Usa, ponti a rischio

Bridge-over-the-Potomac-River-at-Washington-DC

Quello dei ponti che crollano è un problema molto sentito anche negli Stati Uniti, al punto che il presidente Trump lo scorso febbraio ha annunciato un piano da 1500 miliardi di dollari per risanare e modernizzare le infrastrutture del Paese, con 200 miliardi di fondi federali e la parte restante a carico di Stati e municipalità. Molto preoccupante è il dato fornito dalla American Road & Transportation Builders Association (Artba): sul territorio americano sono 54.259 i ponti con “carenze strutturali”. La definizione ”structurally deficient”, secondo gli standard del Dipartimento dei Trasporti, interessa quei ponti che presentano uno o più elementi […]

  

Marchionne tra Obama e Trump

Obama e MarchionneUS-POLITICS-TRUMP-AUTO INDUSTRY

Molti ricordano le foto di Barack Obama con Sergio Marchionne, in uno stabilimento di Chrysler. Simbolo di uno dei più grandi colpi del manager italo-canadese. Nel 2009, dopo la gravissima crisi finanziaria di un anno prima, l’America è in affanno e dalla finanza i problemi si spostano rapidamente alle aziende. Fiat riesce ad ottenere dalla Casa Bianca il 20% di Chrysler, uno dei tre grandi colossi dell’automobilismo Usa, che dopo una fallimentare alleanza con Daimler, praticamente è fallita. Obama non ascolta i suoi consiglieri, che gli consigliano di far fallire l’azienda, e dà fiducia a Marchionne. Di lui apprezza soprattutto […]

  

New York e la paura dei tassisti

Taxi a New YorkRose nel fiume

C’è allarme nel mondo dei tassisti di New York. Un gruppo si è riunito a Manhattan, sulle sponde dell’East River, vicino al ponte di Brooklyn, per ricordare un collega che si è tolto la vita gettandosi nel fiume: è il quinto caso in cinque mesi. Yu Mein (Kenny) Chow, 56 anni, birmano, moglie e figli, era disperato perché non riusciva più a mandare avanti la propria famiglia e pagare i debiti. Nella Grande Mela sono circa 150mila mila i tassisti, alla guida di 100mila “yellow cab” (taxi gialli) più i “boro taxis” (verdi). Spietata la concorrenza di Uber: sono 60mila […]

  

Sparita la quercia di Macron: è in quarantena

La quercia di Macron piantata alla Casa bianca

Trump e Macron nel giardino della Casa Bianca alcuni giorni fa hanno piantato la quercia che il presidente francese ha portato in dono. Non un albero qualsiasi: proviene, infatti, dalla foresta di Bellau, nel dipartimento francese Aisne. In quel luogo nel 1918 per la prima volta i soldati statunitensi si scontrarono con quelli tedeschi nella Prima guerra mondiale, con il sacrificio di quasi duemila soldati americani. Le foto dei due presidenti con la pala in mano, impegnati nel ricoprire di terra le radici della quercia sono finite sui siti e sui giornali di tutto il mondo. Dopo poco, però, la […]

  

Addio alla mamma (e nonna) d’America: Barbara Bush

Barbara Pierce BushLa famiglia BushIl marito e il figlio di Barbara Bush

Suo marito è stato presidente, uno dei suoi figli pure. Un altro figlio è stato governatore della Florida. Barbara Bush, morta nella sua casa di Houston (Texas) a 92 anni, non ha mai amato mettersi sotto i filettori, anche se ci ha vissuto per una cinquantina di anni. Ha scelto di essere sempre se stessa, una donna normale, che non amava sfoggiare abiti firmati o finire al centro dell’attenzione per motivi apparentemente futili, come molte altre first lady hanno fatto. Barbara ha vissuto al fianco di George Herbet Walker Bush, seguendolo come un’ombra nella sua lunga carriera politica, iniziata nel […]

  

Perché Trump odia Amazon

Bezos e Trump

Non corre buon sangue tra Donald Trump e Jeff Bezos. Il presidente ha messo nel mirino Amazon alla vigilia di Pasqua. Lo ha fatto con uno dei suoi  proverbiali tweet, in cui ha accusato l’azienda di truffare le poste americane e di usare il Washington Post (di cui Bezos è editore) per azioni di lobby: “Dato che siamo sull’argomento viene riportato che le poste americane perdono 1,5 dollari in media per ogni pacchetto consegnato per conto diAmazon. Sono miliardi di dollari”. E ancora: “Questa truffa alle poste deve cessare. Amazon deve pagare i veri costi (e le tasse) ora”. Trump […]

  

Morta Linda Brown, simbolo della lotta contro la segregazione razziale nelle scuole Usa

Linda Brown (Twitter)

I nomi di alcune persone incarnano una lotta. Quelli che simboleggiano la battaglia contro la segregazione razziale negli Stati Uniti sono almeno due: Rosa Parks e Linda Brown. Quest’ultima è morta all’età di 76 anni. Negli anni Cinquanta il suo caso arrivò fino alla Corte Suprema, ponendo fine alla segregazione nelle scuole. Suo padre, il reverendo Oliver Brown, cercò di iscrivere la figlia in una scuola elementare vicina a casa, a Topeka (Kansas), ma ricevette un secco rifiuto. Gli dissero di rivolgersi in un istituto per soli neri. L’uomo denunciò la discriminazione subita e il caso, uno dei tanti nell’America […]

  

La piccola Parker e la regina Michelle Obama

Michelle Obama e ParkerMichelle Obama e Parker Curry

Ci piace credere che questa storia sia vera, non gonfiata a uso e consumo dei media. Una bambina americana di due anni, Parker Curry, mentre si trovava con la sua famiglia allo Smithsonian Museum di Washington, non si voleva staccare da un quadro, quello che ritrae Michelle Obama. “Quando ha visto il dipinto – ha detto la mamma della bimba alla Cnn – ha pensato che l’ex first lady fosse una regina potente e bellissima”. Una scenetta divertente, che ripresa dai media e dai social, è diventata virale, incuriosendo la moglie dell’ex presidente, che ha fatto di tutto per incontrare […]

  

Usa, addio al predicatore Billy Graham

Billy Graham(FILE) American pastor Billy Graham  has died at 99 Billy Graham Speaks

A 99 anni si è spento il reverendo Billy Graham, predicatore evangelico noto per essere stato consigliere spirituale di numerosi presidenti degli Stati Uniti d’America. Iniziò a recarsi in visita nello Studio Ovale quando il presidente era Harry Truman. Collaborò con Dwight D. Eisenhower, Lyndon B. Johnson e Richard Nixon, e proseguì i suoi incontri alla Casa Bianca, anche se più diradati, fino alla presidenza Obama. Abile oratore, riuscì ad utilizzare al meglio le potenzialità dei moderni mass media facendosi conoscere anche al di fuori degli Usa. Sul suo sito si leggeva che aveva predicato il Vangelo in 185 Paesi […]

  

Usa, non chiamatela pizza…

pizza pollo americana

Sono convinto che ciascuno di noi possa mangiare ciò che vuole, fermi restando alcuni paletti imprescindibili (la carne umana, tanto per citarne uno). Eppure non riesco a non provare i brividi di fronte a ciò che ha scritto il Washington Post, che ha parlato di una nuova pizza preparata con il pollo nell’impasto. Si tratta della “chicken pizza crust”. Per il quotidiano americano si tratta di un vero e proprio “abominio” culinario. Ed è difficile dargli torto. Pensate che nell’impasto vengono mescolati, oltre a farina, lievito e acqua, anche il petto di pollo in scatola, il parmigiano (o qualche scadente […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2018