllo rete

Colossi del web del calibro di Aol, Twitter, Yahoo, Microsoft, Facebook, Google, Apple e LinkedIn si sono rivolti a Obama per chiedere nuove regole per l’Nsa, la National security agency, divenuta famosa dopo le rivelazioni fatte ai giornali dalla “talpa” Edward Snowden. In una lettera aperta al presidente degli Stati Uniti sottolineano, allarmati, che “sono in gioco le nostre libertà”, e caldeggiano la radicale riforma della sorveglianza elettronica. La lettera è stata pubblicata sui maggiori quotidiani americani ed è anche su Internet, grazie a un sito creato ad hoc (www.reformgovrenmentsurveillance.com). Mark Zuckerberg (Facebook) mette in evidenza che “i dettagli sulle […]

  

Da Bush a Obama: l’America piange Mandela

Gli Stati Uniti si stringono nel ricordo di Nelson Mandela, eroe della libertà. Repubblicani e democratici sono uniti nel rendere omaggio a Madiba, protagonista assoluto della lotta contro l’abominio dell’apartheid. Dagli ex presidenti Bush a Bill Clinton, da Muhammad Ali a Bill Gates, dalle celebrità di Hollywood alle star della musica, il cordoglio è unanime.  Mandela “ha rappresentato una delle spinte più forti per la libertà e l’uguaglianza dei nostri tempi. Ha portato il suo fardello con dignità e grazia e il mondo è migliore per il suo esempio. Ci mancherà ma il suo contributo vivrà per sempre”, ha detto […]

  

Usa, sciopero dell’hamburger

Ventiquattro ore senza hamburger negli Stati Uniti: i lavoratori dei fast-food di ben 100 città protestano contro quelle che definiscono “paghe da fame”: 7,25 dollari l’ora (pari a 5,3 euro), equivalenti al salario minimo federale. Sulla questione è intervenuto anche il presidente Barack Obama, chiedendo al Congresso di innalzare la paga minima ad almeno 10,10 dollari all’ora (7,39 euro). Ma chi lavora nei fast-food ne chiede almeno 15 (10,98 euro). Non è la prima volta che i fast-food chiudono per una rivendicazione salariale: il primo “sciopero degli hamburger” era stato fatto l’estate scorsa in alcune città, ma la partecipazione era […]

  

Spot pro fucili messo al bando

A quasi un anno dalla strage di Newtown in America riesplode la polemica sulle armi. Per colpa di uno spot in tv. Si tratta di uno spot a cura della fabbrica di armi Daniel Defense. Doveva essere trasmesso durante il prossimo Superbowl, la finale di football americano che ogni anno vede milioni di americani incollati alla tv (con ascolti altissimi e spot ovviamente strapagati dagli inserzionisti). Ma la Fox – che quest’anno trasmetterà il match – ha detto no, in ottemperanza a una regola della Nfl (la lega di football americano) che vieta di mandare in onda, durante le partite, […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018