Gli piaceva spararle grosse a Brian Williams, 55enne volto noto della tv Nbc. Talmente grosse che, alla fine, probabilmente lui stesso ci credeva. Ora, però, per lui si mette male: non andrà in onda per svariati giorni (non si sa ancorta quanti) dopo le polemiche suscitate dal suo racconto inventato riguardo ad un episodio che lo avrebbe visto coinvolto durante la guerra in Iraq. Il giornalista americano, star delle “Nightly News” del network, più di una volta aveva raccontato che nel 2003, mentre si trovava a bordo di un elicottero militare americano, il velivolo era stato colpito da un lanciagranate ed era stato costretto a un pericoloso atterraggio di emergenza. Nel suo dramamtico racconto aveva svelato di essersi trovato di fronte alla morte, scampato solo per miracolo. Il suo racconto, però, è caduto di fronte alle parole di alcuni ex militari che lo hanno sbugiardato.

A Williams, tra i volti tv più popolari negli Stati Uniti, non è rimasto che scusarsi dando la colpa alla “nebbia della memoria”. Il giornalista, infatti, ha ammesso di “aver fatto un errore nel ricordare gli aventi di 12 anni fa”. Las verità era un’altra: invece di trovarsi sull’elicottero colpito dalla granata lui in realtà si trovava a bordo dell’elicottero successivo. Subito dopo questo “scandalo” erano circolati nuovi dubbi su alcuni suoi racconti, da inviato, nei terribili giorni dell’Uragano Katrina, nel 2005. Dubbi sollevati da quanto ha dichiarato un medico, che ha smentito che il giornalista si fosse ammalato di dissenteria mentre si trovava sui luoghi del disastro. La Nbc, come ha scritto il New York Times, ha deciso di approfondire con un’inchiesta interna gli “scoop” del giornalista. Per scoprire se, nella sua carriera, abbia inventato altre bugie. Che, come insegna l’antico adagio, hanno sempre le gambe corte.

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

Tag: , ,