Gli antipistoleri

La copertina che Time dedica ai “combattenti delle armi” (Gunfighters): il sindaco di New York Michael Bloomberg, il vicepresidente Usa Joe Biden e l’ex deputata democratica Gabrielle Giffords (gravemente ferita in uno scontro a fuoco l’8 gennaio 2011). Gunfighters è un termine che sta a indicare chi, nel vecchio West, aveva conquistato una certa fama grazie alla pistola. Con un gioco di parole Time definisce “pistoleri” (gunfighers) tre uomini che più di tutti si sono battuti contro la diffusione delle armi negli Stati Uniti.

  

“Sulle armi la battaglia del secolo”

Come già annunciato da Monticello (leggi qui) Obama ha deciso di stringere le maglie alla diffusione delle armi negli Stati Uniti.  Lo ha fatto con una decisione autonoma, mediante 23 ordini esecutivi che imprimono un giro di vite sull’uso delle armi e sui controlli, anche per le persone con problemi mentali (nella foto Obama mentre firma i decreti circondato da un gruppo di bambini). Ma – ha spiegato il presidente – alcune azioni spettano alla Camera e al Senato: “Non possiamo più ritardare. E il Congresso deve agire subito”. A tal proposito la Casa Bianca ha fatto tre proposte di […]

  

Braccio di ferro sulle armi

Secondo un sondaggio di Washington Post-Abc News, il 52% degli americani considera necessario avere leggi più restrittive sulle armi. La maggioranza è anche preoccupata che una sparatoria possa avvenire nella propria comunità, e lo è soprattutto (65%) chi ha bambini. Il primo stato a intervenire è quello di New York, con una legge che inasprisce le regole, vietando ai malati di mente di acquistare armi, proibendo la vendita online di quelle d’assalto e riducendo la capacità dei caricatori da dieci a sette proiettili. Oltre a New York anche il Maryland sta legiferando in materia. “Questa è una piaga della società”, ha […]

  

Le stragi e il Secondo emendamento

Dopo la strage del Connecticut, che ha causato la morte di ventisette persone (tra cui 20 bambini tra i sei e i sette anni), negli Stati Uniti si è subito riaccesa la discussione sul diritto di possedere armi. Diritto che, com’è noto, è sancito dal Secondo emendamento della Costituzione, risalente al 1791. Ne ho parlato in questo articolo su il Giornale.it. Le tesi sono sostanzialmente due: c’è chi dice che, essendovi troppa criminalità, e soprattutto troppe stragi, è fondamentale adottare norme più restrittive per limitare il numero di armi presenti nel Paese. Dall’altra parte vi sono quelli che sostengono che […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019