Kennedy 100 anni dopo: luci e ombre

Kennedy_Lapresse2

Difficile dire con esattezza se il mito di JFK sarebbe mai nato senza quel maledetto 22 novembre 1963. Una serie tv, 22-11-1963, basata su un romanzo di Stephen King, ha provato a sviscerare il tema, descrivendo un fantasioso “viaggio nel tempo” con cui il protagonista tentava di impedire il delitto di Dallas. Quello che ha cambiato la storia dell’America ed ha fatto entrare John Fitzgerald Kennedy nella leggenda, nonostante diversi lati oscuri. Nato 100 anni fa a Brookline, nella contea di Norfolk (Massachusetts), Kennedy vide la luce in una ricca famiglia cattolica del Nordest: suo padre Joseph era stato ambasciatore […]

  

Trump il pacificatore

Trump e Abu Mazen a BetlemmeTrump e Netanyahu

“La pace in Medio Oriente è possibile”. Donald Trump lo ha detto appena sbarcato a Tel Aviv e lo ha ribadito nelle sue tappe a Gerusalemme e a Betlemme, dicendosi convinto che sia i palestinesi che gli israeliani vogliano la pace. Prima in Arabia Saudita e poi in Israele Trump tesse la sua tela per ridisegnare gli equilibri geopolitici del Medio Oriente, che passano dalla svolta sull’Iran, tornato a essere, per Washington, il nemico pubblico numero uno. “La pace non può mai radicarsi in un luogo dove la violenza è tollerata, finanziata e infine premiata”: Trump pronuncia queste parole a […]

  

Trump in Arabia saudita

Trump_SalmanHillary_SalmanBush_Salman

Il primo viaggio all’estero da quando è presidente Donald Trump ha scelto di farlo in Arabia Saudita. L’appuntamento è il 21 maggio a Riad. Per l’occasione i padroni di casa hanno organizzato un vertice invitando altri 17 leader arabi. Significativo che il primo spostamento del commander-in-chief in terra straniera avvenga proprio a Riad, tappa che precede Israele (22 maggio), Bruxelles (25 maggio) e l’appuntamento del G7 in Italia (26-27 maggio). Al vertice di Riad saranno presenti anche i re di Marocco e Giordania, i leader di Algeria, Niger, Turchia, Pakistan e i capi di Stato dei Paesi del Golfo. È […]

  

Fbi, terremoto a Washington

James ComeyPresident Trump Departs The White House - WashingtonLettera licenziamento di Comey (Fbi)

La bufera non si è ancora placata. Il giorno dopo il licenziamento in tronco del capo dell’Fbi, Donald Trump torna sull’argomento: “I democratici hanno detto alcune delle peggiori cose su James Comey – scrive su Twitter – incluso il fatto che avrebbe dovuto esser cacciato, ma ora giocano a essere tristi”. “Quando le cose si calmeranno, mi ringrazieranno”. E aggiunge che l’uomo che ha allontanato “sarà sostituito da qualcuno che farà un lavoro migliore, sviluppando lo spirito e il prestigio dell’Fbi”. Dopo poco, a margine di un incontro a sorpresa, nello Studio Ovale, con l’ex segretario di Stato Henry Kissinger, […]

  

L’appello di Obama al Congresso: “coraggio” per salvare la riforma sanitaria

Barack Obama

Prima di partire per l’Italia per prendere parte al summit sul cibo Seeds&Chips, Barack Obama ha parlato alla biblioteca John F. Kennedy di Boston, dove è stato insignito del “Profiles in Courage Award“. Rivolgendosi ai membri del Congresso l’ex presidente ha chiesto “coraggio politico” per impedire l’abolizione della riforma sanitaria nota come Obamacare, da lui promossa nel 2010. L’appello di Obama arriva pochi giorni dopo che i repubblicani, alla Camera, hanno approvato il Trumpcare. L’ex presidente ripercorre i momenti che portarono alla riforma che porta il suo nome, elogiando il lavoro svolto dai deputati e i senatori di allora: “Molti […]

  

Ecco la Trumpcare

Trump Signs Two Documents - Washington

Missione compiuta per i Repubblicani: approvato il piano che smantella l’Obamacare, la riforma della sanità simbolo della presidenza di Barack Obama. L’American Health Care Act è passato di misura, grazie a soli quattro voti di scarto: 217 favorevoli e 213 contrari. Oltre a tutti i deputati democratici hanno votato no anche 20 repubblicani. Nonostante lo scarto risicato è un risultato positivo per la Casa Bianca, dopo la doccia fredda di marzo, quando la prima versione del progetto venne ritirata per mancanza di numeri in seno al Grand Old Party (Gop). Trump ne ha parlato in una conferenza stampa, anche se […]

  

Tillerson e la nuova diplomazia Usa

Nazioni Unite, riunione del Consiglio di sicurezza su situazione in Corea del Nord

Quel “sono pronto a incontrarlo” che il presidente Trump ha detto riferendosi a Kim Jong-un, per qualcuno è stato un mezzo scivolone, poi subito corretto (“al momento non ci sono le condizioni per farlo”).  Per altri, invece, è un classico esempio del “bastone e della carota”. Intanto gli Stati Uniti stanno preparando nuove sanzioni contro la Corea del Nord e potrebbero imporre restrizioni a “Paesi terzi” le cui aziende facciano affari con Pyongyang. Si può leggere come un avvertimento alla Cina, anche se quest’ultima ha un ruolo chiave nella gestione della crisi. Il segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, spiega […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018