Convention Democratica a Philadelphia, 3 giornoDurissimo affondo di Michael Bloomberg contro Donald Trump. L’ex sindaco di New York non ha usato giri di parole per definire quello che, un tempo, era suo amico: “Che Dio ci salvi”, Trump è “un pericoloso demagogo e truffatore”. E l’unica ricetta per evitare guai seri, secondo Bloomberg, è votare per Hillary Clinton.

Nel suo intervento alla Convention democratica l’ex sindaco ha ricordato “la storia ben documentata delle bancarotte” di Trump e ha attaccato di nuovo: “Lui dice di voler guidare il Paese come ha fatto con i suoi affari. Dio ci aiuti. Sono un newyorkese e riconosco un truffatore quando lo vedo”. Bloomberg ha voluto poi mettere in guardia gli americani: “La cosa di cui è più ricco Donald Trump è l’ipocrisia: vuole farvi credere che possiamo risolvere i nostri problemi più grossi deportando i messicani e chiudendo fuori i musulmani, vuole farvi credere che erigendo barriere commerciali torneranno buoni posti di lavoro”. E sentenzia: “Ha torto su entrambe le cose”.

Soffermandosi sulla candidata democratica Bloomberg non le risparmia critiche: “So che non è senza difetti, nessun candidato lo è. Ma è la scelta giusta, la scelta responsabile, in questa elezione. Non ha importanza quello che pensate della sua politica o di quello che ha fatto, Hillary Clinton capisce che questo non un reality tv. Questa è la realtà”. Bloomberg ha poi elogiato la capacità di Hillary, ex senatore dello Stato di New York, di risolvere problemi. “Non sempre eravamo d’accordo (quando lui era sindaco, ndr) ma ascoltava sempre”.

L’appello agli indipendenti

“La presidenza – conclude Bloomberg – è l’incarico più potente che esiste sulla terra e quindi, amici indipendenti il vostro voto conta. Il vostro voto determinerà il futuro. Questa notte vi chiedo di unirmi a me, non per fedeltà al partito ma per amore del nostro Paese”.

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

Tag: , ,