Nancy Pelosi di nuovo speaker della Camera

Nancy PelosiNancy Pelosi giuraNancy Pelosi

Suo padre, Thomas D’Alessandro junior, era sindaco di Baltimora e rappresentante del Maryland al Congresso. Per questo Nancy Pelosi si può definire politicamente una “figlia d’arte”. Nata il 26 marzo 1940, origini italiane, si laureò a Washington, dove conobbe il futuro marito, Paul Pelosi. Dopo le nozze la famiglia si trasferì a San Francisco. Nancy iniziò ad occuparsi di politica dopo aver cresciuto i suoi cinque figli; si fece notare e apprezzare, collaborando con il membro del Congresso Philipp Burton, fino a diventare portavoce nazionale dei democratici californiani. Il suo ingresso alla Camera risale al 1987 per un’elezione suppletiva. Poi […]

  

Sparita la quercia di Macron: è in quarantena

La quercia di Macron piantata alla Casa bianca

Trump e Macron nel giardino della Casa Bianca alcuni giorni fa hanno piantato la quercia che il presidente francese ha portato in dono. Non un albero qualsiasi: proviene, infatti, dalla foresta di Bellau, nel dipartimento francese Aisne. In quel luogo nel 1918 per la prima volta i soldati statunitensi si scontrarono con quelli tedeschi nella Prima guerra mondiale, con il sacrificio di quasi duemila soldati americani. Le foto dei due presidenti con la pala in mano, impegnati nel ricoprire di terra le radici della quercia sono finite sui siti e sui giornali di tutto il mondo. Dopo poco, però, la […]

  

Schiaffo di Trump a Tillerson

Tillerson e Trump

Che i rapporti fossero tesi era nell’aria. Alla fine Trump ha deciso di togliere il dente, con la speranza di eliminare anche il dolore. Il segretario di Stato Rex Tillerson (leggi la scheda) è stato rimosso dall’incarico. Al suo posto arriva Mike Pompeo, direttore della Cia. A Langley va Gina Haspel, prima donna a ricoprire questo delicato incarico. La promozione di Pompeo ricorda, per certi versi, quella che vide John Kelly passare da segretario della Sicurezza nazionale a capo dello staff della Casa Bianca. Ma sbaglia chi pensa che Pompeo sia solo uno “yes man”. In passato, infatti, il capo […]

  

Solo in America

Trump_vittoriaNYTimes_Trump_vince

Cari amici del blog Monticello, per la prima volta inizio il mio intervento con una domanda: potreste indicarmi un altro Paese al mondo, al di fuori dall’America, dove una storia come quella che abbiamo vissuto la notte tra l’8 e il 9 Novembre avrebbe potuto verificarsi? Secondo me non esiste. Non lo dico da fan sfegatato, quale sono, di un sistema politico che sicuramente perfetto non è ma che garantisce democrazia, governabilità, alternanza e un formidabile ricambio della classe dirigente. Lo affermo da normale osservatore, come immagino siate voi, di tutto quanto è appena accaduto negli Stati Uniti, dove un […]

  

Un miliardo di dollari per la Casa Bianca

La corsa non è ancora iniziata ma a scaldare i motori, com’è noto, ci sono due big della politica americana: Jeb Bush e Hillary Clinton. Si contenderanno la leadership dei rispettivi partiti, repubblicano e democratico, a suon di tour elettorali, strette di mano, discorsi, promesse, un mare di sondaggi e soprattutto soldi. Per vincere le prossime elezioni presidenziali, infatti, un candidato avrà bisogno di raccogliere almeno un miliardo di dollari, quasi 1,5 milioni al giorno fino all’8 novembre 2016, quando gli americani saranno chiamati alle urne. La stima è stata fatta dal Financial Times, citando esperti di campagne elettorali. Per […]

  

Un altro Bush alla Casa Bianca? La mamma non vuole

Il New York Times insinua che la mamma di Jeb Bush sia poco convinta della discesa in campo del figlio nella corsa per la Casa Bianca. Ma le sarebbe stato vietato di esprimersi pubblicamente. A spingere alla “battaglia” il fratello minore dell’ultimo presidente repubblicano degli Stati Uniti, George W., c`è tutto il clan di famiglia e il loro potente network politico, con la sola eccezione di Barbara. Il padre e il fratello di Jeb, invece, sarebbero i principali sostenitori dell’idea di perpetuare la dinastia politica dei Bush. George Bush senior ha sempre pensato che Jeb avrebbe avuto un brillante futuro […]

  

Il gruviera della Casa Bianca

La Casa Bianca è diventata un colabrodo con intrusioni degne da telefilm. Anzi, a pensarci bene neanche lo sceneggiatore di House of Cards sarebbe arrivato a immaginare che un uomo armato di pistola e con tre condanne sulle spalle potesse intrufolarsi in ascensore con il presidente. Invece è accaduto veramente. L’agenzia incaricata della sicurezza del presidente e della sua famiglia è finita al centro di un’aspra polemica. Per calmare le acque la direttrice del Secret service americano, Julia Pierson (che da 30 anni lavorava per l’agenzia) si è dimessa. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è la notizia […]

  

Usa 2016, Jeb Bush apre agli immigrati

Non ha ancora deciso cosa fare da “grande”. Ora però c’è una novità, ed è lui stesso a renderla nota: entro la fine dell’anno Jeb Bush deciderà se candidarsi per le elezioni 2016. Lo ha detto in un intervento alla George Bush Presidential Library, dove sono stati celebrati i 25 anni dell’inizio della presidenza di Bush padre (l’evento era chiuso alla stampa ma moderato da Shannone Bream, di Fox News – guarda). Fino ad ora non era mai stato così diretto sull’argomento, anche se da mesi si rincorrevano voci sul suo conto, suffragate da un certo attivismo pubblico. Da tempo l’ex governatore della […]

  

Fumi e bevi? Niente Casa Bianca…

Da anni la Casa Bianca è circondata da un’aura salutista piuttosto spinta: il presidente deve fare sport, essere in forma e, soprattutto, non bere e non fumare. Non esiste una regola scritta che lo imponga, ma è così. Quasi tutti si son dovuti adeguare: Clinton, Bush e Obama, per citare solo gli ultimi inquilini della Casa Bianca. C’è chi ha smesso di fumare, chi continua a farlo di nascosto, chi rinuncia agli amati hamburger e al pollo fritto (o cerca di limitarsi), e chi ha fatto del jogging una vera e propria “bandiera”. E c’è anche chi si è posto […]

  

Hillary ci riprova…

Barack Obama e Hillary Clinton hanno pranzato insieme alla Casa Bianca. Bocche cucite sul motivo dell’incontro e su ciò che i due si sono detti. Ma tutti in America sono convinti che abbiano parlato delle presidenziali 2016. Dopo due mandati Obama non potrà più correre, Hillary sì. E per vincere ha bisogno dell’appoggio del primo presidente afroamericano della storia degli Stati Uniti. “Pranzo presidenziale“ ha titolato l’Huffington Post. Ma è probabile che Obama abbia consultato l’ex segretaria di Stato anche su temi di politica estera di stretta attualità: dall’Egitto alla Siria, ai nuovi negoziati di pace per il Medio Oriente, […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019