Shutdown, tutto rinviato al 15 febbraio

Donald Trump Donald Trump

Crisi risolta, almeno fino al 15 febbraio. Il presidente Donald Trump ha firmato un provvedimento che pone fine allo shutdown, ma non prevede soldi per la costruzione del Muro al confine con il Messico. I democratici hanno cantato vittoria. Trump ha replicato (ovviamente su Twitter): “Vorrei che le persone leggessero o ascoltassero le mie parole sul Muro. Io non ho in alcun modo ceduto”. Rivendica di averlo fatto per difendere “i milioni di persone colpiti in modo molto duro dallo shutdown”.  Al tempo stesso preannuncia che se la situazione non si dovesse risolvere a febbraio adotterà tutte le misure necessarie, […]

  

Pelosi a Trump: parlerai dopo la fine dello shutdown

Trump e Pelosi

Tutto rinviato, se ne parlerà dopo la fine dello shutdown. Nel braccio di ferro con Nancy Pelosi, speaker della Camera, alla fine il presidente Donald Trump ha ceduto:  terrà il suo secondo discorso sullo stato dell’Unione dopo che lo shutdown sarà finito. Avrebbe voluto parlare il 29 gennaio prossimo, come da programma, ma Pelosi ha detto no e Trump ha dovuto accettare la decisione: “È la sua prerogativa”, ha scritto il presidente su Twitter. “Non sto cercando un luogo alternativo per il discorso – ha aggiunto – perché non ce n’è un altro che possa competere con la storia, la […]

  

Diavolo d’un Cheney

Vice, Cheney e BushVice (locandina)Cheney e Bush

Un giovane senza arte né parte, espulso con demerito dall’università di Yale, si arrabatta nella vita affogando i propri guai nell’alcol, che assorbe come una spugna. Più tardi, superato il momento di crisi grazie allo sprone della donna della sua vita, Lynne, si ritroverà ad assorbire come una spugna la politica. Si vede questo, e molto altro, nel film “Vice – L’uomo nell’ombra”. Il protagonista è Dick Cheney, vicepresidente degli Stati Uniti dal 2001 al 2008, interpretato magistralmente da Christian Bale. Un bel film, che mostra luci e ombre (più che altro queste ultime) del politico americano. Si parte da […]

  

Nancy Pelosi di nuovo speaker della Camera

Nancy PelosiNancy Pelosi giuraNancy Pelosi

Suo padre, Thomas D’Alessandro junior, era sindaco di Baltimora e rappresentante del Maryland al Congresso. Per questo Nancy Pelosi si può definire politicamente una “figlia d’arte”. Nata il 26 marzo 1940, origini italiane, si laureò a Washington, dove conobbe il futuro marito, Paul Pelosi. Dopo le nozze la famiglia si trasferì a San Francisco. Nancy iniziò ad occuparsi di politica dopo aver cresciuto i suoi cinque figli; si fece notare e apprezzare, collaborando con il membro del Congresso Philipp Burton, fino a diventare portavoce nazionale dei democratici californiani. Il suo ingresso alla Camera risale al 1987 per un’elezione suppletiva. Poi […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019