Usa 2016, Ted Cruz si candida

TedCruz

Il primo a dire chiaro e tondo, senza troppi indugi, di voler correre per la Casa Bianca nel 2016 è il senatore repubblicano Ted Cruz. Quarantaquattro anni, origini ispaniche, eletto al Senato nel 2012, è un esponente di spicco della destra libertaria dei Tea Party. Il suo rivale più accreditato, ma ufficialmente non ancora in campo, è l’ex governatore della Florida, Jeb Bush, figlio e fratello di ex presidenti degli Stati Uniti. La notizia della candidatura di Cruz era stata anticipata domenica dallo Houston Chronicle. Ma c’è già una grana per Cruz: il senatore, infatti, è nato a Calgary (Canada) nel 1970. […]

  

Filippo Mazzei e il diritto alla felicità

FilippoMazzei_199anni_Pisa

Questo blog è dedicato a Monticello, la collinetta dove viveva Thomas Jefferson, in Virginia. E dove lo statista americano incontrò diverse volte il suo grande amico italiano, l’lluminista toscano Filippo Mazzei, che per un periodo della sua vita visse lì vicino. Fu proprio Mazzei a suggerire a Jefferson di inserire la ricerca della felicità (The pursuit of happiness) tra i diritti inalienabili dell’uomo nella Dichiarazione d’indipendenza americana. Mazzei moriva a Pisa il 19 Marzo 1816. Come ogni anno il circolo culturale a lui dedicato, presieduto da Massimo Balzi, si è recato davanti alla sua tomba per portare una corona di […]

  

Usa, quel negozio d’armi che non vende armi

GunsShop

Cosa venderanno mai al Gun Shop di Lower East Side (Manhattan)? Nonostante il nome e le apparenze né pistole né fucili. Ma allora perché, vi chiederete, espongono armi e nell’insegna hanno una pistola? Il motivo è semplice: il negozio è stato affittato da un gruppo contrario alle armi che si propone di attirare l’attenzione sul fatto che, nonostante la strage di Newtown, non sono stati introdotti limiti alla loro vendita. Quando clienti e curiosi chiedono di poter visionare gli articoli, il commesso spiega loro: “Vedete questo fucile? E’ molto affidabile, infatti un signore in Texas ci ha sterminato tutta la […]

  

Scritto in Cronaca - Tag:
1 Commento »  

Il pasticcio di Hillary Clinton sulle mail

Hillary Clinton at the United NationsUS-NEW YORK-HILLARY CLINTON-EMAIL

Ci ha messo una settimana, poi ha ceduto. Hillary Clinton ha ammesso di aver sbagliato, che non era proprio il caso di utilizzare la sua mail privata (e solo quella) quando era segreteria di Stato nella prima amministrazione Obama. Per cercare di uscire dall’angolo ha organizzato una conferenza stampa al quartier generale delle Nazioni Unite a New York, e ha fornito, finalmente, la propria versione dei fatti: ha usato un account di posta elettronica privato utilizzato per gestire la sua corrispondenza ufficiale, tra il 2009 e il 2011. Riconosce di aver sbagliato: “Col senno di poi, sarebbe stato meglio impiegare […]

  

Repubblicani scrivono all’Iran. Obama s’infuria

Iran_nuclearePresident Obama Signs Student Aid Bill of Rights

A Obama non è andata giù la lettera aperta che 47 senatori hanno indirizzato alla leadership iraniana, inviando a Teheran un chiaro messaggio: qualunque accordo sul nucleare col presidente americano non durerà, non andrà oltre il suo mandato senza l’autorizzazione del Congresso. Immediata (e stizzita) la condanna della Casa Bianca: “Si tratta dell’ennesimo sforzo di parte per minare i negoziati in corso tra l’Iran e le potenze occidentali”. È la coda della polemica nata con l’invito che i Repubblicani hanno fatto a Netanyahu e che il premier israeliano ha accolto, andando a parlare al Congresso Usa. Tra i repubblicani firmatari […]

  

Usa, le catene della pizza stanno coi Repubblicani

pizza_americana

Godfather’s pizza, Pizza Hut, Papa John’s, Dominos… sono solo alcuni nomi delle pizzerie più famose degli Stati Uniti, vere e proprie catene con negozi sparsi in ogni angolo degli States. La pizza è in forte espansione in America, con il 94% dei cittadini che ne mangia almeno una al mese e due terzi delle famiglie che nel freezer hanno, in media, almeno una pizza surgelata. Se teniamo conto, inoltre, che il 17% dei punti di ristorazione degli Stati Uniti sono pizzerie (e quasi 41 milioni di americani, più della popolazione della California, mangiano una fetta di pizza ogni giorno), è […]

  

Usa, cattolici contro la pena di morte

Death Penalty.jpg

  Mentre in alcuni stati dell’Unione ci si interroga sull’efficacia dei nuovi cocktail della morte (qualche settimana fa in Georgia tre iniezioni erano state rinviate perché c’erano dubbi sulla loro efficacia), e si attende la decisione in materia della Corte suprema (non tanto sulla pena in sé quanto sulla modalità di esecuzione), negli Usa prosegue  il dibattito sulla pena di morte. Un tema spinoso, che divide le coscienze in modo trasversale e su cui i presidenti hanno sempre evitato di esporsi troppo, per non essere accusati di eccessiva ingerenza nelle prerogative dei singoli stati. Ora i cattolici tornano all’attacco. L’Osservatore […]

  

Hillary Clinton e la grana delle email

Hillary Clinton accelera e, molto probabilmente, comunicherà la propria discesa in campo già il mese prossimo. Di certo non aspetterà l’estate. Questo, come scrive il Wall Street Journal citando alcuni suoi stretti collaboratori, le consentirà di iniziare da subito a raccogliere fondi per la campagna elettorale. Nei quattro anni del primo mandato di Barack Obama (2009-2013), quando era alla guida della diplomazia americana, per tutte le comunicazioni con i suoi interlocutori Hillary Clinton usò la posta elettronica privata, anche nei rapporti ufficiali con rappresentanti di altri Stati. In questo modo, come fa notare il New York Times, ha violato le […]

  

Lo stato di salute della destra americana

Da tutta l’America attivisti e simpatizzanti del Grand Old Party (Gop) hanno raggiunto National Harbor, alle porte di Washington, per assistere alla tradizionale Conferenza del movimento conservatore americano (Cpac). Per il terzo anno consecutivo, il senatore repubblicano vicino ai Tea Party antitasse Rand Paul (nella foto) si è imposto come candidato più gradito, quest’anno raccogliendo il 25,7% dei consensi allo “straw poll”. Jeb Bush, ex governatore della Florida, è arrivato solo quinto, con l’8,7%. Paul si è imposto di poco sul governatore del Wisconsin Scott Walker, che ha avuto il 21,4% dei voti. Terzo il senatore del Texas Ted Cruz, […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018