Obama cita a modello un pizzaiolo italiano

L’italoamericano John Soranno (52 anni) è il pizzaiolo più famoso d’America. Obama ha parlato di lui nel suo discorso sullo stato dell’Unione. L’ha indicato come eroe positivo. Ma cosa ha fatto di speciale Soranno? Contitolare della pizzeria Punch Pizza di Minneapolis, orgogliosamente napoletana, ha alzato il salario dei suoi dipendenti fissandolo a 10 dollari l’ora. Obama, che ha annunciato un decreto per aumentare i salari medi, ha ricordato che negli Stati Uniti diverse aziende hanno aumentato le paghe per conto loro. Tra  questi c’è Soranno, che con il socio Nick Chute gestisce Punch Pizza, una catena di otto pizzerie, rigorosamente […]

  

Povera Hillary, non sa più guidare

Non vuole ancora sbilanciarsi sulla sua possibile candidatura alle presidenziali del 2016. Un po’ per scaramanzia, un po’ perché è presto. Anche se non troppo. Parlando nel corso di un evento organizzato a New Orleans dalla National Automobile Dealers Association (Associazione nazionale dei concessionari di auto), Hillary Clinton ha risposto “non so” a una domanda diretta sulle sue intenzioni. L’ex segretario di Stato se l’è cavata tutto sommato bene di fronte a un pubblico prevalentemente repubblicano, conquistando due standing ovation: la prima quando ha raccontato che il momento di maggiore orgoglio nella sua carriera politica è stato prendere parte alla […]

  

Contro Hillary rispunta Monica Lewinsky

Per provare a smontare la candidatura di Hillary Clinton alla Casa Bianca c’è chi ricorre nientepopodimeno che a Monica Lewinsky. A rispolverare la vecchia storia della stagista è il senatore repubblicano Rand Paul, che in un’intervista a Meet the Press (Nbc) punta il dito contro il comportamento predatorio dell’ex presidente: “Una delle leggi e le norme sul lavoro che ritengo buona è che il boss non dovrebbe fare preda di giovani tirocinanti nel loro ufficio. I media su questo sembrano aver dato il lasciapassare a Clinton. Lui ha approfittato di una ventenne stagista. Non c’è giustificazione per questo, è un […]

  

Fumi e bevi? Niente Casa Bianca…

Da anni la Casa Bianca è circondata da un’aura salutista piuttosto spinta: il presidente deve fare sport, essere in forma e, soprattutto, non bere e non fumare. Non esiste una regola scritta che lo imponga, ma è così. Quasi tutti si son dovuti adeguare: Clinton, Bush e Obama, per citare solo gli ultimi inquilini della Casa Bianca. C’è chi ha smesso di fumare, chi continua a farlo di nascosto, chi rinuncia agli amati hamburger e al pollo fritto (o cerca di limitarsi), e chi ha fatto del jogging una vera e propria “bandiera”. E c’è anche chi si è posto […]

  

McCain: Obama peggio di Carter

Prima di conquistarsi una discreta fama come abile negoziatore sui più disparati scenari internazionali, e di ottenere il premio Nobel per la Pace (2002), Jimmy Carter divenne famoso, negli Stati Uniti, come uno dei presidenti più deboli della storia a stelle e strisce. Fu soprattutto il fallimento della politica estera in Medio Oriente il suo punto debole, che gli causò la disapprovazione di molti americani. Ma anche le sue “aperture” nei confronti del comunismo non venne apprezzata, in particolare l’abolizione del McCarran Act che vietava l’ingresso degli “amici di Mosca” sul territorio americano. Apertura su cui poi fece parzialmente marcia […]

  

Usa, possesso armi raddoppia omicidi?

Riesplodono le polemiche sul possesso delle armi negli Stati Uniti. Uno studio pubblicato dalla rivista Pediatrics evidenzia che c’è una stretta connessione tra il possesso di armi e le morti violente. L’Nbc  fa riferimento all’analisi condotta da Andrew Anglemyer della Università di California, San Francisco, esaminando i dati emersi da 15 indagini in materia. Da questi emerge che avere armi da fuoco in casa triplica il rischio che qualcuno nell’abitazione le possa usare per un suicidio, mentre il rischio di omicidio raddoppia. Secondo questo studio, quindi, sarebbe “scientificamente collegato” il possesso e l’accesso a pistole e fucili con un aumento […]

  

Obama, le canne e Guantanamo

A pochi giorni dall’atteso discorso sullo stato dell’Unione (28 gennaio), Obama torna a occuparsi delle cosiddette droghe leggere. Lo fa nel corso di una lunga chiacchierata con il settimanale New Yorker, con cui affronta diversi temi caldi. Il presidente tocca il tema droghe commentando le recenti leggi sul consumo di marijuana adottate negli stati di Colorado e Washington. La sua convinzione è che fumare cannabis non faccia più male che bere alcol anche se resta pur sempre una “cattiva idea”. Non è una vera e propria apertura alla legalizzazione, anzi, Obama si dichiara contrario all’ipotesi, sottolineando che non sarebbe la […]

  

Il cocktail perfetto per morire

L’Ohio ha un problema: non sa più come giustiziare i condannati a morte. Come scrive il quotidiano inglese Independent, dopo i boicottaggi messi in atto da diverse aziende, perlopiù europee, che producono sostanze (ad esempio il pentobarbital) utilizzate per le iniezioni letali, deve trovare nuovi modi per eseguire le pene capitali. E queste nuove modalità, ancora in fase di sperimentazione, scatenano aspre polemiche. A Dennis McGuire, 53 anni, omicida e stupratore condannato a morte, potrebbe essere iniettato un cocktail di farmaci dagli effetti molto dolorosi, in grado – denunciano i suoi legali – di lasciarlo contorcere in una terribile agonia […]

  

Grosso guaio per Christie: indagato per Sandy

Non si è ancora placata l’eco dello scandalo del ponte (il “bridgegate”), che una nuova tegola si abbatte sul governatore del New Jersey, il repubblicano Chris Christie. Un’indagine federale – rivela la Cnn – sta cercando di fare luce sull’uso dei fondi erogati dopo l’uragano Sandy del novembre 2012. Si cerca di capire che se quei fondi siano stati usati, o meno, in modo improprio. L’attenzione degli investigatori si concentra in particolare su una campagna pubblicitaria per rilanciare il turismo nello Stato, in cui comparivano anche il governatore e la sua famiglia. Il rappresentante democratico del New Jersey, Frank Pallone, […]

  

Fungo ammazza riso per piegare la Cina negli anni ’60

Inizio anni Sessanta. Alla Casa Bianca da poco si è insedediato John Fitzgerald Kennedy. Siamo in piena guerra fredda. Nelle isole giapponesi di Okinawa e a Taiwan l’esercito americano porta avanti alcuni esperimenti con armi batteriologiche in grado di danneggiare le coltivazioni di riso. Emerge da documenti militari americani di cui è entrata in possesso l’agenzia di stampa giapponese Kyodo. I test furono realizzati almeno 12 volte tra il 1961 e il 1962, nei siti di Nago e Shuri: sui campi di riso venne rilasciato un fungo, il Magnaporthe Grisea, per vedere il tipo di reazione sulla produzione. Il fungo […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018